«Suspense»

Spazio di discussione su questioni di fonetica, fonologia e ortoepia

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
bubu7
Interventi: 1453
Iscritto in data: gio, 01 dic 2005 15:53
Località: Roma
Info contatto:

«Suspense»

Intervento di bubu7 » lun, 13 feb 2006 11:30

In un altro forum vi è stata una discussione sulla pronuncia, in una frase italiana, di suspense.
Io sono per la pronuncia foneticamente italianizzata, /sàspens/, come suggerito dal Gradit e dallo Zingarelli 2002, ma vedo che la pronuncia /s@spèns/, (il simbolo della chiocciolina sta per lo scevà) è suggerita da molti dizionari: Treccani, Disc, Devoto-Oli (1987), Gabrielli (1989).
Vorrei sapere cosa ne pensano i nostri due dizionari di pronuncia: il Dop e il Canepari.
Grazie per la consulenza. :)

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9555
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » lun, 13 feb 2006 13:53

Il DOP dà solo /s@s'pEns/ (sëspèns). Approfitto dell’occasione per ricordare che in italiano esiste da secoli la parola sospensione con lo stesso preciso significato, e che il Migliorini avrebbe visto anche sospesa (come attesa, ecc.).

Avatara utente
bubu7
Interventi: 1453
Iscritto in data: gio, 01 dic 2005 15:53
Località: Roma
Info contatto:

Intervento di bubu7 » lun, 13 feb 2006 14:51

Grazie Marco della sua gentile risposta.
Confesso che sono un po' sorpreso dalle indicazioni del Dop. L'adattamento fonetico degli esotismi lo ritengo indispensabile. E lo scevà non mi sembra rientri nel sistema fonologico italiano, anche se è presente, ad esempio, in molti dialetti meridionali.
Per quanto riguarda i traducenti che mi suggerisce, penso che abbiamo ormai capito le nostre reciproche posizioni.
Oggi, non mi sembra che sospensione abbia lo stesso significato di suspense.

Cordialmente.

Avatara utente
Incarcato
Interventi: 900
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 13:29

Intervento di Incarcato » lun, 13 feb 2006 17:18

Le riporto l'intero lemma dal DiPI:

suspense 'saspens, sus'pa-, sys'pa; ↓-ã; ↑sas'pε-; ↓'sas- pa-.

Ricordo che nello scrupoloso DiPI l'uso di virgole e punti e virgole non è a caso.

Avatara utente
bubu7
Interventi: 1453
Iscritto in data: gio, 01 dic 2005 15:53
Località: Roma
Info contatto:

Intervento di bubu7 » lun, 13 feb 2006 17:31

Grazie Incarcato, lei non è stato da meno quanto a scrupolosità. :)

Conosco bene le convenzioni del Canepari.

Devo dire che le indicazioni del Canepari mi confortano e temperano la sorpresa per le indicazioni del Dop.

Grazie ancora per la sua gentilezza.

Avatara utente
Incarcato
Interventi: 900
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 13:29

Intervento di Incarcato » lun, 13 feb 2006 17:43

Quanto a serietà compilatoria nel rigore fono-statistico (perdonate il neologismo) il DiPI è superiore al DOP.
Senza dubbio, direi.

Avatara utente
bubu7
Interventi: 1453
Iscritto in data: gio, 01 dic 2005 15:53
Località: Roma
Info contatto:

Intervento di bubu7 » lun, 13 feb 2006 17:53

Concordo.
Mi stupisce comunque l'indicazione del Dop, che in questo caso può essere solo prescrittiva e non statistica, di una pronuncia della parola con lo scevà...

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9555
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » lun, 13 feb 2006 19:57

bubu7 ha scritto:Oggi, non mi sembra che sospensione abbia lo stesso significato di suspense.
Non per polemica, ma per amor di verità: guardi l’accezione 4 di sospensione nel GRADIT (marcata CO) e questo mio vecchio intervento (Vittorini non è vissuto secoli fa). ;)

Avatara utente
arianna
Interventi: 234
Iscritto in data: lun, 06 dic 2004 16:08

Intervento di arianna » mar, 14 feb 2006 1:11

Oggi, non mi sembra che sospensione abbia lo stesso significato di suspense.
Vorrei solo aggiungere che anche il De Mauro riporta sotto sospensione:
4 CO fig., stato di ansia, incertezza: s. d’animo, essere in penosa s.
Certo sospensione ha anche altri significati ma credo che il contesto dissipi ogni dubbio, in un discorso e nello scritto.
Felice chi con ali vigorose
le spalle alla noia e ai vasti affanni
che opprimono col peso la nebbiosa vita
si eleva verso campi sereni e luminosi!
___________

Arianna

Avatara utente
bubu7
Interventi: 1453
Iscritto in data: gio, 01 dic 2005 15:53
Località: Roma
Info contatto:

Intervento di bubu7 » mer, 15 feb 2006 10:49

Marco1971 ha scritto: ...Non per polemica, ma per amor di verità...
Caro Marco, non è detto che se uno ama la verità ne sia necessariamente portatore...

Negli esempi dell'accezione di sospensione che lei mi indica e arianna mi riporta, anch'io non penserei mai di utilizzare suspense.

Ma nella frase, un film carico di suspense, oggi non si può sostituire sospensione, a meno di non voler provocare negli ascoltatori uno stato di sospensione... :)

Anche se, teoricamente, sospensione potrebbe sostituire suspense, quest'ultimo si è ritagliato uno spazio semantico non ricoperto dal primo termine.

P.s.
Grazie del collegamento alla discussione nel forum della Crusca: l'avevo dimenticata!

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3613
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » mer, 15 feb 2006 13:51

bubu7 ha scritto:Ma nella frase, un film carico di suspense, oggi non si può sostituire sospensione, a meno di non voler provocare negli ascoltatori uno stato di sospensione... :)
Beh, ma forse si potrebbe dire «carico di tensione»: non è proprio la stessa cosa (suspense vale qui «tensione sospensiva»), but it’s close enough! :)

Avatara utente
arianna
Interventi: 234
Iscritto in data: lun, 06 dic 2004 16:08

Intervento di arianna » mer, 15 feb 2006 14:01

Bubu7 ha scritto
Ma nella frase, un film carico di suspense, oggi non si può sostituire sospensione,
Un filme carico di attesa (ansiosa)?
O semplicemente (riformulando) un filme che tiene col fiato sospeso? :wink:
Felice chi con ali vigorose
le spalle alla noia e ai vasti affanni
che opprimono col peso la nebbiosa vita
si eleva verso campi sereni e luminosi!
___________

Arianna

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3613
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » mer, 15 feb 2006 14:06

arianna ha scritto:O semplicemente (riformulando) un filme che ti tiene col fiato sospeso? :wink:
Bravissima, Arianna: Lei qui ha esemplificato perfettamente il principio di equieffabilità delle lingue… principio linguistico universale, non inventato dai puristi. :D

Avatara utente
arianna
Interventi: 234
Iscritto in data: lun, 06 dic 2004 16:08

Intervento di arianna » mer, 15 feb 2006 14:29

:D
Felice chi con ali vigorose
le spalle alla noia e ai vasti affanni
che opprimono col peso la nebbiosa vita
si eleva verso campi sereni e luminosi!
___________

Arianna

Avatara utente
bubu7
Interventi: 1453
Iscritto in data: gio, 01 dic 2005 15:53
Località: Roma
Info contatto:

Intervento di bubu7 » mer, 15 feb 2006 15:15

Infarinato ha scritto: ... Lei qui ha esemplificato perfettamente il principio di equieffabilità delle lingue… principio linguistico universale, non inventato dai puristi. :D
Condivido l'acuta osservazione di Infarinato.

Abbiamo infatti esemplificato la differenza tra quello che teoricamente si potrebbe fare, che si può fare e che invece si fa.

Differenze, sebbene non pienamente comprese da alcuni puristi, anch'esse non inventate. :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite