Liceità dei sostantivi maschili invariabili in «-a»

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G. M.
Interventi: 201
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 16:54

Liceità dei sostantivi maschili invariabili in «-a»

Intervento di G. M. » lun, 17 apr 2017 18:53

Mi scuso in anticipo se la mia domanda è banale, ma anche ricorrendo ai moderni strumenti di ricerca non sempre è facile trovare ciò che si cerca.

Mi sono reso conto (alla buonora, direte voi!) che gran parte dei sostantivi maschili invariabili con terminazione in -a (mi vengono in mente molti esempi zoologici: panda, lama, gorilla, cobra, barracuda, alpaca, impala...) sono adattamenti di parole straniere. È allora sorto spontaneamente un dubbio: forse non si tratta di adattamenti totali, bensì solo parziali, termini adattati nella pronuncia e nella scrittura ma non pienamente inseriti nel sistema morfologico dell'italiano.

Ecco dunque la domanda: tali sostantivi (maschili invariabili in -a) sono pienamente leciti in italiano? Oppure, secondo i principî del purismo strutturale, sarebbe più giusto dire i gorilli, i cobri, i barracudi, eccetera?

Avatara utente
G. M.
Interventi: 201
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 16:54

Intervento di G. M. » dom, 23 apr 2017 10:37

Perbacco, quasi cento visualizzazioni e nemmeno una risposta! Devo aver fatto una domanda imbarazzante...! :P

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4073
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » dom, 23 apr 2017 12:00

Provo a risponderle io, intanto. Il neopurismo «lascia libero corso […] ai forestierismi conformi al sistema fonologico italiano» (Enciclopedia dell’Italiano, «Neopurismo»). Pertanto, tutti i sostantivi che ha elencato sono accoglibili in italiano, senza ulteriori modifiche.

L’invariabilità è egualmente accettabile, anche in virtú del fatto che non ci sono sostantivi che possano fare da modello per un adattamento morfologico integrale. (Tranne eccezioni come i sostantivi in -ista o in -cida, che però sono esempi di suffissi [dotti, peraltro] e non di desinenze.)

Avatara utente
G. M.
Interventi: 201
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 16:54

Intervento di G. M. » lun, 24 apr 2017 17:21

La ringrazio. :)

Questa, dunque, la posizione di Migliorini. Lei sa – ma mi rivolgo anche agli membri del foro – se questa linea era condivisa anche da Castellani?

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4073
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » lun, 24 apr 2017 17:47

A quest’ultima domanda lascio rispondere i piú esperti del fòro.

Le faccio notare soltanto una cosa: tutti i nomi di animali che ha elencato sono invariabili secondo il DOP (lama, gorilla, cobra, alpaca), a eccezione di barracuda, che, in conformità con l’etimo, è considerato piú corretto come femminile e dunque ha un plurale regolare, barracude.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3604
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » lun, 24 apr 2017 18:19

G. M. ha scritto:Questa, dunque, la posizione di Migliorini. Lei sa – ma mi rivolgo anche agli membri del foro – se questa linea era condivisa anche da Castellani?
Direi anzi che questa è proprio la linea del Castellani, piú che del Migliorini.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti