schiuso dall'uovo

Spazio di discussione su questioni di carattere sintattico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
rossella messina
Interventi: 51
Iscritto in data: mer, 09 apr 2008 11:25

schiuso dall'uovo

Intervento di rossella messina » sab, 30 mag 2009 12:11

Buongiorno. Ho letto "su Google" che Leopardi ha usato l'espressione: "l'uccello è schiuso dall'uovo". Si può ancora usare? Non è l'uovo, a schiudersi?
Grazie.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9561
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » sab, 30 mag 2009 13:59

È un’accezione particolare di schiudere (perlopiú con la particella pronominale):

Per estens. Uscire dall’uovo (un pulcino). (Battaglia)

Adoperarlo oggi, perché no, se il contesto lo permette (prosa letteraria). Nell’uso comune farebbe uno strano effetto.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
rossella messina
Interventi: 51
Iscritto in data: mer, 09 apr 2008 11:25

Intervento di rossella messina » sab, 30 mag 2009 22:01

E' un contesto scientifico (si parla di dinosauri) quindi penso di non poterlo usare... Allora devo dire "è uscito dall'uovo"?
Grazie

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9561
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » sab, 30 mag 2009 22:35

Mi pare la soluzione piú semplice ed efficace.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
rossella messina
Interventi: 51
Iscritto in data: mer, 09 apr 2008 11:25

Intervento di rossella messina » dom, 31 mag 2009 20:51

Grazie, lei è sempre gentilissimo e paziente...

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti