«Perciò», «però» e «pertanto»

Spazio di discussione su questioni di lessico e semantica

Moderatore: Cruscanti

Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

«Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Buongiorno a tutti cruscanti,
in generale, anche se non in italiano contemporaneo, le congiunzioni perciò, però e pertanto sono intercambiabili (correggetemi se sbaglio). Essi, infatti, possono avere e valore avversativo e valore conclusivo. Vorrei ora porre un paio di quesiti:
1) essi, quando preceduti dall'avverbio pleonastico non, hanno sempre valore avversativo; quest'uso è tipico con pertanto, raro con perciò, ma è forse possibile pure con però?
2) essi, quando preceduti dalla congiunzione e (sempre pleonastica?) hanno e valore conclusivo e valore avversativo (in realtà non ne sono certo per e perciò); è forse possibile questo costrutto anche con pertanto?
Graffiacane
Interventi: 57
Iscritto in data: ven, 30 lug 2021 11:21

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Graffiacane »

Buongiorno a lei.
1) Il Treccani in linea non fa menzione di non però.
2) Sempre secondo il Treccani in linea, e però ha solo valore conclusivo (la e servirebbe proprio a evitare ambiguità interpretative); per quanto riguarda e perciò, e pertanto, non mi risulta un valore avversativo.
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Graffiacane ha scritto: mer, 18 ago 2021 9:51 1) Il Treccani in linea non fa menzione di non però.
Grazie mille, effettivamente neanch'io l'ho trovato da nessuna parte.
Graffiacane ha scritto: mer, 18 ago 2021 9:51 2) Sempre secondo il Treccani in linea, e però ha solo valore conclusivo (la e servirebbe proprio a evitare ambiguità interpretative)
È vero che usualmente si usa per evitare ambiguità, pur tuttavia può talvolta anche essere adoperato con valore avversativo; stando almeno a quanto è detto nel GDLI: http://www.gdli.it/JPG/GDLI05/00000216.jpg
Graffiacane ha scritto: mer, 18 ago 2021 9:51 per quanto riguarda e perciò, e pertanto, non mi risulta un valore avversativo.
Grazie mille per l'osservazione. È dunque possibile usare e per tanto con valore conclusivo?
Graffiacane
Interventi: 57
Iscritto in data: ven, 30 lug 2021 11:21

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Graffiacane »

Grazie a lei per il rimando al GDLI; in effetti, mi sovviene d'un uso avversativo di epperò da parte di Gianni Brera (spero di riuscire a recuperare il passo).
A mio avviso, l'uso conclusivo di e pertanto è del tutto lecito; al riguardo, va sottolineato che pertanto è considerato dalle grammatiche piú aggiornate una congiunzione testuale, vale a dire un connettivo che, a differenza delle congiunzioni vere e proprie:
  • ha collocazione mobile;
  • può essere associato alle vere congiunzioni (come e).
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Grazie mille a Lei 😀
Graffiacane
Interventi: 57
Iscritto in data: ven, 30 lug 2021 11:21

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Graffiacane »

Ci mancherebbe, grazie a Lei per il frugifero confronto! :)
Ho comunque recuperato la citazione breriana che corrobora l'uso avversativo di e però (preciso che verrou significa «catenaccio»):
Il verrou evolveva semplicemente il metodo a W mantenendo due terzini centrali d'area e però marcando a uomo. (Gianni Brera, La leggenda dei mondiali, 1990)
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Gran mercé!
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Vorrei aggiungere un'altra espressione con significati analoghi: per questo. Può essere per questo operato, oltreché con valore conclusivo, pure con valore avversativo (come avviene con però)?
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 4058
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Infarinato »

Direi proprio di no.
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Perché no? La voce nonperquesto è presente nel GDLI col significato di nondimeno, inoltre viene usato non per questo con valore avversativo sempre nel GDLI. La preposizione per può avere valore concessivo, cosicché è lecito logicamente che per questo possa significare nonostante questo. Tra l'altro ho trovato, sempre nel GDLI, l'espressione non però col significato di non per questo.
Ultima modifica di Carlo_Porta04 in data dom, 17 ott 2021 12:57, modificato 1 volta in totale.
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 4058
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Infarinato »

Carlo_Porta04 ha scritto: sab, 16 ott 2021 23:34 La preposizione per può avere valore concessivo, cosicché è lecito logicamente che per questo possa significare nonostante questo.
Assolutamente no: non sequitur. La preposizione per può avere valore concessivo solo in casi particolari, non di certo in per questo.
Carlo_Porta04 ha scritto: sab, 16 ott 2021 23:34 Tra l'altro ho trovato, sempre nel GDLI, l'espressione non però col significato di non per questo.
Certo, perché in passato però poteva avere anche l’originario valore causale. ;)
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Infarinato ha scritto: dom, 17 ott 2021 1:41 Certo, perché in passato però poteva avere anche l’originario valore causale. ;)
Scusi, con valore causale intende quindi quello conclusivo, giusto? (Scusi l'ingenua domanda).
Comunque, nel GDLI, fra i valori di per, c'è pure quello avversativo (punto 24) col significato di nonostante. Ora, ci sono soltanto esempî molto antichi, cosicché mi fa pensare che l'uso sia assai forzato. Insisto molto su questo punto perché la parola però deriva dal latino per hoc, cioè per questo, inoltre in per ciò si ha sempre il raro valore avversativo di per, cosí come in per tanto. In tutti i casi, la preposizione può avere e valore conclusivo e valore avversativo ed è seguita da un sostantivo con valore neutro facente riferimento al detto prima, cosicché mi pareva che per questo, avendo una struttura analoga (identica addirittura a però), dovesse avere gli stessi usi per regolarità.
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 4058
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Infarinato »

Carlo_Porta04 ha scritto: dom, 17 ott 2021 12:53 Scusi, con valore causale intende quindi quello conclusivo, giusto?
No, intendo proprio causale, di cui quello conclusivo è una sorta di sottocaso.
Carlo_Porta04 ha scritto: dom, 17 ott 2021 12:53 In tutti i casi, la preposizione può avere e valore conclusivo e valore avversativo ed è seguita da un sostantivo con valore neutro facente riferimento al detto prima, cosicché mi pareva che per questo, avendo una struttura analoga (identica addirittura a però), dovesse avere gli stessi usi per regolarità.
È molto pericoloso applicare criteri neogrammaticali in assenza di attestazioni dell’uso reale: in questo caso, la sua è un’ipotesi teorica contraddetta dai fatti. :)
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Grazie mille per le sue considerazioni, effettivamente le mie sono solo derivazioni teoriche senza alcun riscontro nell'uso (tanto ho cercato, nulla ho trovato). :mrgreen:
Carlo_Porta04
Interventi: 145
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Perciò», «però» e «pertanto»

Intervento di Carlo_Porta04 »

La pericolosità deriva dal fatto che ci possano essere malintesi?
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite