Dizionari della lingua italiana

Spazio di discussione su questioni che non rientrano nelle altre categorie, o che ne coinvolgono piú d’una

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » ven, 24 ago 2007 22:00

Purtroppo, roby, i dizionari normativi, di cui vorrei incoraggiare la riesumazione, non esistono piú... :( Comunque se ha già un Devoto-Oli...

Può anche dare un’occhiata a quelli disponibili in linea per farsi un’idea: Treccani, Garzanti, De Mauro, Sabatini-Coletti, Gabrielli.

Sí, caro Fausto, ma non è tra quelli in offerta (anzi, credo che sia difficilmente reperibile sul mercato).
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » ven, 24 ago 2007 22:15

Marco1971 ha scritto:Sí, caro Fausto, ma non è tra quelli in offerta (anzi, credo che sia difficilmente reperibile sul mercato).
Lo so, è difficile reperirlo. Potrebbe provare QUI. :)
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » ven, 24 ago 2007 23:12

Marco 1971 ha scritto:
Può anche dare un’occhiata a quelli disponibili in linea per farsi un’idea: Treccani, Garzanti, De Mauro, Sabatini-Coletti, Gabrielli.
Io metterei anche questo.
Per la ricerca nel Grande Vocabolario Italiano occorre abbonarsi, per le altre voci la consultazione è gratuita (vocabolario italiano, sinonimi e contrari). :)
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » sab, 25 ago 2007 0:04

Fausto Raso ha scritto:Per la ricerca nel Grande Vocabolario Italiano occorre abbonarsi, per le altre voci la consultazione è gratuita (vocabolario italiano, sinonimi e contrari). :)
È a pagamento?
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » sab, 25 ago 2007 0:14

Marco1971 ha scritto:
Fausto Raso ha scritto:Per la ricerca nel Grande Vocabolario Italiano occorre abbonarsi, per le altre voci la consultazione è gratuita (vocabolario italiano, sinonimi e contrari). :)
È a pagamento?
Credo di sí. Se lei inserisce un termine nel Grande Vocabolario di Italiano e clicca su "cerca" compare una finestra con la scritta (se ricordo bene) "riservato agli abbonati". Se la consultazione fosse gratuita credo ci sarebbe scritto "occorre registrarsi" (come per il Garzanti).
Sono gratuite le altre due voci: "vocabolario italiano" e "sinonimi e contrari".
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » sab, 25 ago 2007 0:21

Capisco e non capisco. Un vocabolario dell’ampiezza e del valore del Treccani offre una consultazione gratuita (e sono cinque volumi); un vocabolario come quello di Sapere.it, che sicuramente non può vantare tanta dovizia (e poi da chi è stato compilato?) richiederebbe una consultazione a pagamento? Sogno o son desto? :D
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Fausto Raso
Interventi: 1658
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » sab, 25 ago 2007 0:29

Gentile Marco, clicchi QUI e QUI e credo avrà le risposte alle sue domande. :)
Ultima modifica di Fausto Raso in data sab, 25 ago 2007 0:39, modificato 1 volta in totale.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » sab, 25 ago 2007 0:33

Grazie, Fausto. In realtà mi sono accorto che il contenuto è uguale (abbreviato, e immagino completo nella versione a pagamento) a quello del Grande Dizionario della Lingua Italiana DeAgostini (ex Sàndron), che ho, sicché non ispendo un eurino! :D
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Andrea D'Emilio
Interventi: 132
Iscritto in data: sab, 14 mar 2009 17:40
Località: Pescara

Intervento di Andrea D'Emilio » lun, 16 mar 2009 14:19

Che ne dite del grande Garzanti in cinque volumi? e del grande Treccani? Il più ricco resta il Gradit, giusto?

Andrea D'Emilio
Interventi: 132
Iscritto in data: sab, 14 mar 2009 17:40
Località: Pescara

Intervento di Andrea D'Emilio » lun, 16 mar 2009 14:19

http://www.bookweb.it/libri/grande_dizi ... aliana.php ecco il Gabrielli bivolume a 40 euro

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » lun, 16 mar 2009 17:28

Andrea D'Emilio ha scritto:Che ne dite del grande Garzanti in cinque volumi? e del grande Treccani? Il più ricco resta il Gradit, giusto?
Sí, il GRADIT è quello piú ricco di lemmi (ma anche di forestierismi crudi). Il Treccani in cinque volumi è uno dei piú bei vocabolari: ha un ricchissimo lemmario, definizioni precise e articolate, esemplificazioni doviziose e inserti grammaticali. Ho visto il Garzanti in cinque volumi in biblioteca ma non lo conosco bene, sicché non posso esprimere un giudizio.

Consiglio a chi non lo possieda l’acquisto del Gabrielli bivolume, l’ultimo dizionario propriamente normativo, a questo prezzo irrisorio.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Andrea D'Emilio
Interventi: 132
Iscritto in data: sab, 14 mar 2009 17:40
Località: Pescara

Intervento di Andrea D'Emilio » mar, 17 mar 2009 2:41

Ho anche il Devoto-Oli bivolume del '97, ma non so quanti lemmi registri. Voi lo sapete? E il Gabrielli bivolume?

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » mar, 17 mar 2009 2:56

Andrea D'Emilio ha scritto:Ho anche il Devoto-Oli bivolume del '97, ma non so quanti lemmi registri. Voi lo sapete? E il Gabrielli bivolume?
Sulla scatola del Devoto-Oli in due volumi (che ho conservato), c’è scritto : « In due volumi 150.000 lemmi ». Il Gabrielli ne ha meno, anche perché quel Devoto-Oli registra molte voci scientifiche, della botanica, zoologia, ecc., introvabili altrove.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Andrea D'Emilio
Interventi: 132
Iscritto in data: sab, 14 mar 2009 17:40
Località: Pescara

Intervento di Andrea D'Emilio » mar, 17 mar 2009 3:11

Grazie. Insomma, per fare il grande passo occorre procacciarsi il Gradit, che ne dichiara 270.000 ( nuovo costa sui 1000 euro, giusto?). Le voci scientifiche del Devoto-Oli nemmeno il Gradit le riporta?

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » mar, 17 mar 2009 13:15

Andrea D'Emilio ha scritto:Grazie. Insomma, per fare il grande passo occorre procacciarsi il Gradit, che ne dichiara 270.000 ( nuovo costa sui 1000 euro, giusto?).
Se ben rammento, costa sui 1800 euro.
Andrea D'Emilio ha scritto:Le voci scientifiche del Devoto-Oli nemmeno il Gradit le riporta?
Alcune voci scientifiche (nomi di piante, in particolare) presenti nel Devoto-Oli bivolume non si trovano nel GRADIT.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite