Concordanza

Spazio di discussione su questioni di carattere sintattico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1632
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Concordanza

Intervento di Roberto Crivello » gio, 01 mar 2007 0:50

Nella frase

"Se la vasca idromassaggio si spegne a causa di questo errore, è probabile che uno dei sensori (o entrambi) rilevi la temperatura con un errore di alcuni gradi."

che traduce l'inglese "If the spa shuts down due to this error, one (or both) of the sensors are probably reading several degrees off."

concordereste "rilevare" con "uno dei sensori", quindi alla terza persona singolare, o con "entrambi", quindi al plurale?

Problemini così capitano spesso nelle traduzioni tecniche.
:wink:

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9557
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » gio, 01 mar 2007 0:56

Come ho già risposto in privato a Roberto, io concorderei al singolare, perché la parentetica è sintatticamente slegata dal resto della frase. E ho appena trovato conferma nella GGIC. :)
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1632
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » gio, 01 mar 2007 1:02

Infatti Marco mi ha detto che avrebbe cercato di procurarsi i riferimenti all'osservazione, che mi pare interessante, che il contenuto delle parentesi normalmente non influisce sulla sintassi della frase. Aspetto dunque. :wink:

Ad esempio, se la frase fosse stata "one of the sensors (and/or one of the lights) shows..." si potrebbe preferire "uno dei sensori (e/o una delle spie) indicano" a causa della presenza del famigerato "e/o", quindi in questo caso il contenuto della parentesi influirebbe. O no?

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9557
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » gio, 01 mar 2007 2:50

Veramente la parentesi costituisce una pausa nella frase, che le dà uno statuto a sé, avulso dal flusso della frase in cui è inserita (e questo vale anche, ovviamente, per gl’incisi inquadrati da lineette). La GGIC giustamente contrassegna coll’asterisco queste frasi:

*Era felice dell’invito – e seccata della telefonata – che erano arrivati quella mattina.

*Era felice dell’invito (e seccata della telefonata) che erano arrivati quella mattina.

Un inciso è un inciso. Togliendo parentesi e lineette le frasi tornano grammaticali.
Ultima modifica di Marco1971 in data gio, 01 mar 2007 3:29, modificato 1 volta in totale.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1632
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » gio, 01 mar 2007 3:26

Nella sua Grammatica italiana Luca Serianni, parlando in XIV.258 dell'uso delle incidentali (non tratta però dell'argomento di cui sopra) dice che servono anche a realizzare un'epanortosi e dà questo esempio di Bufalino da Diceria dell'untore: "ma lei, a questa notizia, o dovrei dire sesamo e strenna, che la sera sembrava offrirci, oppose un acquiescente, inerte profilo".

Quindi sesamo e strenna dovrebbe modificare o capovolgere l'affermazione precedente, ossia a questa notizia. Ciò nonostante ancora mi sfugge il significato di sesamo e strenna, espressione che non ho mai incontrato. Chi può illuminarmi?

Uri Burton
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 28 dic 2004 7:54

SESAMO E STRENNA

Intervento di Uri Burton » gio, 01 mar 2007 7:55

Roberto Crivello ha scritto:Nella sua Grammatica italiana Luca Serianni, parlando in XIV.258 dell'uso delle incidentali (non tratta però dell'argomento di cui sopra) dice che servono anche a realizzare un'epanortosi e dà questo esempio di Bufalino da Diceria dell'untore: "ma lei, a questa notizia, o dovrei dire sesamo e strenna, che la sera sembrava offrirci, oppose un acquiescente, inerte profilo".

Quindi sesamo e strenna dovrebbe modificare o capovolgere l'affermazione precedente, ossia a questa notizia. Ciò nonostante ancora mi sfugge il significato di sesamo e strenna, espressione che non ho mai incontrato. Chi può illuminarmi?
Penso voglia dire che più che d’una semplice notizia s’è trattato d’una fortuna miracolosa, d’un regalo portato da Babbo Natale. (Sesamo: da apriti sesamo.) Mi sembra ben detto: efficace come epanortosi.
Cordialmente,
Uri Burton

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti