«Paremiografo» e «paremiologo»

Spazio di discussione su questioni di lessico e semantica

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

«Paremiografo» e «paremiologo»

Intervento di Fausto Raso » lun, 16 lug 2018 15:25

Forse sarò in errore. Alcuni vocabolari consultati attestano "paremiografo" e "paremiologo" con il medesimo significato: esperto, studioso di paremiologia ("scienza dei proverbi"). A mio modo di vedere i due termini hanno significati distinti: il primo sostantivo dovrebbe indicare colui che raccoglie (o scrive) i proverbi; il secondo la persona che "li studia". Essendo composti, il primo, con le voci greche "paroimía" (proverbio) e "-grahos" ("che scrive"); il secondo con "paroimía" e "-logos" ("scienza", "discorso").
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite