L’italiano non è piú una lingua

Spazio di discussione su questioni che non rientrano nelle altre categorie, o che ne coinvolgono piú d’una

Moderatore: Cruscanti

Carnby
Interventi: 3584
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

Ferdinand Bardamu ha scritto:La Repubblica e il Corriere però la chiamano Malaysia e usano l’etnico malaysiano
In realtà, seguendo la terminologia inglese, Malaya, Malaysia e Malesia sono tre aree (parzialmente) differenti. :wink:
Sul mio atlante del 1985, Malesia è solo la parte peninsulare della Malaysia (Malaysia Occidentale); su un enciclopedia del 1965 (Universo) la Malaysia è chiamata (anche) Grande Malesia.
Andrea Russo ha scritto: molte volte sento New Delhi, quando è d'uso comune Nuova Delhi. Che senso ha usare il nome inglese?
Lo stesso per cui si è diffuso (poco, per fortuna) Cape Town invece di Città del Capo e New York invece di Nuova York (comune fino a qualche decennio fa).

Avatara utente
Luca86
Interventi: 587
Iscritto in data: gio, 25 mar 2010 15:26
Località: Brindisi

Intervento di Luca86 »

Carnby ha scritto:Lo stesso per cui si è diffuso (poco, per fortuna) Cape Town invece di Città del Capo e New York invece di Nuova York (comune fino a qualche decennio fa).
Aggiungo alla lista anche São Paulo (così nel mio Atlante Geografico Metodico De Agostini 1999-2000) per San Paolo (sempre più raro).

Carnby
Interventi: 3584
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

Luca86 ha scritto:Aggiungo alla lista anche São Paulo (così nel mio Atlante Geografico Metodico De Agostini 1999-2000) per San Paolo (sempre più raro).
Sugli atlanti sì, ma sui giornali e nel parlato è quasi sempre San Paolo perché è «scomodo» trovare la ã e uno non ha la più pallida idea di come si pronunci in portoghese (il Duden trascrive [sɐ̃u̯m'pau̯lu], Canepari credo [sɐ̃ũm'pɑuɫ̮u]).

Avatara utente
Luca86
Interventi: 587
Iscritto in data: gio, 25 mar 2010 15:26
Località: Brindisi

Intervento di Luca86 »

Sarà, caro Carnby, ma io lo sento e leggo sempre più spesso.

Ho notato, da qualche anno a questa parte, che anche New Mexico e Mexico City stanno incominciando a scalzare Nuovo Messico e Città del Messico. :(

Carnby
Interventi: 3584
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

New Mexico non è certo una novità (mi si perdoni il gioco di parole), così come New England e New Brunswick... Mexico City per Città del Messico, così come Ho Chi Minh City e Kuwait City credo non sia attestato in italiano (se non parecchio sporadicamente) prima degli anni '80 o inizio anni '90.

Avatara utente
Luca86
Interventi: 587
Iscritto in data: gio, 25 mar 2010 15:26
Località: Brindisi

Intervento di Luca86 »

Sì, ma io intendevo nel linguaggio quotidiano (mi scuso per non averlo specificato), che è molto influenzato dai media.

Andrea Russo
Interventi: 763
Iscritto in data: dom, 23 ott 2011 22:37

Intervento di Andrea Russo »

Stamani al supermercato il cassiere riferisce il totale alla cliente davanti a me: 32 euro e 54 cents! Detto ovviamente a testa alta, tutto tronfio e fiero d'aver detto sènts.
Peccato che il mio conto era di 18 euro esatti, altrimenti avrei fatto finta di non capire...

Carnby
Interventi: 3584
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

Andrea Russo ha scritto:Stamani al supermercato il cassiere riferisce il totale alla cliente davanti a me: 32 euro e 54 cents! Detto ovviamente a testa alta, tutto tronfio e fiero d'aver detto sènts.
È un occasionalismo. Una volta alla televisione ho sentito un tecnico parlare di eurosents (o iurosents, ma non importa): per fortuna non ha avuto seguito. :)
A norma di legge, la frazione centesimale di euro si chima cent (invariabile al plurale e pronunciato «all'italiana») o centesimo (molto più comune).

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4207
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu »

Una chicca dal Corriere della Sera:

Via di mezzo tra trackpad e mouse, l’Apple Magic Mouse offre una superficie moultitouch [sic] come sul display di smartphone e tablet

Carnby
Interventi: 3584
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

Ferdinand Bardamu ha scritto:Via di mezzo tra trackpad e mouse, l’Apple Magic Mouse offre una superficie moultitouch [sic] come sul display di smartphone e tablet
Nove forestierismi (incluso il nome del dispositivo) su ventidue parole. Dato che c'era, il Nostro avrebbe dovuto scrivere anche surface. :P

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1653
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello »

Ferdinand Bardamu ha scritto:Una chicca dal Corriere della Sera:

Via di mezzo tra trackpad e mouse, l’Apple Magic Mouse offre una superficie moultitouch [sic] come sul display di smartphone e tablet
Eh sì, quel "tra trackpad" è proprio brutto...

:D

Carnby
Interventi: 3584
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

Perlomeno la capitale della Crimea sui giornali è tornata a essere Sinferopoli (o, peggio, Simferopoli, ma sugli atlanti c'è quasi sempre solo Simferopol'). Additrittura una volta ho trovato Nistro a proposito della Transnistria, invece dei soliti Dnestr, Dniestr, Dnister.

Andrea Russo
Interventi: 763
Iscritto in data: dom, 23 ott 2011 22:37

Intervento di Andrea Russo »

In un romanzo letto di recente i personaggi si mettevano i guanti di latex... :roll:
Questa non l'ho capita: da quand'è che non si può dire lattice? :roll:

Carnby
Interventi: 3584
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby »

Andrea Russo ha scritto:In un romanzo letto di recente i personaggi si mettevano i guanti di latex...
Latex mi fa pensare al sadomaso. :P

Andrea Russo
Interventi: 763
Iscritto in data: dom, 23 ott 2011 22:37

Intervento di Andrea Russo »

Questo è uno dei filoni con piú pagine di tutt’il fòro, ma finché la gente si ostinerà a scrivere in questo modo il dato non sorprende:
«Tra alti e bassi, momenti di up e momenti di down, un po’ personali un po’ lavorativi...» (corsivi miei).
:shock: :shock: :shock:

Chiuso

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite