«Il primo giorno in cui ero»

Spazio di discussione su questioni di carattere sintattico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Vinci
Interventi: 118
Iscritto in data: gio, 31 lug 2014 22:40

«Il primo giorno in cui ero»

Intervento di Vinci » ven, 14 giu 2019 8:51

Buongiorno! Vi chiedo, cortesemente, lumi riguardo a questa frase "Il primo ricordo di cui ti voglio parlare, è di sicuro il primo giorno di scuola, in cui ero molto agitata e impaurita". E' corretto usare "in cui"? Grazie in anticipo. Saluti :)

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Re: «Il primo giorno in cui ero»

Intervento di Marco1971 » ven, 14 giu 2019 10:22

Sí, è corretto.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Vinci
Interventi: 118
Iscritto in data: gio, 31 lug 2014 22:40

Re: «Il primo giorno in cui ero»

Intervento di Vinci » ven, 14 giu 2019 11:26

Grazie mille!!!

Vinci
Interventi: 118
Iscritto in data: gio, 31 lug 2014 22:40

Re: «Il primo giorno in cui ero»

Intervento di Vinci » ven, 14 giu 2019 11:30

Scusa se approfitto della tua disponibilità, ma nella frase " Ti sei persa una gita bellissima, dove siamo andati a Napoli" quel "dove" è sbagliato? Grazie mille!

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Re: «Il primo giorno in cui ero»

Intervento di Marco1971 » ven, 14 giu 2019 12:00

Gentile Vinci,

Prima di tutto, mi permetto di invitarla a leggere le regole del nostro foro, in particolare i punti 8 e 10.

Sí, quel dove è sbagliato perché qui è pronome relativo privo di antecedente; sarebbe corretto in

Napoli, dove siamo stati ieri, è una bella città

in cui dove fa riferimento a Napoli (antecedente).

La frase potrebbe scriversi in questo modo:

Ti sei persa una gita bellissima, in occasione della quale siamo stati a Napoli, oppure

Ti sei persa una gita bellissima, che ci ha permesso di visitare Napoli, ecc.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Vinci
Interventi: 118
Iscritto in data: gio, 31 lug 2014 22:40

Re: «Il primo giorno in cui ero»

Intervento di Vinci » ven, 14 giu 2019 12:21

Gent.le sig. Marco, La ringrazio per avermi indicato la lettura del regolamento e soprattutto per aver chiarito il mio dubbio

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Bing [Bot] e 2 ospiti