Perché «sub» e «sud» non danno luogo a cogeminazione?

Spazio di discussione su questioni di fonetica, fonologia e ortoepia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Zabob
Interventi: 911
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Perché «sub» e «sud» non danno luogo a cogeminazione?

Intervento di Zabob » lun, 30 giu 2014 11:48

Evidentemente non ho ben compreso le regole della cogeminazione. Per quale motivo non scriviamo subbalveo, subbacqueo, suddafricano, e non pronunciamo 'sud Italia' /suddi'talja/?
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3613
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: Perché «sub» e «sud» non danno luogo a cogeminazione?

Intervento di Infarinato » lun, 30 giu 2014 13:02

Zabob ha scritto:Evidentemente non ho ben compreso le regole della cogeminazione.
Evidentemente. :)

Avatara utente
Zabob
Interventi: 911
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Intervento di Zabob » lun, 30 giu 2014 14:12

Grazie. Ho fatto confusione col fenomeno che provoca il raddoppio della consonante finale quando è seguita da un suffisso (come per stop → stoppare). In effetti -acqueo e -africano tutto sono meno che suffissi... :oops:
Ma allora non dovremmo avere suddista?
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite