Il filone dello sfogo: quali pronunce non sopportate punto?

Spazio di discussione su questioni di fonetica, fonologia e ortoepia

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Manutio
Interventi: 113
Iscritto in data: mar, 12 mar 2013 10:48

Intervento di Manutio » ven, 09 mag 2014 21:14

Carnby ha scritto:Va bene che info e metro/metrò (a cui aggiungo il più brutto di tutti, demo, e intro) siano merce d'importazione, ma parà e marò? E cine, foto, bici e moto?
Di marò non saprei dire, ma quanto a parà insisto che si tratta di un forestierismo, cioè francesismo. Credo proprio di ricordare che gli Italiani lo conobbero e cominciarono a usare al tempo della guerra d’Algeria e dell’insurrezione militare contro De Gaulle (1961), e qualche fonte lessicale sembra confermarlo. Quanto agli altri esempi: cine e bici mi sembra che abbiano avuto fortuna solo nell’Italia settentrionale, e che siano del tutto estranei all’uso centromeridionale, ciò che è certo indicativo di tendenze piú generali. Ma qualcuno potrà testimoniare meglio di me. In ogni modo, restiamo molto, molto indietro, in fatto di abbreviazioni, a tutt’e tre le principali lingue europee.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4065
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » ven, 09 mag 2014 21:29

Manutio ha scritto:In ogni modo, restiamo molto, molto indietro, in fatto di abbreviazioni, a tutt’e tre le principali lingue europee.
Uhm, non capisco bene il senso di questa frase: la resistenza dell’italiano all’abbreviazione sarebbe un segno di arretratezza?

Avatara utente
Manutio
Interventi: 113
Iscritto in data: mar, 12 mar 2013 10:48

Intervento di Manutio » ven, 09 mag 2014 21:32

Naturalmente no.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4065
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » ven, 09 mag 2014 22:01

Ho capito male, allora. Me ne scuso.

Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 20:59
Località: Castelfidardo (AN)

Intervento di Ivan92 » ven, 09 mag 2014 23:46

Andrea Russo ha scritto:Questo sicuramente, almeno a Pisa: è comune sentire ['bortsa], [il'tsole] ("il sole"), ecc.
Anche qui nella provincia d'Ancona, la fricativa alveolare sorda vien sostituita dall'affricata. Io pentso, ho pertso, il tsentso, ecc.

Avatara utente
Manutio
Interventi: 113
Iscritto in data: mar, 12 mar 2013 10:48

Intervento di Manutio » sab, 10 mag 2014 12:35

Ferdinand Bardamu ha scritto:Ho capito male, allora. Me ne scuso.
Mi scuso anch'io, che mi sarò espresso poco felicemente. La mia era la constatazione di un piú e meno, che non comportava alcun giudizio di meglio e peggio.

fiorentino90
Interventi: 263
Iscritto in data: lun, 09 apr 2012 1:22

Re: Il filone dello sfogo: quali pronunce non sopportate pun

Intervento di fiorentino90 » sab, 13 dic 2014 19:11

Souchou-sama ha scritto:mi spiace che stia sparendo la pronuncia «tèschio»
Lei probabilmente parla dei professionisti della voce, ma in Toscana prevale la pronuncia con -e- aperta. Perché il DiPI dà T e/ɛ? :?

fiorentino90
Interventi: 263
Iscritto in data: lun, 09 apr 2012 1:22

Intervento di fiorentino90 » sab, 13 dic 2014 20:43

Souchou-sama ha scritto:
SinoItaliano ha scritto:Unico caso in cui il neutro tradizionale corrisponde alla pronuncia romana, e il neutro moderno alla pronuncia fiorentina? :D
A conti fatti, posso risponderLe: sí. :) E in effetti è piuttosto strano: in tutti gli altri casi —non molti, s’intende— in cui la pronuncia piú neutra è quella romana anziché quella fiorentina, il DiPI predilige —giustamente, direi :D— quella romana: bóccolo, Bréscia, camerléngo, raméngo, còmplico, còppia
Còppia è la pronuncia dominante nella Toscana fiorentina (oltre che aretina). DOP.

Avatara utente
Scilens
Interventi: 1097
Iscritto in data: dom, 28 ott 2012 16:31

Intervento di Scilens » sab, 13 dic 2014 21:42

Io (per naturale pronuncia) dico coppia e coppa con la normalissima o chiusa. Sbagliano i fiorentini.
Tèschio l'ho sempre sentito con la e aperta. Certo che se si prendesse per buona la pronuncia media televisiva s'avrebbe un'idea piuttosto buffa dell'Italiano. Meglio la radio.
Saluto gli amici, mi sono dimesso. Non posso tollerare le contraffazioni.

valerio_vanni
Interventi: 895
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Intervento di valerio_vanni » dom, 14 dic 2014 1:24

Io còppia e cóppa.

fiorentino90
Interventi: 263
Iscritto in data: lun, 09 apr 2012 1:22

Intervento di fiorentino90 » dom, 14 dic 2014 11:25

Scilens ha scritto:Io (per naturale pronuncia) dico coppia e coppa con la normalissima o chiusa. Sbagliano i fiorentini.
La pronuncia etimologica è quella con o chiusa, ma i fiorentini non sbagliano. Al massimo, ànno sbagliato in passato, ma oggi è la pronuncia con o aperta a essere preferita, anche se non etimologica.
Scilens ha scritto:Meglio la radio.
Direi che ormai in radio si sente piú milanese che italiano neutro...
valerio_vanni ha scritto:Io còppia e cóppa.
Detto in modo molto sempliciotto, in genere il toscano che dice còppia dice anche còppa, il toscano che pronuncia cóppa pronuncia pure cóppia. DOP. La distribuzione di coppo è simile, ma prevale in Toscana la pronuncia con o chiusa. Sempre il DOP. In effetti, il mio audiolibro di dizione piú recente consiglia còppia, còppa e cóppo. Invece, quell'altro fa ancora la distinzione tra còppa (vaso) e cóppa (salume).

Avatara utente
GFR
Interventi: 299
Iscritto in data: ven, 10 ott 2014 21:39

Intervento di GFR » dom, 14 dic 2014 12:17

Aggiungo le mie abitudini settentrionali: còppia cóppa (trofeo e salume) cóppo.
Però se non ci intendiamo col salumiere possiamo anche compraci un etto, un etto e mezzo, di Bologna (che forse per gli emiliani è la mortadella). :)

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » dom, 14 dic 2014 16:35

fiorentino90 ha scritto:Invece, quell'altro fa ancora la distinzione tra còppa (vaso) e cóppa (salume).
La faccio ancora pure io, che ero all'oscuro di questi aspetti etimologici e dell'antica "trasgressione" fiorentina. La coppia, per me, è sempre aperta (foneticamente, s'intende :wink: ).
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 20:59
Località: Castelfidardo (AN)

Intervento di Ivan92 » dom, 14 dic 2014 18:25

Coppia e coppa rigorosamente con o aperta. La pronuncia di coppo è invece oscillante.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3602
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » dom, 14 dic 2014 19:59

fiorentino90 ha scritto:
Scilens ha scritto:Io (per naturale pronuncia) dico coppia e coppa con la normalissima o chiusa. Sbagliano i fiorentini.
La pronuncia etimologica è quella con o chiusa, ma i fiorentini non sbagliano. Al massimo, ànno sbagliato in passato, ma oggi è la pronuncia con o aperta a essere preferita, anche se non etimologica.
Io invece, in questo caso, sono molto etimologico: còppia (< CŎPULA[M]), cóppa e cóppo, ma, ad esempio, mi’ ma’ le pronuncia tutte chiuse.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite