[xTSC] «Zenzero»

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Carnby
Interventi: 3521
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

[xTSC] «Zenzero»

Intervento di Carnby » mer, 26 feb 2014 15:12

Credevo si trattasse di un dialettalismo, ma zenzero nel senso di «peperoncino piccante» è riportato anche sullo Zingarelli. Si tratta di un toscanismo che crea qualche problema, perché la meno diffusa radice di zenzero (quello vero, Zingiber officinale) viene commercializzata come ginger (anglicismo) nei supermercati.

Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 20:59
Località: Castelfidardo (AN)

Intervento di Ivan92 » mer, 26 feb 2014 17:03

Io ne sono ghiotto!!! :lol:

Avatara utente
Scilens
Interventi: 1097
Iscritto in data: dom, 28 ott 2012 16:31

Intervento di Scilens » gio, 27 feb 2014 18:37

Confermo zenzero per peperoncino piccante, chiamato anche 'pementa'.
Saluto gli amici, mi sono dimesso. Non posso tollerare le contraffazioni.

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1298
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » gio, 27 feb 2014 19:40

Dalle mie parti il peperoncino piccante si chiama pevereta in dialetto e peperetta in italiano. Ero convinto che peperetta fosse un termine diffuso, finché, fuori dalla mia regione, parlando di una ricetta in cui si doveva mettere un pezzo di 'peperetta', mi è stato chiesto cosa fosse...
Largu de farina e strentu de brenu.

Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 20:59
Località: Castelfidardo (AN)

Intervento di Ivan92 » gio, 27 feb 2014 21:34

Non penso infatti che peperetta sia un termine molto diffuso. Io, ad esempio, non lo conoscevo.

Carnby
Interventi: 3521
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » dom, 29 ott 2017 14:12

Dalla mia esperienza pare che zenzero l’abbia vinta alla grande su ginger.

Ligure
Interventi: 151
Iscritto in data: lun, 31 ago 2015 13:18

Confini lessicali

Intervento di Ligure » dom, 29 ott 2017 18:17

Ivan92 ha scritto:Non penso infatti che peperetta sia un termine molto diffuso. Io, ad esempio, non lo conoscevo.
Confermo. Infatti, si tratta di formazioni lessicali il cui uso non è neppure pan-regionale. Ad es., a Genova e in moltre altre località liguri nessuno lo conosce - né nella versione dialettale né in quella italianizzata - né ne comprenderebbe il significato.

P.S.: per altro, nessuno degli ultimi dialettofoni - molto anziani - a conoscenza di una variante dialettale di tipo genovese accetterebbe mai di dialogare in dialetto con un parlante di qualche varietà del Ponente ligure. Sia perché esistono alcune differenze (e questo succedeva, prevalentemente, un tempo quando si parlava ancora in dialetto), ma, soprattutto, perché, ormai, l'uso residuale del dialetto è riservato a poche frasi col coniuge - se vivo - o con persone molto intime.

Avatara utente
Sixie
Interventi: 316
Iscritto in data: lun, 18 mag 2015 19:18
Località: Polesine

Intervento di Sixie » dom, 29 ott 2017 20:44

Lo zenzero era fra le spezie che componevano la piperata; nel veronese, ma non solo, portano avanti la tradizione della gloriosa salsa pearà (però senza lo zenzero, che io sappia).
Si è sempre chiamato zènzaro da noi, lo zenzero. :)
We see things not as they are, but as we are. L. Rosten
Vediamo le cose non come sono, ma come siamo.

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1298
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » dom, 29 ott 2017 20:52

Carnby ha scritto:Dalla mia esperienza pare che zenzero l’abbia vinta alla grande su ginger.
Sinceramente non ho mai visto la dicitura ginger, solo zenzero.
Largu de farina e strentu de brenu.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4073
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » dom, 29 ott 2017 21:21

In quanto a ginger, mi è capitato talvolta di vedere questa dicitura inglese sulle confezioni delle radici di zenzero. Ma penso anch’io che sia destinata a non attecchire, soprattutto perché il ginger (o gingerino) è una bibita.

Sixie ha scritto:[…] nel veronese, ma non solo, portano avanti la tradizione della gloriosa salsa pearà (però senza lo zenzero, che io sappia).

Apro e chiudo subito un fuori tema culinario: no, lo zenzero non c’entra proprio niente con la pearà, che, come dice il nome, è una preparazione a base di pepe (pévaro). Lo zenzero non fa parte della ricetta, né potrebbe per il gusto troppo forte, e vagamente dolce, che mal si accompagna cogli altri ingredienti (pan grattato, brodo di carne, pepe, midollo). Che sappia io, poi, la pearà, in quanto salsa a sé stante, è soltanto veronese; in Trentino esiste la peverada, la quale, benché contenga una salsa piú o meno simile, preparata con una robusta dose, appunto, di pepe, è un piatto diverso.

domna charola
Interventi: 1059
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » lun, 30 ott 2017 12:22

Più che attecchire, sembrerebbe un problema di scomparsa.
Nei ricettari di cucina dal XIV secolo in poi, quando in volgare, lo zenzero è in genere indicato come gingevro o gengevro o cose simili (vado a memoria, perché al momento non ho sotto mano la mia biblioteca di cucina storica), quindi può essere cha l'attuale ginger sia la derivazione diretta da tale antica denominazione, che ormai si è persa (e ovviamente, ci rientra in casa dall'Inghilterra...)

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1298
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » lun, 30 ott 2017 21:04

A titolo di curiosità, nel dialetto di Sanremo zenzeru (z = s sonora) significa "furbacchione, taccagno".
Largu de farina e strentu de brenu.

Avatara utente
marcocurreli
Interventi: 444
Iscritto in data: ven, 25 set 2009 22:36
Località: Cagliari

Intervento di marcocurreli » mar, 31 ott 2017 0:37

domna charola ha scritto: Nei ricettari di cucina dal XIV secolo in poi, quando in volgare, lo zenzero è in genere indicato come gingevro o gengevro o cose simili [...]
quindi può essere cha l'attuale ginger sia la derivazione diretta da tale antica denominazione, che ormai si è persa (e ovviamente, ci rientra in casa dall'Inghilterra...)
Guardi qui

Carnby
Interventi: 3521
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » mar, 31 ott 2017 1:34

Dalla discussione pare che solo in Toscana, almeno fino a poco tempo fa, lo zenzero fosse commercializzato come ginger, dato l’uso popolare di zenzero come ‘peperoncino piccante’.
Ultima modifica di Carnby in data mar, 31 ott 2017 14:23, modificato 1 volta in totale.

domna charola
Interventi: 1059
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » mar, 31 ott 2017 12:09

u merlu rucà ha scritto:A titolo di curiosità, nel dialetto di Sanremo zenzeru (z = s sonora) significa "furbacchione, taccagno".
Interessante, grazie!
Sono venuta via da Sanremo che ero alle elementari, e non ricordo di averlo mai sentito... ma era un'epoca in cui il dialetto non era molto stimato, e in famiglia non eravamo nativi liguri, quindi mi son persa molte voci popolari.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite