Diritto d’autore e dizionari

Spazio di discussione su questioni che non rientrano nelle altre categorie, o che ne coinvolgono piú d’una

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G.B.
Interventi: 338
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Diritto d’autore e dizionari

Intervento di G.B. »

Scusate due domande non proprio linguistiche: riportare la definizione di una parola da un dizionario di accesso pubblico (mettiamo il Battaglia) su di un libro non gratuito, ma coi dovuti riferimenti, rientra in ogni modo nella violazione del diritto d'autore?

E se si tratta di una tesi di laurea o di un saggio?

Grazie a chi vorrà rispondere.
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 10127
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Re: Diritto d’autore e dizionari

Intervento di Marco1971 »

Una citazione, con i dovuti riferimenti, è lecita. Si veda qui ciò che dice la legge al riguardo.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Avatara utente
G.B.
Interventi: 338
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: Diritto d’autore e dizionari

Intervento di G.B. »

Marco1971 ha scritto: dom, 25 ott 2020 21:57 Una citazione, con i dovuti riferimenti, è lecita. Si veda qui ciò che dice la legge al riguardo.
La ringrazio, gentile Marco. Buona giornata. :)
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite