[VEC] «Come on pàmpano»

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4106
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » mer, 27 giu 2012 21:08

lei pensi al suo che io penso al mio.
Pento, eviti, per cortesia, di rispondere con arroganza. Io le ho fatto notare alcune regole di buona condotta con cortesia: lei qui è ospite e si deve adeguare.

Il verbo postare è un anglicismo del tutto inutile. Come ho detto su, esistono altri verbi piú adatti e meno bizzarri.
Panpano inteso come stupido e impacciato, sciocco e inetto, va insieme a panpalugo e a panpe/fanfe.
La prego, davvero, di evitare le solite paretimologie. Di posti dove esercitarsi al paroliberismo è piena la Rete. Provi, per esempio, a proporre qualche sua idea su Raixe Venete.

E, detto ciò, mi fermo per rispetto degli altri utenti.

Chiuso

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti