Pronuncia di «guru» e «bantu»

Spazio di discussione su questioni di fonetica, fonologia e ortoepia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4111
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Pronuncia di «guru» e «bantu»

Intervento di Ferdinand Bardamu » ven, 06 set 2013 19:17

La fonotassi dell’italiano non ammette la /u/ atona in fine di parola. Perciò mi stupisce che il DOP non metta come prima pronuncia quella con accentazione ossitona per le parole guru e bantu: da un’opera che prescrive la pronuncia non sonora della ⟨s⟩ per gli aggettivi terminanti col suffisso -oso mi sarei aspettato una maggiore severità. Sbaglio?

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » ven, 06 set 2013 20:33

Non so quale sia, nella lingua originale, la pronuncia di bantu, ma dalla voce del DOP mi pare di capire che quella di guru sia con l'accento sulla prima u. Quindi non trovo scandaloso che, per una parola ancora percepita come straniera (grazie a Dio!), sia proposta una pronuncia approssimativamente vicina all'originale. Del resto, non si dice *brevi manù. :wink:
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4111
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » ven, 06 set 2013 21:09

Il mio, piú che scandalo, era stupore: il DOP è spesso (e, spesso, giustamente) inflessibile. :)

La parola guru sarebbe percepita come straniera anche se s’imponesse la pronuncia tronca, immagino. Ma non è quella la questione. Se d’adattarla alla nostra morfología, facendone *guro, non se ne parla, non sarebbe male piegarla almeno alla fonotassi genuina dell’italiano.

Il guaio è che il suo significato comune (estensione di quello proprio, storico) è difficilmente sostituibile. Intendiamoci: niente di cosí obbrobrioso, rispetto a tanti altri orrori…

Quanto a brevi manu, non pochi, specie se digiuni di latino, tendono a normalizzarlo in *brevi mano. Ma qui si tratterà d’una normalizzazione morfologica (o, meglio ancora, lessicale) piuttosto che fonotattica.

fiorentino90
Interventi: 263
Iscritto in data: lun, 09 apr 2012 1:22

Re: Pronuncia di «guru» e «bantu»

Intervento di fiorentino90 » sab, 07 set 2013 10:51

Ferdinand Bardamu ha scritto:La fonotassi dell’italiano non ammette la /u/ atona in fine di parola. Perciò mi stupisce che il DOP non metta come prima pronuncia quella con accentazione ossitona per le parole guru e bantu: da un’opera che prescrive la pronuncia non sonora della ⟨s⟩ per gli aggettivi terminanti col suffisso -oso mi sarei aspettato una maggiore severità. Sbaglio?
Ecco quanto si legge a pagina 13 del manuale di Pier Marco Bertinetto:
Come ogni lingua, l’italiano presenta restrizioni di carattere distribuzionale. Per
quanto riguarda il vocalismo atono, emerge l’assenza di /u/ in fine di parola, tranne in
rari prestiti quale bantu (di cui peraltro esiste anche la pronuncia tronca bantù). La /u/
atona in fine di parola è semmai una caratteristica di certi dialetti.
Mi sembra che sia in linea con la scelta del DOP: la pronuncia è bantu, ma esiste anche la variante con la pronuncia tronca.

Il DiPI invece non è coerente: ammette solo ˈɡuru, mentre preferisce banˈtu* e classifica . ↑ˈbantu come pronuncia tradizionale e intenzionale. Forse, i due termini non ricorrono con la medesima frequenza e, mentre uno è stato adattato, l'altro è stato lasciato tale e quale nella grafia e nella pronuncia.

Carnby
Interventi: 3526
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » lun, 09 set 2013 11:17

Aggiungo all'elenco anche tabu, che (ancora) è più frequente nella forma «corretta» tabù. Non c'entra esattamente col filone, ma ho scoperto che la pronuncia «esatta» di Māori è ['ma:ɔɾi] (dovevo attendermelo, con la lunga sulla prima sillaba...) e non [ma'ɔ:ɾi] come si sente dire sempre.

fiorentino90
Interventi: 263
Iscritto in data: lun, 09 apr 2012 1:22

Intervento di fiorentino90 » lun, 09 set 2013 12:40

Carnby ha scritto:Aggiungo all'elenco anche tabu, che (ancora) è più frequente nella forma «corretta» tabù.
E io aggiungo il collegamento del DOP. :)

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3615
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: [FT] «Fonetica» di P.M. Bertinetto

Intervento di Infarinato » lun, 09 set 2013 13:27

fiorentino90 ha scritto:Ecco quanto si legge a pagina 13 del manuale di Pier Marco Bertinetto…
Non è un «manuale», bensí un «contributo destinato all’Enciclopedia dell’italiano, curata da R. Simone per i tipi dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana» (Treccani). ;)

La versione definitiva si trova qui. :)

valerio_vanni
Interventi: 916
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Re: Pronuncia di «guru» e «bantu»

Intervento di valerio_vanni » lun, 09 set 2013 14:45

fiorentino90 ha scritto:Il DiPI invece non è coerente: ammette solo ˈɡuru, mentre preferisce banˈtu* e classifica . ↑ˈbantu come pronuncia tradizionale e intenzionale. Forse, i due termini non ricorrono con la medesima frequenza e, mentre uno è stato adattato, l'altro è stato lasciato tale e quale nella grafia e nella pronuncia.
Penso che la scelta del DiPI sia dovuta al fatto che per "bantu" si sentono entrambe le pronunce, per "guru" praticamente solo /'guru/.

Carnby
Interventi: 3526
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: Pronuncia di «guru» e «bantu»

Intervento di Carnby » lun, 09 set 2013 14:48

valerio_vanni ha scritto:Penso che la scelta del DiPI sia dovuta al fatto che per "bantu" si sentono entrambe le pronunce, per "guru" praticamente solo /'guru/.
E per zulu e urdu? Senza tralasciare l'inquietante hindu...

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3615
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: Pronuncia di «guru» e «bantu»

Intervento di Infarinato » lun, 09 set 2013 15:27

Carnby ha scritto:Senza tralasciare l'inquietante hindu...
Questo è facile: in italiano (come ci conferma non solo il DOP, ma addirittura il GRADIT!) è indú; in (h)indi (hindī) è hindū. ;)

fiorentino90
Interventi: 263
Iscritto in data: lun, 09 apr 2012 1:22

Re: Pronuncia di «guru» e «bantu»

Intervento di fiorentino90 » lun, 09 set 2013 15:34

Carnby ha scritto:E per zulu e urdu? Senza tralasciare l'inquietante hindu...
Approfitto del suo intervento per arricchire le mie conoscenze e quelle di qualcun altro!

Per il DOP, senz'acca e con l'accento sull'u: indú e non indu.
Per il DiPI, si scrive hindu (con l'acca) e si pronuncia ˈindu, inˈdu*; ↑ˈh-.

Per zulu, rimando solo al DOP perché mi pare che il DiPI sia d'accordo. zulú o zulu ma solo zulú in senso figurato.

Per il DOP urdú è preferibile a urdu, mentre il DiPI preferisce quest'ultima pronuncia: (-ú) ˈurdu. ↑urˈdu*

Direi che il DOP di solito preferisce o ammette soltanto la pronuncia tronca, fatta eccezione per guru e bantu.

fiorentino90
Interventi: 263
Iscritto in data: lun, 09 apr 2012 1:22

Intervento di fiorentino90 » dom, 20 ott 2013 14:01

Già, c'è anche sudoku!
Sulla grafia (e pronuncia) di indú, sudoku e zulú s'è discusso pure in questo filone :)

Carnby
Interventi: 3526
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » dom, 20 ott 2013 14:58

fiorentino90 ha scritto:Già, c'è anche sudoku!
Certamente; inoltre tra gli appassionati di giochi enigmistici logici ci sono molti altri nipponismi: akari, futoshiki, hitori, hidato, kakuro, nurikabe, tatami (quest'ultimo non crea problemi).

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite