Ancora su «bloggo»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
GianDeiBrughi
Interventi: 108
Iscritto in data: mar, 07 feb 2012 22:28
Località: Mantova

Intervento di GianDeiBrughi » dom, 20 gen 2013 20:43

Non so perché, però il termine "bloggo" (plurale collettivo "le blogga") mi attira tantissimo. :shock:
A volte faccio addirittura fatica a non usarlo! Almeno in contesti colloquiali.
Blog invece mi sa di sciapito e di un po' troppo formale, fichetto. :roll:

Antujo
Interventi: 48
Iscritto in data: ven, 05 giu 2015 12:16

Intervento di Antujo » dom, 06 ago 2017 14:59

Una nota riguardo alla lista dei traducenti.

In base alle osservazioni di Marco nel suo primo intervento
Marco1971 ha scritto:La forma blogo, con una g sola, se sarebbe al limite accettabile, non risponde alla fonotassi piú genuina: si pensi a blocco, dal francese bloc, a sua volta dall’olandese blok (e non se ne fece *bloco); o a placca dal francese plaque (e non, in questo senso, *placa).

e in un altro piú sotto
Marco1971 ha scritto:Aggiungo, infine, che il termine bloggo è sostenuto dall’uso ben attestato in rete del verbo bloggare, anche e soprattutto nella prima persona singolare del presente indicativo, io bloggo. L’adattamento non dev’essere mai gratuito: dev’essere il frutto di ponderate valutazioni formali e semantiche.

e considerato che per il forestierismo successivo, blogger, è stato inserito blogghista, secondo me bisognerebbe sostituire blog[g]o con bloggo, cosí da mantenere la coerenza tra i traducenti proposti e anche tra questi e quanto scritto nel filone.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Majestic-12 [Bot] e 1 ospite