"Agroturismo"

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Fausto Raso
Interventi: 1683
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

"Agroturismo"

Intervento di Fausto Raso »

Il linguista del “Corriere della Sera” in rete è incorso, ancora una volta, in un madornale errore.
Ecco cosa risponde a un lettore circa il plurale di “agriturismo”. Da far rabbrividire!

plurali
Caro professore, potrebbe chiarirmi le regole per comporre il plurale delle parole composte? Ad esempio, è corretto dire "agriturismi"? Se non ricordo male vi era una regola fissa con delle eccezioni. Grazie!
-----------------
La casistica dei comportamenti regolari è molto complessa, dipende dal fatto che un nome composto sia formato da due nomi (di genere simile o diverso) da un nome più aggettivo, da un aggettivo più nome, da due aggettivi e così via. Per non sbagliare è siffuciente consultare un buon dizionario che dà la forma plurale esatta. Nel caso di "agroturismo", la parola (non presente nei dizionari) è formata da una'abbraviazione (agro) che resterà invariata e da un nome che muta in plurale: agroturismi.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9999
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 »

A parte che tutti sanno che la parola, presente in tutti i dizionari, è agriturismo, ci sono ben quattro refusi. E che significa «la casistica dei comportamenti regolari è molto complessa»? Appollingo, appollingo... :D
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude »

Scusatemi se vi sembra troppo irreverente questo mio intervento, ma che cosa guadagnate criticando tanto spesso quel signore, sia lui linguista o no, competente o no? Che cosa volete provare? Qual è il vostro proposito? Non potete semplicemente menzionare gli errori senza dire da chi provengono?
Fausto Raso
Interventi: 1683
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso »

Gentlile Brazilian dude, personalmente non voglio provare o dimostrare nulla. VORREI che il titolare di una rubrica di lingua (professore universitario) desse "informazioni" precise, non, molto spesso, imprecise o, addirittura, ERRATE.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»
Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude »

Allora scriva al giornale con tutte le sue prove. Qui probabilmente non le vedrà nessuno.
Bue
Interventi: 863
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 11:20

Intervento di Bue »

Per una volta concordo con Brazilian. Perche' non aprite il filone "Errori di De Rienzo e Beccaria", in cui il nostro fustigatore aggiorna quotidianamente la lista degli errori e qualcun altro si preoccupa di commentare col solito "signora mia dove andremo a finire"?
Avatara utente
Incarcato
Interventi: 900
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 12:29

Intervento di Incarcato »

Bue, però è anche vero che se una rubrica linguistica deve consigliare per il meglio e risolvere i dubbi dei lettori, dovrebbe sforzarsi un po' di piú. Non concordi?
(E rispondere di consultare i dizionari è un po' troppo comodo.)
I' ho tanti vocabuli nella mia lingua materna, ch'io m'ho piú tosto da doler del bene intendere le cose, che del mancamento delle parole colle quali io possa bene esprimere il concetto della mente mia.
Fausto Raso
Interventi: 1683
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso »

Brazilian dude ha scritto:Allora scriva al giornale con tutte le sue prove. Qui probabilmente non le vedrà nessuno.
Sempre fatto, cortese amico. :wink:

Insisto, comunque, trovo inammissibile che una rubrica di lingua divulghi certi "orrori". :shock:
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»
Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico »

Povero, probabilmente è pagato una miseria per quel lavoro, e giustamente non vorrà perderci troppo tempo, e andando di fretta ovviamente si commettono molti errori che altrimenti si eviterebbero; bisogna lamentarsi col Corriere, o trovare un modo per fare cattiva pubblicità alla rubrica perché i suoi frequentatori si arrabbino e chiedano un servizio migliore; finché a loro va bene cosí (perché si accontentano di poco e non si accorgono degli errori, mentre delle imprecisioni se ne infischiano), c'è poco da fare.
Non so però quanto ne valga la pena.
methao_donor
Interventi: 341
Iscritto in data: gio, 14 set 2006 23:04
Località: Finlandia

Intervento di methao_donor »

Povero, probabilmente è pagato una miseria per quel lavoro, e giustamente non vorrà perderci troppo tempo
Questo è possibile e, per carità, affatto lecito.
Comunque sia, di là da questioni di stipendio e di fretta, io sono dell'avviso che se non si ha intenzione di fare qualcosa con serietà e precisione, si potrebbe cedere il passo a altri che magari potrebbero offrire qualcosa di più.
Evito qui commenti e dietrologie sul perché non venga fatto, perché ancor più che di scarso gusto trovo ridicolo dibattere circa le motivazioni e le intenzioni di una persona che nemmeno conosco.
Se però non mi permetto di suggerire un'analisi di coscienza al famigerato linguista, una breve analisi sulla sua professionalità sì.
Detto questo... per una volta concordo col Bue. Non mi pare che questo filone abbia una qualsivoglia utilità, né presenti alcuno spunto costruttivo.
Il sonno della ragione genera mostri.
Avatara utente
Incarcato
Interventi: 900
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 12:29

Intervento di Incarcato »

Methao_donor dixit:
Non mi pare che questo filone abbia una qualsivoglia utilità, né presenti alcuno spunto costruttivo.
Per forza, siamo ancora nella pars destruens... :mrgreen:
I' ho tanti vocabuli nella mia lingua materna, ch'io m'ho piú tosto da doler del bene intendere le cose, che del mancamento delle parole colle quali io possa bene esprimere il concetto della mente mia.
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite