Periodo ipotetico o uso dubitativo del tempo futuro?

Spazio di discussione su questioni che non rientrano nelle altre categorie, o che ne coinvolgono piú d’una

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
FilippoVannella
Interventi: 1
Iscritto in data: mar, 29 ago 2017 11:29

Periodo ipotetico o uso dubitativo del tempo futuro?

Intervento di FilippoVannella » mar, 29 ago 2017 11:33

Vorrei sapere se la seguente espressione:

"forse in letteratura italiana, al liceo, ne avrai avuto bisogno"

è scritta in maniera corretta e se è possibile ricondurla ad un periodo ipotetico.

Grazie a tutti in anticipo

Avatara utente
Millermann
Interventi: 770
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Intervento di Millermann » mar, 29 ago 2017 14:14

Benvenuto, Filippo! :)

Voglio provare a risponderle, anche se la sua frase è isolata e priva di contesto. Per come si presenta, mi sembra un tipico esempio di futuro epistemico, quindi non dubitativo («ne avrai davvero avuto bisogno?»), né concessivo («ne avrai anche avuto bisogno, però...»).
In pratica il parlante fa una supposizione, in questo caso che l'altro abbia avuto bisogno di qualcosa (che cosa? :)) ai tempi del liceo.

Se può essere ricondotta a un periodo ipotetico? Qui darei la parola agli esperti... Forse sí, però avremmo soltanto la protasi (la causa: «avevi bisogno di qualcosa»). E l'apodosi, l'effetto, qual è? ;)
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite