Diffidare "di" o "da"?

Spazio di discussione su questioni di carattere sintattico

Moderatore: Cruscanti

Honorem Habens
Interventi: 15
Iscritto in data: mer, 20 mag 2009 22:38

Intervento di Honorem Habens » mer, 20 mag 2009 22:45

Diffidare "Da".

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9560
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » mer, 20 mag 2009 22:53

Donde trae tale sentenza? :?
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Honorem Habens
Interventi: 15
Iscritto in data: mer, 20 mag 2009 22:38

Intervento di Honorem Habens » mer, 20 mag 2009 22:56

Forse errai, ma sentii da qualche parte "Diffidate dalle imitazioni".
Nunc habui il dubbio, petam magistro.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9560
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » mer, 20 mag 2009 23:00

Sí, c’era scritto in una vecchia edizione del Devoto-Oli. Era un refuso (ormai corretto): diffidare si costruisce con ‘di’.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Honorem Habens
Interventi: 15
Iscritto in data: mer, 20 mag 2009 22:38

Intervento di Honorem Habens » mer, 20 mag 2009 23:02

Grazie per la correzione. ;)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite