«Mi batterei perché sia/fosse»?

Spazio di discussione su questioni di carattere sintattico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Sabrisax
Interventi: 46
Iscritto in data: lun, 04 giu 2018 18:34

«Mi batterei perché sia/fosse»?

Intervento di Sabrisax » mar, 07 mag 2019 12:07

Buongiorno!
Durante una conferenza stampa ho sentito dire:
"Se il progetto fosse cantierizzato, mi batterei perché non sia realizzato".
Nei giorni successivi, su una testata che trattava l'argomento, il presente del congiuntivo è diventato imperfetto (venisse realizzato).

Al di là del passaggio da "essere" a "venire", secondo voi chi ha rispettato la consecutio?

Grazie!

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Re: «Mi batterei perché sia/fosse»?

Intervento di Marco1971 » mar, 07 mag 2019 18:41

Come abbiamo visto qui, nel periodo ipotetico dell’irrealtà si adopera di norma il congiuntivo imperfetto (e possiamo dire che con questo siamo al riparo dagli strali di chiunque «non sappia»). Il piú delle volte, l’uso del congiuntivo presente in un simile contesto sintattico produce risultati marginali (come nell’esempio visto di là: «??Se proprio volesse bere, basterebbe che prenda la bottiglia»). Tuttavia, in certi casi – come in questo che lei ci propone – il congiuntivo presente permette di esprimere una volontà con maggiore recisione, come per renderla piú presente, piú viva, piú «reale». E qui proprio di esternare energicamente la propria opposizione si tratta. Di contro al neutro

(1) Se il progetto fosse cantierizzato, mi batterei perché non fosse/venisse realizzato

in cui l’idea di battersi contro qualcosa viene resa in maniera blanda, la formulazione

(2) Se il progetto fosse cantierizzato, mi batterei perché non sia/venga realizzato!

accentua viepiú la partecipazione emotiva del locutore (che ho reso graficamente per mezzo del punto esclamativo), come in quest’altro esempio pescato in rete:

(3) Se avessi un figlio gay, farei di tutto perché sia migliore di me e sia felice

nel quale si sarebbe potuto impiegare il congiuntivo imperfetto, ma con minor efficacia espressiva.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Sabrisax
Interventi: 46
Iscritto in data: lun, 04 giu 2018 18:34

Re: «Mi batterei perché sia/fosse»?

Intervento di Sabrisax » mar, 07 mag 2019 22:03

Ritenevo anche io che entrambe le soluzioni fossero valide, ma dopo la conferma del sempre esauriente Marco - che saluto e ringrazio - non c'è più spazio per i dubbi. Alla prossima!

roginum
Interventi: 3
Iscritto in data: mer, 22 feb 2017 13:51

Re: Vada/andasse a lavorare - Si occupi/occupasse del suo lavoro...

Intervento di roginum » dom, 19 mag 2019 23:46

Buonasera, io sono un nuovo utente, in realtà tanto nuovo non sono. Mi sono registrato parecchio tempo fa, questo è il mio primo intervento; ringrazio l'amministratore e gli amministratori di questo portale per aver realizzato un sito molto utile. E un grazie va a coloro che, assiduamente, contribuiscono a mantenerlo vivo.
Mi scuso con voi tutti per questa mia intrusione, perdonatemi se il mio primo messaggio compare qui e se ho scelto di presentarmi proprio in questo filone.
Qualche giorno fa mi sono imbattuto in questa interessante discussione e volevo qui chiedere un chiarimento al signor Marco1971 (ma se qualcun altro è in grado di offrirmelo lo accetto volentieri).
Qui riporto una parte dell'intervento del moderatore Marco, perché il mio quesito si impernia sulla risposta che ha fornito.
Marco1971 ha scritto:
mar, 07 mag 2019 18:41
(…)Tuttavia, in certi casi – come in questo che lei ci propone – il congiuntivo presente permette di esprimere una volontà con maggiore recisione, come per renderla piú presente, piú viva, piú «reale». E qui proprio di esternare energicamente la propria opposizione si tratta. Di contro al neutro

(1) Se il progetto fosse cantierizzato, mi batterei perché non fosse/venisse realizzato

in cui l’idea di battersi contro qualcosa viene resa in maniera blanda, la formulazione

(2) Se il progetto fosse cantierizzato, mi batterei perché non sia/venga realizzato!

accentua viepiú la partecipazione emotiva del locutore (che ho reso graficamente per mezzo del punto esclamativo), come in quest’altro esempio pescato in rete:

(3) Se avessi un figlio gay, farei di tutto perché sia migliore di me e sia felice

nel quale si sarebbe potuto impiegare il congiuntivo imperfetto, ma con minor efficacia espressiva.

Vi sottopongo due enunciati, aventi il congiuntivo presente e imperfetto.

1. [a] (Egli) Andasse a lavorare invece di perdere tempo.
1. [ b] (Egli) Vada a lavorare invece di perdere tempo.

2. [a] (Egli) Si occupasse del suo lavoro anziché intromettersi in questioni altrui.
2. [ b] (Egli) Si occupi del suo lavoro anziché intromettersi in questioni altrui.

Entrambi i congiuntivi in queste due frasi sono accettabili e rendono gli enunciati grammaticali. Mi pare che su questo non ci piova.
Ciò che mi sento di domandare al signor Marco è:
da quello che ho capito, il congiuntivo imperfetto rende l'affermazione blanda, leggera, senza alcuna carica emotiva, non è molto efficace; mentre il congiuntivo presente rende l'affermazione più energica, più "sostanziosa", più efficace. Il discorso che lei ha fatto a Sabrisax è valido anche per le mie frasi qui che sopra ho elencato contenenti i congiuntivi all'inizio di ogni proposizione? (Anche se i congiuntivi sono posti all'inizio non cambia nulla oppure cambia qualcosa?)

Mi perdoni per la (forse) banale domanda, ma ho questo dubbio e lo volevo sottoporre all'attenzione pubblica.

Ringrazio anticipatamente Marco e/o coloro che insieme o al suo posto vorranno rispondermi. :)

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3604
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: Vada/andasse a lavorare - Si occupi/occupasse del suo lavoro...

Intervento di Infarinato » lun, 20 mag 2019 0:15

roginum ha scritto:
dom, 19 mag 2019 23:46
Vi sottopongo due enunciati, aventi il congiuntivo presente e imperfetto.

1. [a] (Egli) Andasse a lavorare invece di perdere tempo.
1. [ b] (Egli) Vada a lavorare invece di perdere tempo.

2. [a] (Egli) Si occupasse del suo lavoro anziché intromettersi in questioni altrui.
2. [ b] (Egli) Si occupi del suo lavoro anziché intromettersi in questioni altrui.

Entrambi i congiuntivi in queste due frasi sono accettabili e rendono gli enunciati grammaticali. Mi pare che su questo non ci piova.
E invece ci diluvia, caro Roginum: qui non si tratta di finali o di completive, sibbene di proposizioni principali contenenti un congiuntivo esortativo, e in italiano il congiuntivo esortativo è solo presente.

In italiano regionale genericamente centromeridionale [non toscano, però] si usa piú spesso l’imperfetto, di qui l’uso che ne fanno certi politici di oggi, ma è sbagliato.

P.S. Benvenuto! :D

roginum
Interventi: 3
Iscritto in data: mer, 22 feb 2017 13:51

Re: «Mi batterei perché sia/fosse»?

Intervento di roginum » lun, 20 mag 2019 12:10

Io seguo abbastanza la politica (malgrado la sfiducia che aleggia nell'aria), ho notato infatti che nei dibattiti televisivi e nelle dirette, qualche politico (ma anche qualche giornalista) usa il congiuntivo imperfetto al posto del congiuntivo presente in frasi come quelle che sopra vi ho illustrato.

La ringrazio Infarinato per avermi corretto e chiarito la questione.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Re: «Mi batterei perché sia/fosse»?

Intervento di Marco1971 » lun, 20 mag 2019 13:13

Infarinato mi ha preceduto, esponendo in maniera limpida quello che avevo preparato ieri sera, e non c’è su questo altro da aggiungere, se non che il congiuntivo imperfetto appartiene all’italiano senz’aggettivi quand’è ottativo, cioè quando esprime un desiderio: Magari fosse vero!, Non l’avessi mai detto!, ecc.

Benvenuto anche da parte mia. :)
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

roginum
Interventi: 3
Iscritto in data: mer, 22 feb 2017 13:51

Re: «Mi batterei perché sia/fosse»?

Intervento di roginum » lun, 20 mag 2019 19:26

Grazie mille Marco!

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Bing [Bot] e 1 ospite