«Uno ieri» o «un ieri»

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

«Uno ieri» o «un ieri»

Intervento di PersOnLine » ven, 09 mar 2018 0:18

Spontaneamente direi uno iettatore, uno iato, ma con ieri mi stona, grammaticalmente qual è la forma migliore?

Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Re: «Uno ieri» o «un ieri»

Intervento di Fausto Raso » ven, 09 mar 2018 1:20

PersOnLine ha scritto:Spontaneamente direi uno iettatore, uno iato, ma con ieri mi stona, grammaticalmente qual è la forma migliore?
Guardi qui.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3602
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » ven, 09 mar 2018 1:45

Veda anche qui. ;)

Carnby
Interventi: 3519
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » ven, 09 mar 2018 11:10

Un ïato, non uno iato, per favore. :wink:

Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » ven, 09 mar 2018 14:29

Carnby ha scritto:Un ïato, non uno iato, per favore. :wink:
Mi spiace, ma dissento totalmente: UNO iato.

A domande e risposte della Treccani si può leggere UNO iato.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3602
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » ven, 09 mar 2018 16:08

Onestamente, mi fido piú del DOP, caro Fausto, e ïato /iˈato/ è meglio di iato /ˈjato/ (…soprattutto per la parola che descrive l’omonimo fenomeno prosodico! ;)). E ïato con i vocalica (i.e. /i/) richiede un.

Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » sab, 10 mar 2018 0:24

Gentile Infarinato,
secondo la consulenza linguistica della Crusca la forma corretta è UNO iato.
Le faccio il copincolla: b) la forma uno si impiega in tutti quei casi in cui si impiegherebbe l'articolo determinativo forte lo, cioè davanti a parole di genere maschile che iniziano:
- per s complicata (cioè seguita da consonante): uno stivale, uno scovolino, uno spiffero, uno sforzo, uno sguardo;
- per s palatale: uno scemo, uno scivolo, uno scioglilingua;
- per n palatale: uno gnomo, uno gnocco;
- per z: uno zio, uno zoppo, uno zaffiro;
- per particolari gruppi consonantici come pn e ps: uno pneumatico, uno psicologo;
- per x (pronuncia [cs]): uno xilofono, uno xenofobo;
- per semiconsonante i: uno iato.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3602
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » sab, 10 mar 2018 2:56

Fausto Raso ha scritto:Gentile Infarinato,
secondo la consulenza linguistica della Crusca la forma corretta è UNO iato.
No, caro Fausto, solo quando iato sia considerato parola cominciante…
Fausto Raso ha scritto:per semiconsonante i: uno iato.
Ma, come abbiamo visto, la pronuncia semiconsonantica dell’i di iato non è la prima data dal DOP, e non è addirittura contemplata dal Vocabolario Treccani. E allora, se la pronuncia piú raccomandabile è quella con un i pienamente vocalico, l’allomorfo dell’articolo indeterminativo non può che essere un e non uno, proprio come diciamo un italiano e non *uno italiano. ;)

PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

Intervento di PersOnLine » sab, 10 mar 2018 11:58

Ma con ieri qual è la forma da preferire?

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3602
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » sab, 10 mar 2018 12:49

PersOnLine ha scritto:Ma con ieri qual è la forma da preferire?
Un, senz’alcun dubbio… I rimandi, però, se li legga. ;)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti