«Essere compatibile con»

Spazio di discussione su questioni di lessico e semantica

Moderatore: Cruscanti

Teo
Interventi: 140
Iscritto in data: dom, 16 apr 2006 9:47
Località: Roma

«Essere compatibile con»

Intervento di Teo » ven, 17 ago 2018 10:51

Un altro anglicismo, benché anch'esso "camuffato" (nel senso che si tratta di una trasformazione semantica di un'espressione italiana sotto l'influenza dell'uso inglese), che sta quasi dilagando, è "essere compatibile con" (da "to be compatible with") nel senso di "essere causato da" o anche "causare", "dipendere da".
Ultima modifica di Teo in data ven, 17 ago 2018 21:05, modificato 1 volta in totale.
Teo Orlando

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1636
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » ven, 17 ago 2018 17:10

Esempi?

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9561
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » ven, 17 ago 2018 17:22

Siamo sicuri che to be compatible with, in inglese, possa significare essere causato da, dipendere da? Dai dizionari monolingui che ho consultato, non parrebbe proprio.

Comunque non mi stupirebbe che si attribuisca un significato inesistente a una parola inglese.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1636
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » ven, 17 ago 2018 17:43

Infatti per quel che ne so questa accezione in inglese non esiste, ma senza vedere esempi concreti dell'uso (dilagante???) in italiano, è difficile capire quale sia il problema.

PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

Intervento di PersOnLine » ven, 17 ago 2018 20:31

Non ho trovato esempi concreti, ma, rifacendoci un recente tragico fatto di cronaca, credo che una frase plausibile potrebbe essere: "Il crollo del ponte è compatibile con il cedimento di uno degli stralli della campata centrale", dove il nesso di causa-effetto è implicito nella dinamica dello svolgersi degli eventi.

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1636
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » ven, 17 ago 2018 22:01

Penso che a tavolino si possano costruire frasi di qualsiasi tipo. Aspettiamo di vedere qualche riferimento a usi effettivi, direi.
Ultima modifica di Roberto Crivello in data ven, 17 ago 2018 22:40, modificato 1 volta in totale.

Teo
Interventi: 140
Iscritto in data: dom, 16 apr 2006 9:47
Località: Roma

Intervento di Teo » ven, 17 ago 2018 22:32

Ho trovato due usi "giornalistici" nella cronaca giudiziaria, dove "essere compatibile con" equivale, grosso modo, a "essere probabilmente causato da" o "essere una possibile causa di" (si noti, per così dire, la "bidirezionalità" dell'espressione).

Il primo: https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/1 ... e/3089000/

Se si volesse comunque sorvolare sul fatto che alcuni testimoni, tra cui lo stesso Bigioggero, sono stati ritenuti “apoditticamente inattendibili” dalla Corte d’Assise di Varese, per la procura generale a determinare le accuse contro gli imputati rimane il “riscontro oggettivo” di “alcune lesioni riscontrate sul cadavere di Uva non riconducibili a condotte autolesionistiche. In particolare la lesione sulla sommità della fronte non è compatibile con un volontario urto frontale e quella alla base della piramide nasale non è compatibile con l’urto contro una superficie piana”.

Il secondo: https://www.ilrestodelcarlino.it/rimini ... -1.3860385

Ma un’altra pista viene seguita ed è quella che porta a due albanesi, di poco più di 20 anni. Mercoledì sera sono stati intercettati e catturati dai carabinieri a bordo di una Tiguan nera, a pochi metri dal ponte del delitto. Una coincidenza? A bordo avevano un revolver «Smith& Wesson» calibro 357 da sette colpi, con un proiettile dello stesso calibro e due bossoli inseriti ancora nel tamburo. Ma, stando agli inquirenti, la pistola sequestrata non è compatibile con le ferite riportate dal senegalese. I due albanesi sarebbero gli autori di un’altra misteriosa sparatoria avvenuta a Santarcangelo. Gli interrogativi restano.
Teo Orlando

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1636
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » ven, 17 ago 2018 22:46

Interessante questa estensione semantica. Ma cosa le fa pensare che avvenga per influsso dell'inglese?

Teo
Interventi: 140
Iscritto in data: dom, 16 apr 2006 9:47
Località: Roma

Intervento di Teo » sab, 18 ago 2018 7:46

Roberto Crivello ha scritto:Interessante questa estensione semantica. Ma cosa le fa pensare che avvenga per influsso dell'inglese?
Occorrenze (o ricorrenze?) come questa: https://www.thedailybeast.com/at-knox-t ... ne-convict

Last week Francesco Introna, a private coroner hired by Sollecito’s defense team, also testified that he believes only one person killed Kercher, despite the 47 cuts and bruises on her body. He used a mannequin head into which he plunged a real knife to demonstrate that her wound was compatible with the knife found on Guede in Milan days before Kercher was murdered and not the knife found in Sollecito’s apartment with Knox’s DNA on the handle and Kercher’s on the blade. He also showed how one person could have restrained Kercher from behind, suffocating and threatening her with the knife before stabbing her.
Teo Orlando

valerio_vanni
Interventi: 921
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Intervento di valerio_vanni » sab, 18 ago 2018 14:27

Secondo me "essere compatibile" significa sempicemente "essere compatibile". Collimare, combaciare, essere associabile.

Secondo me il passaggio al discorso causale arriva in maniera implicita dal contesto, non dall'espressione in sé.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4122
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 18 ago 2018 19:46

Concordo con Valerio. Nell’esempio riportato in inglese mi pare si voglia semplicemente dire che la ferita mostrava una forma congruente con quella del coltello trovato addosso all’uomo arrestato.

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » lun, 20 ago 2018 11:14

Concordo. Se scrivo un articolo scientifico in italiano, sulle mie materie, è più facile che dica "i dati sono compatibili con la tale ipotesi" che non "i dati mostrano che..." oppure "questo elemento è la causa di".
C'è una profonda differenza concettuale, di metodo scientifico.
Nel primo caso, propongo un'ipotesi, che non sono in grado di dimostrare, ma che concorda con gli elementi noti, che non può essere scartata alla luce di questi. Il tutto rimane sospeso, non posso dare un giudizio, ma raccolgo ed espongo quanto osservo effettivamente, aggiungendo una serie di considerazioni.
Nel secondo, ho già tratto le mie conclusioni, ho non solo i dati grezzi, ma anche tutte le controprove che mi permettono di escludere qualsiasi altra teoria/ipotesi/soluzione, quindi affermo, sulla base dei dati, che un certo fenomeno si è svolto così e cosà, perché non c'è nulla - al momento - che possa provare il contrario.

Tendenzialmente - dato che nel mio caso le rocce non possono "confessare" - non userei mai la seconda formula, ma sempre e comunque esprimerei un giudizio di compatibilità e basta.
Nel caso di un delitto, invece, la seconda formula può essere usata, ma solo dal giudice nel momento in cui emetta ufficialmente la condanna.

Se poi i "colpevolisti da tastiera" vogliono leggere nella prima forma un'automatica condanna di quello che loro pensano sia il colpevole... beh, in ciò credo che non c'entri né l'inglese né l'italiano, ma solo la volontà inconscia di vedere quello che ci si aspetta di vedere.

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » lun, 20 ago 2018 16:34

domna charola ha scritto:Se poi i "colpevolisti da tastiera" vogliono leggere nella prima forma un'automatica condanna di quello che loro pensano sia il colpevole... beh, in ciò credo che non c'entri né l'inglese né l'italiano, ma solo la volontà inconscia di vedere quello che ci si aspetta di vedere.
Mi sono preso la libertà di evidenziare quello che ritengo il punto saliente di tutta la discussione.
La formula è compatibile con significa semplicemente non esclude (che è l'espressione che userei io). Questa "nuova" espressione, evidentemente, gode dell'effimero favore della moda (come è accaduto, non molto tempo fa, quando combinato disposto ha soppiantato, almeno giornalisticamente, il caro vecchio effetto combinato) e oggi molti la ripetono senza neanche pensare a quello che dicono. Dall'altra parte, con perfetta simmetria, molti la ascoltano senza soffermarsi sul significato proprio delle parole, e il concetto di è compatibile/non esclude diventa quasi una litote, una forma sfumata e diplomatica per dire è causa/implica.
Come dovrebbe essere superfluo ricordare, semanticamente e logicamente non è così, ma tant'è...
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » lun, 20 ago 2018 18:20

C'è peraltro una diversa sfumatura, per lo meno nell'uso scientifico, fra "è compatibile con" e "non esclude".
Nel primo caso i due dati che si considerano vanno d'accordo l'uno con l'altro. Nel secondo invece si sottolinea che, nonostante tutta una serie di altri elementi, il dato considerato potrebbe andare d'accordo con l'altro citato.
Sottili sfumature, ma che rendono bella la lingua, e che divengono essenziali per una comunicazione efficace.

La percezione comune invece, ahimè, va altrove...

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1636
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » lun, 20 ago 2018 21:18

Ho chiesto a una mia collega madrelingua inglese e mi dice che quest'uso di compatible esiste sì in inglese ma è più che altro legalese - il che concorda anche con i due esempi in italiano - mentre in un normale parlato si direbbe senz'altro [the wound] could have been made by [the knife]. E stringi stringi, dire compatibile, di forma congruente, non esclude, e chi più ne ha più ne metta, resta il fatto che il contesto stabilisce chiaramente che il significato è né più né meno che [la ferita] potrebbe essere stata causata [dal coltello] oppure, passando agli altri due esempi, [la lesione sulla sommità della fronte] non può essere stata causata da [un volontario urto frontale], [la pistola sequestrata] non può avere causato [le ferite].

Ringrazio senz'altro Teo per avere messo in luce quest'uso bidirezionale di compatibile nel linguaggio legale (in attesa di altri riscontri in domini differenti).

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite