«Defatigamento»

Spazio di discussione su questioni di lessico e semantica

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Noctisdomina
Interventi: 322
Iscritto in data: dom, 15 set 2019 2:31

«Defatigamento»

Intervento di Noctisdomina »

Buonasera,
oggi ho pronunciato la frase Non puoi ascrivere a mia colpa il tuo defatigamento, scoprendo successivamente, con somma sorpresa, che il deverbale defatigamento non è attestato in alcuna opera lessicografica.
Ciò malgrado, il procedimento di formazione del sostantivo può essere legittimato?
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 10414
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Re: «Defatigamento»

Intervento di Marco1971 »

Siccome esiste il verbo defatigare, il deverbale in -mento è del tutto regolare.

È registrata poi una variante, con un significato piú specifico: defaticamento.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3877
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Defatigamento»

Intervento di Carnby »

Defatigamento è palesemente un refuso per defaticamento; se esistesse avrebbe un significato pressoché opposto a defaticamento (‘affaticamento’ contro ‘riduzione della fatica’).
Noctisdomina
Interventi: 322
Iscritto in data: dom, 15 set 2019 2:31

Re: «Defatigamento»

Intervento di Noctisdomina »

Appunto, l'interlocutore non mi avrebbe potuto attribuire la responsabilità del suo affaticamento.
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti