«Femminismo»

Spazio di discussione su questioni di lessico e semantica

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Carlo_Porta04
Interventi: 158
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

«Femminismo»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Buon giorno a tutti cruscanti,
a proposito della giornata della violenza contro le donne, avrei una questione da proporre —squisitamente terminologica— riguardo alla parola femminismo. Vorrei chiedere se esistesse un termine piú appropriato all'ideologia sottesa dalla parola in esame: oltre a indicare il movimento a piú ondate che propugnò la rivendicazione dei diritti delle donne, oggi il femminismo è infatti inteso piú come movimento propugnante la parità dei diritti tra uomini e donne. Il significante della parola, non ostante, è fuorviante e non coincide colla spassionata eguaglianza dei sessi: per esempio, quand'ero piccolo e non ne conoscevo il significato, intuii dal significante che fosse un movimento che si contrapponesse al maschilismo e che quindi fosse altrettanto sbagliato. Chiedo dunque se esista un termine con significato similare che però non sia fuorviante e sia in vece neutro e anzi paritario come la parità propugnata. Nel caso in cui non esista, quali proposte muovereste?
Avatara utente
G. M.
Interventi: 680
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Femminismo»

Intervento di G. M. »

Concordo con le sue osservazioni, che ho fatto anch'io qualche tempo fa; proporrei antisessismo. :) Parlo di questo in un mio testo recente; copincollo direttamente il brano con le mie considerazioni:
[...] Riassumendo, oggi la parola femminismo si presta a fraintendimenti per due motivi:
  1. è un’etichetta molto ampia, sotto la quale si possono intendere significati assai diversi, anche contrastanti, sentiti taluni come positivi, talaltri come negativi;
  2. si percepisce una simmetria esteriore col termine maschilismo, in contrasto con l’effettivo significato dei due termini e il giudizio morale implicato, fortemente dissimmetrico.
Prevedibilmente, sono perlopiù i maschi ad essere infastiditi dalla dissimmetria.

La confusione dei significati è problematica perché, diversamente dal caso del maschile inclusivo (§ 4.1), nell’uso comune non esistono modi agevoli e condivisi per distinguere tra i vari significati e sfumature. Si potrebbe parlare di femminismo buono e femminismo cattivo, ma introdurremmo un nuovo giudizio morale, che qualcuno (per esempio chi ricade nel secondo gruppo) naturalmente e comprensibilmente non condividerebbe.

Tutta la questione si potrebbe risolvere facilmente, a parer mio, introducendo nell’uso la parola antisessismo, immediatamente comprensibile a un italofono, e lasciando femminismo alle sue connotazioni (o direttamente denotazioni) non neutre, in maggiore simmetria con maschilismo.

È vero che le donne sono state e sono tuttora la parte svantaggiata, e quindi l’elemento femmin- ha una giustificazione più che ragionevole. Tuttavia —se lo scopo del movimento è una vera parità, imparziale— questo è un elemento contingente, non sostanziale. [...]

Vediamo un caso analogo. Quando si parla di razzismo, qui in Europa, si intende soprattutto quello contro i popoli nativi dell’Africa subsaariana, i neri o negri (questo secondo termine oggi spesso connotato negativamente ed evitato, per influenza dell’inglese77). La posizione di chi si oppone a questo tipo di discriminazione, tuttavia, non trae il nome dal fatto contingente che si vogliono aiutare (specialmente) i neri, bensì, più saggiamente, fin dal nome indica il suo fondamento nel desiderio di contrastare qualunque tipo di discriminazione razziale, non solo quella più frequente in questo momento o nella nostra storia: chi fa proprio questo impegno parla così di antirazzismo, non di ne(g)rismo. [...]
Carlo_Porta04
Interventi: 158
Iscritto in data: dom, 27 dic 2020 2:50

Re: «Femminismo»

Intervento di Carlo_Porta04 »

Grazie mille per l'esauriente risposta, ha colto nel segno ogni mio dubbio, la proposta è poi assai efficace.
Avatara utente
G. M.
Interventi: 680
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Femminismo»

Intervento di G. M. »

Grazie a lei, mi fa molto piacere. :)
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti