ti ci?

Spazio di discussione su questioni di carattere sintattico

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » gio, 13 lug 2006 21:09

Non ho detto locativo...

...perché ti mostra a me... questa infatti è la piú semplice

...ti dipingeva a me... cioè "presso di me"

...ti portò via (= ti tolse) a me... dativo etico

...quando mi seggo ai tuoi piedi...

Le interpretazioni possono variare, ma quello che volevo dire è che sono (entrambi) semplici complementi oggetto o di termine solo in un caso.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9557
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » gio, 13 lug 2006 21:47

Federico ha scritto:Non ho detto locativo...
Infatti, ma ha detto «approssimativamente di luogo»...
Federico ha scritto:...ti dipingeva a me... cioè "presso di me"
Cosa significherebbe?
Federico ha scritto:...ti portò via (= ti tolse) a me... dativo etico
Forse abbiamo definizioni diverse, ma non vedo il dativo etico...

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » ven, 14 lug 2006 13:16

Vabbè, ho capito, inutile approfondire; comunque mi sembra normale che queste coppie risultino meno innaturali quando hanno un valore piú semplice.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9557
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » ven, 14 lug 2006 18:34

Ho rinvenuto alcuni esempi del tipo «Mi ti presento», col ti dativo (Mi presento a te):
Buon Roderigo, amico tuo sincero
Mi ti professo, né in piú forte ambascia
Soccorrerti potrei. (Boito, Otello)

E poi chiamerei infame quel giudice che rimandasse per innocente un’imputata od accusata perché la gli dicesse: io mi ti prostituirò; oppure: ti darò quanto è d’uopo perché altra ti si prostituisca. (Imbriani, V. Merope IV)
In italiano moderno, però, queste costruzioni sono piú rare, e sanno di letterario. Un bell’argomento di ricerca in storia della lingua (se già quest’aspetto non è stato studiato in maniera approfondita).

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » ven, 14 lug 2006 19:55

Ecco, mi ti professo è un po' come mi ti mostra, ma forse è solo perché ci sto facendo l'abitudine; ti si prostituisca invece ad esempio non causa nessun problema, perché il si fa praticamente parte del verbo e quindi non fa concorrenza al ti e non stona...

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9557
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » ven, 14 lug 2006 19:59

Devo ammettere ancora una volta che non capisco il suo modo di ragionare... :(

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite