[xTSC] «Baco»

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » lun, 13 mag 2013 20:23

qui ci sono interessanti disquisizioni etimologiche.

Avatara utente
Fabio48
Interventi: 199
Iscritto in data: mer, 30 nov 2005 9:38
Località: Lucca

Intervento di Fabio48 » mer, 15 mag 2013 13:23

A Pisa, per esempio, c'è il baotenia che a lucca è verme solitario.
E c'è la frase, per quando la temperatura scende sotto lo zero: è freddo bao..., che i livornesi più acculturati traducono con it's cold bug...

Buona vita.
...un pellegrino dagli occhi grifagni
il qual sorride a non so che Gentucca.

Andrea Russo
Interventi: 763
Iscritto in data: dom, 23 ott 2011 22:37

Intervento di Andrea Russo » dom, 30 giu 2013 1:13

Carnby ha scritto:
Jonathan ha scritto:A Pistoia, il termine baco indica anche l'organo genitale maschile, soprattutto nelle locuzioni scherzose a baco gnudo (ovvero completamente nudo) e il baco Gianni.
In altre zone della Toscana, specie occidentale, si usa baco Gigi con lo stesso significato, talvolta «unificato» in baugigi (con gorgia massima e dileguo di /k/). C'è anche un'espressione, chiaramente ambigua, «il baugigi sta meglio tra le mele che a Parigi» o qualcosa del genere. Il riferimento al sesso anale ha fatto sì che, abbastanza stranamente, per qualcuno baugigi sia diventato sinonimo di culo: «l'abbiamo preso nel baugigi» e simili (letto su dei forum in Rete, a proposito di risultati sportivi ecc.).
Sui vari ba(ch)i ignudi non saprei che dire, ma baugigi penso che sia soprattutto una parola livornese (mi pare d'averla letta piú volte nel raffinatissimo Vernacoliere! :mrgreen:): una parola cosí triste non poteva che venire da Livorno! :D

Avatara utente
Scilens
Interventi: 1097
Iscritto in data: dom, 28 ott 2012 16:31

Intervento di Scilens » lun, 26 ago 2013 20:47

bao lilli =genitali mascili dei bambini. Bao, senza nessuna aspirazione, non bacho o baho.

Bacho è quel che non ha nome, che voli, cammini o strisci.

Un termine ormai scomparso è becio (il becio-i beci), non so neppure se sia documentato, ma è il lombrico, il Baco per eccellenza.

Poi c'è il Lolo, il baco delle castagne ("grasso come un Lolo")

Gianni sta nella mela

Gigi nell'altra frutta, ma ce ne sono altri, non li ricordo più.

valerio_vanni
Interventi: 915
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Intervento di valerio_vanni » lun, 26 ago 2013 23:28

Scilens ha scritto: Poi c'è il Lolo, il baco delle castagne ("grasso come un Lolo")
Qui da me "lolo" indica tutti i vermi della frutta.

Avatara utente
Scilens
Interventi: 1097
Iscritto in data: dom, 28 ott 2012 16:31

Intervento di Scilens » mar, 27 ago 2013 21:05

Poi c'è il Tonchio, il baco dei fagioli.

E c'è anche il "fare baco" del Boccaccio (nov. 99. 43) "Ora andiam noi, veggiam chi t'ha fatto baco." Babàu e bausètte. Forse quella del Boccaccio è una forma ipercorretta da bao.

Carnby
Interventi: 3524
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » mar, 27 ago 2013 21:29

Scilens ha scritto:Un termine ormai scomparso è becio (il becio-i beci), non so neppure se sia documentato, ma è il lombrico, il Baco per eccellenza.
Non è poi così tanto che ho sentito dire becio. :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite