«Esser felici come non mai»

Spazio di discussione su questioni di carattere sintattico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Carnby
Interventi: 3542
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

«Esser felici come non mai»

Intervento di Carnby » ven, 19 giu 2009 1:17

Secondo voi è corretta questa costruzione? Oppure si dovrebbe dire «Esser felici come mai (prima d'ora)» o ancora riformulare l'intera frase?

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9561
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » ven, 19 giu 2009 2:34

Sí, è il ‘non’ espletivo, che non cambia il senso: è frase corretta.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9561
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » ven, 19 giu 2009 3:21

Giungo ora agli esempi. La LIZ[a] mi dà come prima attestazione Guicciardini:

Con le quali ragioni pretendendo sempre più oltre (come non mai si ferma la cupidità umana) cominciorono i pontefici a privare di quegli regni alcuni de’ re contumaci a’ loro comandamenti e a concedergli ad altri... (Guicciardini, Storia d’Italia, Lib. 4, cap. 12)

Saltando saltando, arrivo a D’Annunzio, il piú prodigo di ‘come non mai’ (23 ricorrenze su 31 in totale).

Trovai Giuliana molto abbattuta di forze, alterata nella salute, triste come non mai. (D’Annunzio, L’Innocente)
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Carnby
Interventi: 3542
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » dom, 21 giu 2009 2:00

Grazie! :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Google [Bot] e 1 ospite