«Feróce/Feròcia»

Spazio di discussione su questioni di fonetica, fonologia e ortoepia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 19:59
Località: Castelfidardo (AN)

«Feróce/Feròcia»

Intervento di Ivan92 » gio, 25 feb 2016 0:25

Il DOP ci dice che la pronuncia feróce s'è probabilmente imposta per vecchia analogia con altre parole in -oce, sebbene non sia quella etimologica. Per questo motivo oggi è invalsa la tendenza di chiudere la vocale in ferocia, nonostante il DOP —e con esso il DiPI— preferisca la variante con vocale aperta. Alla luce di questo, chiedo, soprattutto ai toscani: come ci si deve comportare? La variante ferócia sta effettivamente soppiantando la sua rivale? Sarebbe buona cosa continuare a dire feròcia?

Avatara utente
Ortelius
Interventi: 51
Iscritto in data: gio, 19 nov 2015 11:25
Località: Anghiari

Intervento di Ortelius » ven, 26 feb 2016 22:22

Io ho sempre detto feróce, ma per quanto riguarda ferocia sento che mi appartengono entrambe le forme. Sono d'altronde un toscano atípico, "di confine".

Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 19:59
Località: Castelfidardo (AN)

Intervento di Ivan92 » ven, 26 feb 2016 23:59

La ringrazio del contributo, caro Ortelius. :)
Ortelius ha scritto:[P]er quanto riguarda ferocia sento che mi appartengono entrambe le forme.
In che senso? :lol: Intende dire che usa indistintamente a volte l'una e a volte l'altra forma?

Avatara utente
Ortelius
Interventi: 51
Iscritto in data: gio, 19 nov 2015 11:25
Località: Anghiari

Intervento di Ortelius » sab, 27 feb 2016 0:42

Sí, mi suonano familiari tutte e due e mi pare di usarle indifferentemente. :)

Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 19:59
Località: Castelfidardo (AN)

Intervento di Ivan92 » sab, 27 feb 2016 1:14

La ringrazio. :)

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1379
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 15:11

Intervento di Animo Grato » mar, 07 nov 2017 12:26

Riesumo il filone perché m'è venuto in mente un altro caso di pronuncia divergente tra parenti stretti: faraóne/faraònico.
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

valerio_vanni
Interventi: 932
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Intervento di valerio_vanni » mar, 07 nov 2017 23:05

Non è un caso isolato, funzionano alla stessa maniera Napoleóne / -ònico, Platóne / -ònico, ióne / -ònico etc.
È uno di quei casi che rendono evidente il principio della famosa vocale incerta.

E non dovrebbero esserci dei fattori di analogia, perché la vocale aperta nella base è più rara (es. còno / cònico e tòno / tònico).

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4183
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » mer, 08 nov 2017 7:45

Ma in Platone, faraone, Napoleone, ecc. non potrebbe invece intervenire proprio l’analogia coi nomi in -one (e in Napoleone quella con leone)? Cono e tono, al contrario, non sono riconducibili a un simile modello di alta frequenza, perciò il principio «vocale incerta, vocale aperta», data anche la loro natura di cultismi, si applica senza interferenze. (Almeno cosí pare a me, se sbaglio mi corregga).

PaDaSu
Interventi: 55
Iscritto in data: sab, 14 lug 2012 10:45
Località: Monteriggioni

Re: «Feróce/Feròcia»

Intervento di PaDaSu » mer, 08 nov 2017 9:55

Ivan92 ha scritto:Il DOP ci dice che la pronuncia feróce s'è probabilmente imposta per vecchia analogia con altre parole in -oce, sebbene non sia quella etimologica. Per questo motivo oggi è invalsa la tendenza di chiudere la vocale in ferocia, nonostante il DOP —e con esso il DiPI— preferisca la variante con vocale aperta. Alla luce di questo, chiedo, soprattutto ai toscani: come ci si deve comportare? La variante ferócia sta effettivamente soppiantando la sua rivale? Sarebbe buona cosa continuare a dire feròcia?
O chiusa in feroce, aperta in ferocia.
Ogni altra pronuncia suona "barbarica" al mio orecchio fiorentino.

Carnby
Interventi: 3574
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Feróce/Feròcia»

Intervento di Carnby » mer, 08 nov 2017 13:44

PaDaSu ha scritto:O chiusa in feroce, aperta in ferocia.
Ogni altra pronuncia suona "barbarica" al mio orecchio fiorentino.
Io sono «tecnicamente» fiorentino e feròcia non mi suona bene.

PaDaSu
Interventi: 55
Iscritto in data: sab, 14 lug 2012 10:45
Località: Monteriggioni

Re: «Feróce/Feròcia»

Intervento di PaDaSu » mer, 08 nov 2017 16:59

Caro Carnby,

io sono "realmente" fiorentino (di Piazza Leopoldo per la precisione).
Occorre però precisare che vi ho vissuto fino alla maturità. Dopo l'alluvione del '66 ho scelto altre strade.
La differenza non so a che cosa imputarla: se al tempo, se ai dettagli geografici, se a cattive rimembranze.

Carnby
Interventi: 3574
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Feróce/Feròcia»

Intervento di Carnby » mer, 08 nov 2017 19:18

PaDaSu ha scritto:io sono "realmente" fiorentino (di Piazza Leopoldo per la precisione).
Non si preoccupi. La Bassa Valdelsa, seppur linguisticamente fiorentina, risente di influssi occidentali.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite