In scuola

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Arno
Interventi: 7
Iscritto in data: mar, 13 mar 2012 10:11

In scuola

Intervento di Arno »

Cari amici! Sarei molto grato se qualcuno di voi potesse spiegarmi se è corretto dire "in scuola". Per esempio, "insegno in scuola", "sono in scuola". Grazie in anticipo.
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9992
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 »

Salve, e benvenuto fra noi, Arno! :)

In scuola è certamente forma esistente e documentata da Boccaccio a Tozzi, ossia dal Trecento all’inizio del Novecento. Tuttavia, è caduta dall’uso e usarla oggi produrrebbe un effetto straniante nel lettore o nell’interlocutore. Le forme corrette nell’italiano attuale sono: Insegno in una scuola e Sono a scuola.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

Intervento di PersOnLine »

Non sembra proprio così tramontato.
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9992
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 »

Se guarda negli archivi del Corriere e di Repubblica, vedrà che compare in titoli di articoli, dove l’omissione dell’articolo è frequente. Non si può dire *Insegno in scuola; e ??Sono in scuola appare molto marginale.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Fausto Raso
Interventi: 1683
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso »

Benvenuto anche da parte mia :)

Concordo con Marco su quanto ha scritto. E non prenda per oro colato l'italiano giornalistico...
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»
Carnby
Interventi: 3634
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

Non sarebbe meglio scrivere in iscuola? :wink:
Arno
Interventi: 7
Iscritto in data: mar, 13 mar 2012 10:11

Re: In scuola

Intervento di Arno »

Arno ha scritto:Cari amici! Sarei molto grato se qualcuno di voi potesse spiegarmi se è corretto dire "in scuola". Per esempio, "insegno in scuola", "sono in scuola". Grazie in anticipo.
Grazie, cari amici, di avermi risposto!
Avatara utente
SinoItaliano
Interventi: 384
Iscritto in data: mer, 04 gen 2012 8:27
Località: Pechino

Intervento di SinoItaliano »

Benvenuto Arno!

Da oggi potrà sciacquare i panni nell'Arno grazie a questo forum! :D
Questo di sette è il piú gradito giorno, pien di speme e di gioia: diman tristezza e noia recheran l'ore, ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno.
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9992
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 »

L’espressione manzoniana esatta è risciacquare i panni in Arno. ;)
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1310
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà »

Marco1971 ha scritto:L’espressione manzoniana esatta è risciacquare i panni in Arno. ;)
Perché prima li aveva semplicemente sciacquati nell'Olona :wink: .
Avatara utente
.Silvia.
Interventi: 217
Iscritto in data: lun, 11 gen 2010 0:37
Località: Milano

Intervento di .Silvia. »

PersOnLine ha scritto:Non sembra proprio così tramontato.
Purtroppo la Sua ricerca, così come appare, non significa nulla.

L'associazione in+scuola è possibile in molti casi, soprattutto quelli che sono di fatto apparsi tra i risultati (e ai primi posti).

Es.:
(titolo di giornale)
Scandalo in scuola media milanese

Nell'esempio citato, è stato omesso l'articolo indeterminativo prima di scuola.
A te ricorro; e prego ché mi porghi mano
A trarmi fuor del pelago, onde uscire,
S'io tentassi da me, sarebbe vano.
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Bing [Bot] e 1 ospite