Discussione sui traducenti di forestierismi

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1642
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » sab, 18 nov 2006 1:25

Marco1971 ha scritto:Direi semplicemente linguaggio infantile, no?
Viene anche chiamato bambinese, ad esempio in questi due siti:
http://www.bimboflap.it/risorse/rubrich ... bimbi.html
http://minipoliglotti.blogspot.com/2005 ... inese.html

Google mi dà 319 risultati con bambinese.

Avatara utente
arianna
Interventi: 234
Iscritto in data: lun, 06 dic 2004 15:08

Intervento di arianna » sab, 18 nov 2006 2:58

Ottimo, a quanto sembra, dunque, abbiamo già una traduzione specifica! :-)

E breve, per la felicità degli italiani amatori della brevità.

Per linguaggio infantile invece valgono le considerazioni di Federico.
Felice chi con ali vigorose
le spalle alla noia e ai vasti affanni
che opprimono col peso la nebbiosa vita
si eleva verso campi sereni e luminosi!
___________

Arianna

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » sab, 18 nov 2006 22:02

arianna ha scritto:Ottimo, a quanto sembra, dunque, abbiamo già una traduzione specifica! :-)
L'uovo di Colombo! :roll:

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9581
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » mer, 22 nov 2006 23:07

Come traducente di élite si può aggiungere eletta (dal latino electa).
Il Battaglia ha scritto:Elètta 2. La parte migliore, il fior fiore.
Cito un solo esempio, quello di Benedetto Croce (finissimo scrittore):
I liberali sono pochi in Italia, una eletta di ufficiali con scarsi soldati.

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » gio, 23 nov 2006 0:58

Del resto l'etimologia (abbastanza trasparente) giustifica perfettamente questa operazione, tanto che volevo aggiungere alla lista gli eletti, che in qualche caso può andare bene: naturalmente, questo suo sinonimo latino risolve la questione.

P.s.: a quanto pare i portoghesi traducono mobbing con assedio morale, mentre noi proponiamo vessazioni/angherie/persecuzione (sul posto di lavoro).

Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude » gio, 23 nov 2006 3:02

P.s.: a quanto pare i portoghesi traducono mobbing con assedio morale
Appunto, ma non è una traduzione, è semplicemente la forma come ci esprimiamo.

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » mar, 28 nov 2006 17:58

Come si può sostituire appeasement?

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9581
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » mar, 28 nov 2006 18:37

Con pacificazione, penso:
Il Battaglia ha scritto: Stipulazione di un trattato di pace per porre fine a uno stato di guerra fra Potenze o Stati nemici. – Anche con valore attenuato: raggiungimento di un accordo che sancisce il superamento di un contrasto politico o diplomatico.
– Processo atto o tendente a risolvere le discordie intestine, i disaccordi politici, i conflitti interni a una città, a uno Stato, a una nazione, a far cessare lotte civili.

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1642
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » mar, 28 nov 2006 21:30

Marco1971 ha scritto:Con pacificazione, penso:
Il Battaglia ha scritto: Stipulazione di un trattato di pace per porre fine a uno stato di guerra fra Potenze o Stati nemici. – Anche con valore attenuato: raggiungimento di un accordo che sancisce il superamento di un contrasto politico o diplomatico.
– Processo atto o tendente a risolvere le discordie intestine, i disaccordi politici, i conflitti interni a una città, a uno Stato, a una nazione, a far cessare lotte civili.
Pacificazione non convoglia la connotazione di acquiescenza che invece è insita nel verbo inglese. Secondo il contesto quindi to appease può tradursi con acquiescere, contentare, cedere (a una richiesta). Nel suo significato politico - con particolare riferimento alla politica seguita dal governo inglese di Neville Chamberlain - la definizione che ne fa il Devoto-Oli: politica di appeasement potrebbe ottimamente rendersi con politica di acquiescenza.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9581
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » mar, 28 nov 2006 21:37

Sí, concordo, la sua è un’ottima proposta.

fabbe
Interventi: 454
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 20:57

Intervento di fabbe » mer, 29 nov 2006 15:50

Qualche suggerimento per lo "stalking"? Perseguitare?

Uri Burton
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 28 dic 2004 6:54

Intervento di Uri Burton » mer, 29 nov 2006 18:00

fabbe ha scritto:Qualche suggerimento per lo "stalking"? Perseguitare?
Perché no. As esempio, la legge britannica sul «comportamento anti-sociale» e quella per la protezione della famiglia coprono tutti i casi di harassment (tormenting by subjecting to constant interference or intimidation) e quindi di persecuzione, compreso lo stalking ( harassing or persecuting with unwanted and obsessive attention).
Cordialmente,
Uri Burton

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9581
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » mer, 29 nov 2006 21:06

Forse potrebbe andar bene il verbo tallonare:
Il Battaglia ha scritto:Inseguire da vicino, stare alle calcagna, in partic. nell’intento di raggiungere o anche di controllare qualcuno (anche nel linguaggio sportivo). [...]
– Seguire dappresso qualcuno parlandogli, in partic. con insistenza, impuntandolo con domande e richieste.
Mi sembra abbastanza vicino per un’ulteriore estensione semantica. Per il sostantivo si potrebbe usare tallonamento o tallonaggio.

Riporto, per un confronto, la definizione che di to stalk offre il COBUILD Advanced Learner’s Dictionary:
If someone stalks someone else, especially a famous person or a person they used to have a relationship with, they keep following them or contacting them in an annoying and frightening way.
Naturalmente è calzante anche perseguitare, o addirittura braccare (sempre dal Battaglia):
2. Per simil. e al fig. Seguire e spiare qualcuno, stargli alle calcagna senza dargli tregua; cercare con ostinazione, con accanimento.
Che ne pensate?

fabbe
Interventi: 454
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 20:57

Intervento di fabbe » mer, 29 nov 2006 22:18

Grazie Uri Burton e Marco per le risposte.

Forse tallonare ha il vantaggio di essere più specifico e meno inflazionato.

Uri Burton
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 28 dic 2004 6:54

TRADUZIONE DI STALKING

Intervento di Uri Burton » mer, 29 nov 2006 22:20

Marco1971 ha scritto:Forse potrebbe andar bene il verbo tallonare...
Naturalmente è calzante anche perseguitare, o addirittura braccare...
Che ne pensate?
Ma forse «braccare» dà meglio di «tallonare» l’idea d’un comportamento punibile con la reclusione (in Gran Bretagna fino a cinque anni).
Consideriamo tuttavia questo. In Italia una legge sul comportamento anti-sociale (che non copre solo lo stalking) ancora non c’è. Potrebbe però essere varata entro tempi non lunghi, in ossequio alla tutela della privatezza auspicata se non addirittura prevista dall’Unione europea. Va da sé che in questo caso i termini verranno scelti dal legislatore, e il legislatore – secondo me – non ricorrerà mai a «bracconaggio» per il reato e a «braccatore» (o a «tallonatore») per chi lo commette.
Uri Burton

Chiuso

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti