[xTSC] «Ragia»

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Carnby
Interventi: 3524
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » dom, 04 nov 2012 17:52

Ferdinand Bardamu ha scritto:È groma o gromma?
Qui si dice groma, con la m scempia.

Avatara utente
Scilens
Interventi: 1097
Iscritto in data: dom, 28 ott 2012 16:31

Intervento di Scilens » dom, 04 nov 2012 18:02

A mio avviso, si.

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » dom, 04 nov 2012 18:55

Devo ammettere che sono piuttosto stupito vedendo l'etimologia riportata dal Treccani in linea: grómma s. f. [dal ted. svizz. grummele]. :shock:

Avatara utente
Scilens
Interventi: 1097
Iscritto in data: dom, 28 ott 2012 16:31

Intervento di Scilens » dom, 04 nov 2012 20:54

I dizionari riportano gromma, considerando groma solo lo strumento agrimensorio.
L'avverbio latino 'glomerate', 'più densamente', da 'glomero' (aggomitolare e addensare) potrebbe essere più probabile del termine svizzero, ma vedere anche grumus, perché la forma antica potrebbe essere il plurale neutro, groma.
Si chiama groma anche l'incrostazione catramosa della pipa.

Carnby
Interventi: 3524
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » dom, 04 nov 2012 22:08

u merlu rucà ha scritto:Devo ammettere che sono piuttosto stupito vedendo l'etimologia riportata dal Treccani in linea: grómma s. f. [dal ted. svizz. grummele].
È l'etimologia proposta dal DEI; il Devoto invece propende per un più probabile latino volgare *grumma da grū(m)mus. il DEI cita qualcosa di simile a proposito della forma gruma: «prob. incontratosi con grumo».
Scilens ha scritto:Si chiama groma anche l'incrostazione catramosa della pipa.
Sia il Devoto–Oli che lo Zingarelli mettono a lemma gruma come sinonimo di gromma, ma non groma. A proposito di /mm/ ~ /m/, un altro caso di divergenza tra la mia parlata e i dizionarî è pomarola «sugo di pomodoro» (benché sia di probabile origine mediana/romanesca), dato che questi mettono a lemma solo pommarola o pummarola. Da notare che io pronuncio correntemente /'grɔma/, mentre i dizionarî riportano /'gromma, 'gruma/, non so se per ragioni etimologiche o per l'effettiva distribuzione di questa pronuncia.

Avatara utente
Scilens
Interventi: 1097
Iscritto in data: dom, 28 ott 2012 16:31

Intervento di Scilens » lun, 05 nov 2012 0:25

Qui http://www.etimo.it/?cmd=id&id=8274&md= ... db5791fb7d si dice che Gruma è chiamata la "crosta che il vino fa dentro alla botte"
e alla voce gromma http://www.etimo.it/?cmd=id&id=8250&md= ... 1ffc386655 "lo stesso etimo di grumma


Ma groma non c'è, nonostante se ne parli comunemente su internet, in argomento di pipe, quindi la pronuncia con una sola m non è solo locale

PaDaSu
Interventi: 55
Iscritto in data: sab, 14 lug 2012 10:45
Località: Monteriggioni

Re: [xTSC] «Ragia»

Intervento di PaDaSu » lun, 05 nov 2012 11:02

Personalmente ho sempre adoperato e sentito usare gromma in luogo di tartaro e di ragia, riguardo alle botti.
Con due emme.
Come bene dice Scilens groma, con una sola emme, è lo strumento dell'antico agrimensore.
Che poi viene direttamente dal latino groma, che ha preso pari pari sia lo strumento che l'associato termine (gruma) dagli etruschi.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite