«Tutt’ora»/«tuttora» e «tutt’oggi»/«tuttoggi»

Spazio di discussione su questioni di grafematica e ortografia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Francesco94
Interventi: 98
Iscritto in data: lun, 15 ott 2018 13:06
Località: Roma, Italia

«Tutt’ora»/«tuttora» e «tutt’oggi»/«tuttoggi»

Intervento di Francesco94 »

Salve,

Nel titolo del filone in questione ho fatto una distinzione fra l'univerbazione di tuttora —usata nell'italiano contemporaneo— e l'univerbazione di tutt'oggi —usata nel secolo scorso.

Vorrei capire il motivo per il quale c'è questa netta distinzione ortografica e se ambo le forme sono accettabili nello scritto (sorvegliato) oggigiorno.
Esiste qualche nesso fra l'elisione e tale quesito?

Vi ringrazio anticipatamente.
Ultima modifica di Francesco94 in data ven, 09 ott 2020 22:58, modificato 3 volte in totale.
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3771
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Tutt’ora»/«tuttora» e «tutt’oggi»/«tuttoggi»

Intervento di Infarinato »

Francesco94 ha scritto: lun, 05 ott 2020 15:13 Vorrei capire il motivo per il quale c'è questa netta distinzione ortográfica se ambo le forme sono accettabili nello scritto (sorvegliato) oggigiorno.
Esiste qualche nesso fra l'elisione e tale quesito?
Come ci ricorda il DOP, è solo una questione d’uso (tuttora, tutt’oggi, a).

Ciò che invece è da evitarsi come la peste è l’accento acuto (fra l’altro del tutto superfluo su parole quali contemporaneo e ortografica) sulla a. ;)
Avatara utente
Francesco94
Interventi: 98
Iscritto in data: lun, 15 ott 2018 13:06
Località: Roma, Italia

Re: «Tutt’ora»/«tuttora» e «tutt’oggi»/«tuttoggi»

Intervento di Francesco94 »

Gentile Infarinato,
la ringrazio vivamente per aver sciolto questo mio dubbio.
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite