«(H)ascisc»

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9780
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

«(H)ascisc»

Intervento di Marco1971 »

Con o senza h, questa grafia mi disturba profondamente, perché secondo logica potrebbe leggersi solo come /aS'Sisk/ e non /aS'SiS/. Non sarebbe stato assennato, sin dal 1863 – data della prima attestazione in italiano –, assimilarlo completamente in asciscio/asciscia/ascisce?
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Andrea Russo
Interventi: 763
Iscritto in data: dom, 23 ott 2011 22:37

Intervento di Andrea Russo »

C'era già una discussione al riguardo: anch'io preferisco ascisce.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9780
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 »

Non la rammentavo... :oops:

E infatti c’è un esempio di Viani nel Battaglia, e scrive proprio ascisce. :)
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite