[xTSC] Di nulla

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Intervieni
Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4111
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

[xTSC] Di nulla

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 21 apr 2012 11:01

Nella lista di fiorentinismi tradotti in inglese menzionata in questo filone, mi sono imbattuto in questa locuzione, che, comune in italiano, sembra tuttavia essere impiegata con significato peculiare in fiorentino, soprattutto in frasi ironiche.

Es. «Tanto son garbati di nulla», «E sa andà bene di nulla» [Di quest'ultima non comprendo bene nemmeno il costrutto: «sa andà» sarebbe ‹sa andare› o altro?].

Di nulla mi pare essere un rafforzativo del medesimo significato di proprio: la prima frase sopra sarebbe «Son proprio tanto gentili». Sbaglio?
Ultima modifica di Ferdinand Bardamu in data mar, 13 ago 2013 23:24, modificato 1 volta in totale.

Avatara utente
Sandro1991
Interventi: 251
Iscritto in data: lun, 28 nov 2011 20:07

Intervento di Sandro1991 » sab, 21 apr 2012 11:07

Io, invece, pensavo fosse per niente, affatto... chissà, che si facciano avanti i fiorentini. :)

Jonathan
Interventi: 228
Iscritto in data: sab, 10 ott 2009 22:43
Località: Almaty

Re: [xTSC] Di nulla

Intervento di Jonathan » sab, 21 apr 2012 11:41

Ferdinand Bardamu ha scritto:Nella lista di fiorentinismi tradotti in inglese, menzionata in questo filone, mi sono imbattuto in questa locuzione, che, comune in italiano, sembra tuttavia essere impiegata con significato peculiare in fiorentino, soprattutto in frasi ironiche.

Es. «Tanto son garbati di nulla», «E sa andà bene di nulla» [Di quest'ultima non comprendo bene nemmeno il costrutto: «sa andà» sarebbe ‹sa andare› o altro?].
Di nulla mi pare essere un rafforzativo del medesimo significato di proprio: la prima frase sopra sarebbe «Son proprio tanto gentili». Sbaglio?
Di nulla significa parecchio, proprio, tanto, ma, come dice lei, ha piú forza:

-Bella di nulla, la Francesca! (=com'è bella la Francesca!)
-Sei uno scemo di nulla! (=sei proprio uno scemo!)

Tanto son garbati di nulla è un modo sarcastico per dire che quelle persone non sono per niente gentili. Di nulla si usa anche in altre zone della Toscana (io sono originario di Pistoia e lo uso di continuo).

E sa andà bene di nulla invece è sbagliato; dovrebbe essere, credo: e s'ha a andà bene di nulla (=siamo messi proprio male).

P.S. va bene scrivere andà, o è meglio anda' ?
Ultima modifica di Jonathan in data sab, 21 apr 2012 12:13, modificato 3 volte in totale.

Carnby
Interventi: 3526
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » sab, 21 apr 2012 11:47

Dalle mie parti e' gli è di nulla [eʎˌʎɛddi] significa «è veramente buono».

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3615
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: [xTSC] Di nulla

Intervento di Infarinato » sab, 21 apr 2012 11:56

Ferdinand Bardamu ha scritto:Di nulla mi pare essere un rafforzativo del medesimo significato di proprio: la prima frase sopra sarebbe «Son proprio tanto gentili». Sbaglio?
No, come del resto le hanno già confermato gli altri: è la famosa «antifrasi toscana», che va a braccetto con la nostra «maledizione». :mrgreen:

Altra espressione «fondamentale» è per esempio e’ ci (h)orre un ba(h)o per dire che «c’è molta differenza». :D

AmorEst
Interventi: 49
Iscritto in data: dom, 04 mag 2008 15:16
Località: Toscana

Intervento di AmorEst » sab, 21 apr 2012 11:58

Avallo del tutto l'intervento di Jonathan. La locuzione di nulla è diffusa anche nel senese-grossetano.

Talvolta si alterna con l'altrettanto ironico, ma ancor più colloquiale, (di) pe' ride in frasi come: Bello (di) pe' ride, il filme!

Carnby
Interventi: 3526
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » sab, 21 apr 2012 12:00

AmorEst ha scritto:Talvolta si alterna con l'altrettanto ironico, ma ancor più colloquiale, (di) pe' ride in frasi come: Bello (di) pe' ride, il filme!
Confermo. :)

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4111
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 21 apr 2012 12:03

Grazie a tutti.

Per AmorEst: (di) pe' ride letteralmente sarebbe ‹per ridere›, quindi ‹per finta›, ‹per scherzo›?
Ultima modifica di Ferdinand Bardamu in data sab, 21 apr 2012 17:41, modificato 1 volta in totale.

Andrea Russo
Interventi: 763
Iscritto in data: dom, 23 ott 2011 22:37

Intervento di Andrea Russo » sab, 21 apr 2012 12:41

Anche qui a Pisa si usano sia di nulla sia pe' ride, o almeno io le uso! :mrgreen:
La seconda espressione magari un po' meno della prima, piú comune.

AmorEst
Interventi: 49
Iscritto in data: dom, 04 mag 2008 15:16
Località: Toscana

Intervento di AmorEst » sab, 21 apr 2012 16:19

Ferdinand Bardamu ha scritto:Per Amor Est: (di) pe' ride letteralmente sarebbe ‹per ridere›, quindi ‹per finta›, ‹per scherzo›?
Esattamente. In questo caso, però, la frase non è più antifrastica, dal momento che se un film[e] è bello per ridere, significa che non è piaciuto.

A meno che non si parli, certo, di un cinepanettone. In tal caso, un toscano che dice quel filme è bello pe' ride (con una lieve pausa dopo bello, però), può veramente intendere che la pellicola è comica. Ma queste sono sottigliezze. :D

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4111
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 21 apr 2012 17:40

Grazie, AmorEst. :)
AmorEst ha scritto:A meno che non si parli, certo, di un cinepanettone. In tal caso, un toscano che dice quel filme è bello pe' ride (con una lieve pausa dopo bello, però), può veramente intendere che la pellicola è comica.
Se io fossi toscano, direi che un cinepanettone è bello… pe' ride… di nulla. :mrgreen:

Per Jonathan:
va bene scrivere andà, o è meglio anda' ?
Infarinato ne ha parlato di passata qui: «l’italiano prevede che una parola [grafo-morfologicamente] polisillabica accentata sull’ultima [grafo-] sillaba rechi su questa l’accento grafico del caso […]. Come ho già detto, meglio sarebbe scrivere morí’ [=morire, nota mia], ma è grafia pesantissima e inusuale».

Jonathan
Interventi: 228
Iscritto in data: sab, 10 ott 2009 22:43
Località: Almaty

Intervento di Jonathan » sab, 21 apr 2012 18:07

AmorEst ha scritto:
Ferdinand Bardamu ha scritto:Per Amor Est: (di) pe' ride letteralmente sarebbe ‹per ridere›, quindi ‹per finta›, ‹per scherzo›?
Esattamente. In questo caso, però, la frase non è più antifrastica, dal momento che se un film[e] è bello per ridere, significa che non è piaciuto.

A meno che non si parli, certo, di un cinepanettone. In tal caso, un toscano che dice quel filme è bello pe' ride (con una lieve pausa dopo bello, però), può veramente intendere che la pellicola è comica. Ma queste sono sottigliezze. :D
Bello pe' ride, il filme potrebbe anche voler dire che il film è piaciuto molto (almeno nella mia zona si usa sovente in tal senso).
Certamente, il significato di una espressione può variare da contesto a contesto, e in base al tono e alla gestualità del parlante.

-Poi t'è garbato il vino che ti portai l'altro giorno?
-La miseria! Era bono pe' ride! (=era molto buono)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite