[xTSC] «Avoi!»

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Intervieni
Carnby
Interventi: 3569
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

[xTSC] «Avoi!»

Intervento di Carnby » sab, 23 nov 2013 21:45

Dalle mie parti, «avoi» /a'voi/ significa «bell'e fatto», «et voilà». Esiste anche da altre parti un'espressione simile? In quanto all'origine, si potrebbe pensare che derivi da a voi! ma non c'è il raddoppiamento sintattico.

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » lun, 25 nov 2013 17:56

Nella Liguria occidentale non esiste un'espressione simile. Dalle mie parti si dice: valà/vulà, quasi sicuramente un francesismo. Per quanto riguarda l'etimo, se non c'è raddoppiamento e non viene da a voi!, non saprei proprio
che pesci pigliare.
Largu de farina e strentu de brenu.

Avatara utente
GianDeiBrughi
Interventi: 108
Iscritto in data: mar, 07 feb 2012 21:28
Località: Mantova

Intervento di GianDeiBrughi » mar, 26 nov 2013 19:45

In un vecchio vocabolario di lucchese dell'Ottocento lessi che la preposizione 'a' in alcuni casi, come nell'espressione "a nome", non veniva seguita dal raddoppiamento, ma solo nel in frasi interrogative; nei testi infatti si ritrova scritta attaccata alla parola seguente, così: "Com' hai anome?".
Che sia qualcosa di simile?

Tuttavia non ho mai sentito prima d'ora un'espressione del genere e per di più "a nome" a Lucca l'ho sempre sentito dire col raddoppiamento.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite