Indice del forum Cruscate
Spazio di discussione sulla lingua italiana / Discussion board on the Italian language
 
 Domande ricorrentiDomande ricorrenti   Lista utentiLista utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistramiRegistrami   
 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   EntraEntra 

Pietire o piatire?

 
Apri filone   Intervieni   Versione stampabile    Indice del forum -> Lessico e semantica
Vai al filone precedente :: Vai al filone successivo  
Autore Intervento
Fausto Raso



Registrato: 19/09/06 14:25
Interventi: 1307

InterventoInviato: lun, 27 nov 2006 19:29    Oggetto: Pietire o piatire? Intervieni citando

Il verbo corretto - se qualche vocabolario non mi smentisce - è “piatire” (non “pietire”) che alla lettera significa “contendere in giudizio”, “dibattere” e, per estensione “litigare” ed è un derivato del sostantivo “piato” (lite giudiziaria, controversia). Quest’ultimo sostantivo è il latino “placitum”, participio passato neutro del verbo “placere” (piacere); propriamente il “placitum” è un parere, una decisione, un’opinione, una sentenza e ha acquisito, nel tardo Latino, l’accezione di causa, lite. Piatire, dunque, significa discutere, litigare (durante il dibattimento in tribunale non si litiga, non si discute?). In seguito, attraverso un processo semantico e nell’uso prettamente familiare, piatire ha assunto - come possiamo leggere nel nuovo vocabolario della lingua italiana Treccani - il significato di “lamentarsi con tono querulo, fastidioso”; piatire sulla propria condizione; piatire sulla propria miseria; anche con uso assoluto (da solo): non fa che piatire. Adoperato in senso transitivo e familiarmente vuol dire, per l’appunto, “chiedere con noiosa e fastidiosa insistenza” (quasi litigando, da ‘piato’, lite, come abbiamo visto), assumendo atteggiamenti umili: piatire protezione, piatire favori. Questo verbo, insomma, non ha nulla che vedere con la “pietà” e il “pietismo”.
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
Marco1971
Moderatore


Registrato: 04/11/04 12:37
Interventi: 8931

InterventoInviato: lun, 27 nov 2006 20:45    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Non ho trovato *pietire da nessuna parte (almeno non nel Battaglia e nel GRADIT). Dove l’ha trovato? Se in qualche giornale o rivista, è probabile che si tratti d’un refuso.
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
Fausto Raso



Registrato: 19/09/06 14:25
Interventi: 1307

InterventoInviato: lun, 27 nov 2006 23:27    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Se le capita, ci faccia caso: la stampa ne fa un uso "indiscriminato"!
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
Marco1971
Moderatore


Registrato: 04/11/04 12:37
Interventi: 8931

InterventoInviato: lun, 27 nov 2006 23:34    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Purtroppo (o per fortuna Raggiante / Very Happy), non leggo molto la stampa, ma ora gugolerò... ;)

A gugolata avvenuta, sono costernato... Triste / Sad Ha fatto bene, caro Fausto, a sollevare la questione!
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»


Registrato: 26/04/05 07:41
Interventi: 1072

InterventoInviato: mer, 29 nov 2006 8:43    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Nel ligure placitum (ciaitu/cætu) ha evoluto il suo significato in 'pettegolezzo'. Raggiante / Very Happy
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato
Fausto Raso



Registrato: 19/09/06 14:25
Interventi: 1307

InterventoInviato: mer, 29 nov 2006 13:43    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Marco1971 ha scritto:
A gugolata avvenuta, sono costernato... Triste / Sad Ha fatto bene, caro Fausto, a sollevare la questione!

Se ha la bontà, gentile Marco, di gugolare ancora avrà un'altra... sorpresa. Leggerà elementarietà in luogo della forma corretta elementarità.
Forse è il caso di ricordare che i sostantivi derivati da aggettivi in "are" terminano in ità: elementare>elementarità; familiare>familiarità; complementare>complementarità. Finiscono in ietà i sostantivi derivati da aggettivi terminanti in io: vario>varietà; abitudinario>abitudinarietà.
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
Marco1971
Moderatore


Registrato: 04/11/04 12:37
Interventi: 8931

InterventoInviato: gio, 30 nov 2006 0:50    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Nel Battaglia si legge:
Citazione:
Elementarità (elementarietà). [...] La forma elementarietà presuppone elementario (lat. elementarius), come ‘arbitrarietà’ da ‘arbitrario’.

Vero è che il DOP dice errata la forma ‘elementarietà’; tuttavia, è stata usata da uno scrittore come Gramsci e si rifà a una voce latina, sicché non mi sentirei di condannarla. Non sono queste, in fondo, le cose che, come diceva il Machiavelli, disordinano la lingua.
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
Fausto Raso



Registrato: 19/09/06 14:25
Interventi: 1307

InterventoInviato: ven, 01 dic 2006 19:19    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Marco1971 ha scritto:
Nel Battaglia si legge:Elementarità (elementarietà). [...] La forma elementarietà presuppone elementario (lat. elementarius), come ‘arbitrarietà’ da ‘arbitrario’.


"Presuppone" elementario che, se ho visto bene nei vocabolari in mio possesso, in lingua italiana non esiste. Atteniamoci, quindi, alla forma "corretta", come riportano i migliori dizionari.
_________________
« Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume » (Carlo Gozzi)
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
Marco1971
Moderatore


Registrato: 04/11/04 12:37
Interventi: 8931

InterventoInviato: ven, 01 dic 2006 19:38    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

E invece esiste la forma elementario, che è sí antica e letteraria, ma sempre parte della lingua. La usò, ad esempio, uno scrittore come Gabriele D’Annunzio:
Citazione:
C’è in fondo al mio occhio un dio plasticatore, e c’è una massa plastica inesausta: la terra elementaria.

È naturalmente buona norma, nell’italiano dell’uso medio, attenersi, come dice lei, alla forma elementarità; mi sembra però che non si possa condannare elementario (e quindi elementarietà), fedele discendente del latino elementarius, e per ciò stesso nobiliore. Ammiccante / Wink
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Invia messaggio di posta elettronica
bubu7



Registrato: 01/12/05 14:53
Interventi: 1453
Residenza: Roma

InterventoInviato: lun, 04 dic 2006 12:07    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Marco1971 ha scritto:
... tuttavia, è stata usata da uno scrittore come Gramsci e si rifà a una voce latina, sicché non mi sentirei di condannarla.

Condivido tutte le considerazioni di Marco1971 e anche le giustificazioni etimologiche del GDLI.
Va riportato comunque il giudizio del DELI (I ed.) sulla variante usata da Gramsci:
Citazione:
...la variante elementarietà, che troviamo in Gramsci, av. 1937, è un grossolano errore nato per analogia sulle voci in -arietà, che corrispondono ad aggettivi in -ario.

Trovo strana questa netta condanna da parte del DELI che non tiene conto dell'esistenza di elementario. Poco convinto / Confused
_________________
La lingua è un guado attraverso il fiume del tempo. Essa ci conduce alla dimora dei nostri antenati.
V. M. Illič-Svitič
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato Visita il sito personale
Ferdinand Bardamu
Moderatore


Registrato: 21/10/09 13:25
Interventi: 2326
Residenza: Bassa veronese

InterventoInviato: ven, 22 giu 2012 17:57    Oggetto: Re: Pietire o piatire? Intervieni citando

Questa forma spuria, pur errata, vince nettamente il confronto con il legittimo piatire nel linguaggio giornalistico:

La Repubblica
piatire 98 risultati
pietire 209 risultati

Corriere della Sera
piatire 144 risultati
pietire 201 risultati

La Stampa
piatire 53 risultati
pietire 276 risultati

Forse la sua formazione si deve all'incrocio con pietà, quasi fosse ‹chiedere con insistenza lamentosa cercando di suscitare pietà›. Ma, personalmente, non escludo neanche che sia un originario refuso diffusosi per l'ignoranza della forma corretta di questo verbo, che il Treccani in linea marca come letterario (e, perciò, relativamente raro).
Torna a inizio pagina
Guarda il profilo Invia messaggio privato
Mostra gli interventi di:   
Apri filone   Intervieni   Versione stampabile    Indice del forum -> Lessico e semantica Tutte le ore sono relative al GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi aprire nuovi filoni
Non puoi intervenire in nessun filone
Non puoi modificare i tuoi interventi
Non puoi cancellare i tuoi interventi
Non puoi votare nei sondaggi


Con tecnologia phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Traduzione italiana a cura della Società dei Cruscanti
Protetto da Anti-Spam ACP