«Zolla»

Spazio di discussione su questioni di fonetica, fonologia e ortoepia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Zabob
Interventi: 911
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

«Zolla»

Intervento di Zabob » sab, 04 mar 2017 1:54

Come si pronuncia la z di "zolla"? Sorda o sonora?
Perché per il DOP la pron. con la z sorda è al primo posto (e così anche per i dizionari Gabrielli e De Mauro in linea, non però per il Treccani) mentre per il DiPI è solo "tollerata"?
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3599
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » sab, 04 mar 2017 2:41

Il DOP qui si fonda s’un criterio squisitamente etimologico, risalendo zolla a un longobardo *zolla, ed essendo la z derivante da z germanica generalmente sorda.

Tuttavia già il Vocabolario della pronunzia toscana del Fanfani del 1863 riportava per zolla la sola pronuncia sonora, che è anche quella prevalente in Toscana oggi.

Concludendo, qui io starei col DiPI. :)

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » sab, 04 mar 2017 11:46

E per zolletta? Che da una parte è il diminutivo di zolla (e forse, oggi o almeno nel recente passato, di uso più comune) - il che mi farebbe propendere per la sonorizzazione. Ma forse, subendo l'attrazione del sostantivo a cui solitamente si accompagna (zucchero), potrebbe aver mantenuto la sorda etimologica. Oppure no?
Chiedo lumi.
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3599
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » dom, 05 mar 2017 20:19

Animo Grato ha scritto:Ma forse, subendo l'attrazione del sostantivo a cui solitamente si accompagna (zucchero), potrebbe aver mantenuto la sorda etimologica.
Lo trovo/troverei francamente improbabile, sia sul piano fonomorfologico sia su quello psicologico. :)

Zolletta è un derivato [sincronico] di zolla (fra l’altro, nemmeno toscanissimo) e ne eredita tutta la radice, fonema iniziale incluso.

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » dom, 05 mar 2017 20:24

Infarinato ha scritto:Zolletta è un derivato [sincronico] di zolla (fra l’altro, nemmeno toscanissimo) e ne eredita tutta la radice, fonema iniziale incluso.
Meglio così, allora: è più facile da ricordare. :wink:
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite