[NAP] «Vecchie letrose»

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Intervieni
Manoloavila
Interventi: 3
Iscritto in data: dom, 25 mar 2012 21:15

[NAP] «Vecchie letrose»

Intervento di Manoloavila » dom, 25 mar 2012 21:32

Qualcuno può trascrivere il seguente testo nella actuale lingua italiana?

Vecchie letrose, non valete niente
Se non a far la guaito per la chiazza.
Tira alla mazza,
Vecchie letrose, scannaros'e pazze!

Tante grazie!

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9547
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » dom, 25 mar 2012 22:08

Letroso, secondo il Battaglia, è antico e regionale per ostinato, cocciuto o scontroso.

C’è un errore di trascrizione, non la guaito ma l’aguaito: forse l’agguato?

Chiazza è meridionale per piazza.

Tira alla mazza e scannarose: non ne ho idea.

Sembra vecchio napoletano.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3604
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

«Vecchie letrose»

Intervento di Infarinato » dom, 25 mar 2012 22:25

Qui c’è la traduzione in inglese e tedesco, qui qualcosa sul compositore… e, sí, si tratta di antico napoletano. :)

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1298
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » dom, 25 mar 2012 23:51

Non mi convince molto la traduzione inglese:
Only for lying in wait in the thicket.
Solo per appostarsi nel boschetto (fratta, cespuglio).
Mi chiedo: che senso ha questa traduzione? Che vanno a fare nel boschetto? A spiare le coppiette?
Secondo me (posso sbagliare) far la guaito (l'aguaito) per la chiazza significa spiare nella piazza, curiosare nella piazza. In genovese gueità significa appunto spiare, osservare di nascosto. Può darsi che in (antico) napoletano avesse lo stesso significato, che mi sembra più logico. Potrebbe trattarsi anche di un provenzalismo.

Manoloavila
Interventi: 3
Iscritto in data: dom, 25 mar 2012 21:15

Vecchie letrose

Intervento di Manoloavila » lun, 26 mar 2012 10:50

Tante grazie a tutti pel vostro aiuto!
Anch’io conosco le versioni inglese e tedesca, ma credo cho non sono fedeli.

Sulle vostre informazioni:

-Letroso: Mi piace (io pensavo a una etimologia del latino latro)
-La guaito o l’aguaito: Esiste in catalano (antica relazione tra la Catalogna e Napoli) guaitar, aguaitar (tutti due) che significa anche spiare, sorvegliare attentamente nascosto e con cautela in attesa per la possibilità di sorprendere o prendere qualcuno.
-Chiazza: Piazza per chiazza non lo sapevo.
-Scannaroso: Anche in catalano esiste l’antico escannar, attuale escamnar che significa insospettire, esser sospettoso o sfiduciato
-Tira a la mazza: Tutta l’espresione esiste, ma non ha alcuna relazione con il resto. Può essere solo un verso di riempimento?

Ora voglio mettere a la vostra considerazione, per correggere o migliorare, questa “traduzione”:

Vecchie scontrose (cocciute), non valete niente
Se non a spiare per la piazza (o d’altro, Se non a fare il borseggiatore per la piazza?).
Tira alla mazza.
Vecchie scontrose, sospettose e pazze.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3604
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » lun, 26 mar 2012 12:59

u merlu rucà ha scritto:Non mi convince molto la traduzione inglese:
Only for lying in wait in the thicket.
Solo per appostarsi nel boschetto (fratta, cespuglio).
Mi chiedo: che senso ha questa traduzione? Che vanno a fare nel boschetto? A spiare le coppiette?
Secondo me (posso sbagliare) far la guaito (l'aguaito) per la chiazza significa spiare nella piazza, curiosare nella piazza. In genovese gueità significa appunto spiare, osservare di nascosto. Può darsi che in (antico) napoletano avesse lo stesso significato, che mi sembra più logico. Potrebbe trattarsi anche di un provenzalismo.
In realtà, la traduzione inglese non mi sembra poi malaccio (qui ce n’è un’altra, che nel complesso mi sembra peggiore) a parte l’abbaglio di chiazza, in cui non è stato riconosciuto il napoletano «piazza», e che secondo me è frutto d’una tanto «ardita» quanto errata equazione «chiazza = macchia = boscaglia» :!:.

Non mi sembra neanche molto importante stabilire (se non per [piú che legittima] curiosità filologica) se si tratti d’un vero «agguato» o d’un semplice «spiare». Mi pare però evidente che l’autore si riferisca a un gruppo di vecchie megere, che non aspettano altro che tu passi per la piazza per sparlare di te, ovvero «t’aspettano al varco» per tenderti il loro «agguato»… :D

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1298
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » lun, 26 mar 2012 13:46

Concordo caro Infarinato, il senso è più o meno lo stesso. Il mio appunto, più che altro, rimarcava l'errata (o ardita) traduzione inglese di chiazza.
Le traduzioni inglesi ardite non si limitano, a mio parere, alla piazza diventata boschetto, ma si estendono a scannaros', ricollegato a scannare 'uccidere, sgozzare' (cut-throats), mentre più semplicemente dovrebbe significare scandalose (-nd > -nn).

Pertanto, la traduzione, sempre a mio parere, dovrebbe essere:

Vecchie scontrose (cocciute), non valete niente
Se non a spiare per la piazza
Tiragli il bastone (colpiscile con il bastone)
Vecchie scontrose (cocciute), scandalose e pazze.

Nota: può darsi che letrose avesse un significato anche più 'pesante' di scontrose o cocciute.

Manoloavila
Interventi: 3
Iscritto in data: dom, 25 mar 2012 21:15

Vecchie letrose

Intervento di Manoloavila » lun, 26 mar 2012 14:19

Un’altra volta, mille grazie. Efettivamente il senso è simile.

Ciò viene perché abbiamo questo scherzo nel repertorio di un coro e, logicamente, volevamo sapere cosa cantiamo.

Addio e grazie!

Fausto Raso
Interventi: 1659
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » gio, 29 mar 2012 0:59

Per "tira la mazza" c'è qualcosa qui (forse).
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

fabio de angelis
Interventi: 1
Iscritto in data: lun, 01 feb 2016 1:14

tira la mazza

Intervento di fabio de angelis » lun, 01 feb 2016 1:22

Perdonatemi

leggo di agguato e di spiare...

ma se intendessimo "la guaito" come appunto il guaire... cioè lamentarsi, visto che le vecchie sono letrose...

quindi sono vecchie che non fanno altro che lamentarsi in piazza.

Sul "tira la mazza" qualche mio corista ha suggerito scherzando proprio il gesto sessuale, di chi non fa altro che lamentarsi e potrebbe fare altro... piuttosto che andare a picchiare le vecchie con la mazza, che in fondo non fanno altro che lamentarsi...

mi sembra azzardato, anche se le villanelle avevano un tono forte anche nel gioco sessuale e satirico....

Avatara utente
Sixie
Interventi: 316
Iscritto in data: lun, 18 mag 2015 19:18
Località: Polesine

Intervento di Sixie » lun, 01 feb 2016 10:32

https://www.youtube.com/watch?v=-ypM7aNn7A0

Tirar la mazza, a mio parere, ha proprio il significato suggerito da Fausto Raso, di "non tirare, dietro alla lippa, anche la mazza", nel senso di non aggiungere ulteriore disordine al precedente.
Il riferimento è al gioco della lippa, popolare anche da noi, in cui si colpisce con un bastone lungo circa cinquanta centimetri su un altro più corto - la lìpa vera e propria - in modo da farlo saltare per aria e colpirlo al volo per lanciarlo lontano.
Le vecchie rancorose che spiano dalle piazze, non dovrebbero far seguire alle loro maldicenze ulteriori commenti velenosi: basta la lippa, non occorre tirargli dietro anche la mazza. :)
We see things not as they are, but as we are. L. Rosten
Vediamo le cose non come sono, ma come siamo.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite