«Cheesecake»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Carnby
Interventi: 3540
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

«Cheesecake»

Intervento di Carnby » sab, 13 ago 2016 18:57

Per questa tipologia dolciaria esiste il traducente torta al formaggio che ha però lo svantaggio di ricordare delle preparazioni salate. La voce della guichipedia ricorda che anche la torta alla robiola, la pastiera e la cassata possono essere classificate come cheesecakes: è possibile che non ci sia una parola italiana per descriverle?

Avatara utente
Millermann
Interventi: 789
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Intervento di Millermann » sab, 13 ago 2016 20:12

Dolce al formaggio? (Francese gâteau au fromage, spagnolo pastel de queso) ;)
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini

Carnby
Interventi: 3540
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » sab, 13 ago 2016 20:21

Può andare, ma, come al solito, qualcuno dirà che è troppo lungo.

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » sab, 13 ago 2016 22:46

Torta alla (o di, se preferite) ricotta. Che è molto più preciso del generico cheese.
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Carnby
Interventi: 3540
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » dom, 14 ago 2016 0:45

Però non tutti i cheesecakes sono a base di ricotta...

sempervirens
Interventi: 599
Iscritto in data: gio, 23 apr 2015 15:14

Intervento di sempervirens » dom, 14 ago 2016 1:46

Conoscendo le origini della parola cheese (cacio, dal latino caseus) potremmo semplicemente dire torta al cacio. Partendo da queste premesse, cioè dal fatto che per l'ingrediente principale del cheesecake, il formaggio Philadelphia, si ricorre all'iperonimo cheese, di cui cacio perché entrambi collegati al latino caesus, si potrebbe anche pensare a una nuova formazione del tipo di torta cacia, per passare poi alla parola univerbata tortacacia. Oppure diamo prova di maggior precisione e eleviamo il formaggio in questione aggiungendone il nome al dolce, torta al filadelfia.
Se da Parma abbiamo il parmigiano, allora da Philadelphia potremmo avere ...? Ditemelo voi. Filadelfiense? Filadelfiano? Filadelcacio? Per le parole macedonia non ci vado pazzo ma quando si tratta di ostacolare l'avanzata di un anglicismo non adattato posso chiudere un occhio.

In rete però alla voce cheesecake si scoprono ricette dove gli ingredienti possono essere la panna cotta, il burro e altri latticini in genere. Sembra che dopotutto al predetto dolce stia venendo sempre meno la connessione con l'ingrediente principale, il philadelphia. :?: Ed allora restiamo sulla parola cacio e così restiamo intorno casa sia sulle origini etimologiche sia su quelle culturali, visto che già poco meno di tremila anni fa nell'antica Grecia preparavano tale tipo di dolce da dare agli atleti.
Ultima modifica di sempervirens in data lun, 15 ago 2016 8:29, modificato 1 volta in totale.
Io nella mia lingua ci credo.

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » dom, 14 ago 2016 14:59

Carnby ha scritto:Però non tutti i cheesecakes sono a base di ricotta...
Prevedevo l'obbiezione. :wink:
Di ricette non so nulla, perciò mi rifaccio alla pagina indicata in apertura di filone: «I formaggi che si utilizzano [...] sono [...] la ricotta, il mascarpone, Philadelphia o altri formaggi da spalmare». Quindi abbiamo la ricotta, il mascarpone (il cui «nome deriva dal termine lombardo mascherpa o mascarpia, che indica la ricotta o la panna») e una terza cosa, un prodotto industriale indicato solo da un nome commerciale, che pertanto non merita nemmeno di essere preso in considerazione.
Inoltre l'inclusione della pastiera e della cassata, entrambe a base di ricotta, mi pare deporre a favore della generalizzazione torta alla ricotta, con possibili, minoritarie eccezioni alla norma.
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Carnby
Interventi: 3540
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » dom, 14 ago 2016 17:37

sempervirens ha scritto:Conoscendo le origini della parola cheese (cacio, dal latino caseus) potremmo semplicemente dire torta al cacio.
Purtroppo cacio, per l'associazione a caciolo e simili, non è più quasi usato, neppure in Toscana.

sempervirens
Interventi: 599
Iscritto in data: gio, 23 apr 2015 15:14

Intervento di sempervirens » dom, 14 ago 2016 18:41

Sì, ma strettamente attinente alla cucina, cito Spaghetti cacio e pepe, è usato. E se per un piatto italiano la parola cacio è sempre viva, come anche in espressioni cristallizzate, Come il cacio sui maccheroni, potremmo continuare ad usarla per nominare altre ricette o nomi di dolci anche se d'oltremanica. L'uso sta affievolendosi, è vero, allora rivitalizziamolo.

Piccolo intermezzo culturale.
Mentre noi stiamo rimuginando se italianizzare o no, e se sì come italianizzare cheese cake, qui a Tokyo nei supermercati si vendono vini statunitensi, australiani e d'altre aree geografiche, come pure prodotti alimentari che "battono" bandiera se non italiana almeno italianeggiante. Si vedono infatti strane etichette tendenti al rossobiancoverde accompagnati da parole ora tutte rigorosamente terminanti con la vocale. Per come la vedo io una buona parte di loro ha capito che per esigenze di mercato conviene "arruffianarsi la lingua italiana o francese".
Io nella mia lingua ci credo.

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » gio, 15 set 2016 14:35

La ricotta non è un formaggio.
A parte questo dettaglio, il termine cacio dei maccheroni o degli spaghetti romaneschi, citato sopra, evoca ormai certe tipologie di formaggi, spesso molto distanti da quelle che si userebbero per una torta dolce. Dubito quindi che il termine possa avere successo in questo campo.

Il punto è che anche la cucina è un fatto culturale, e riflette le tradizioni di un popolo.
Per noi, una torta "al formaggio" può solo essere "alla ricotta", quindi, perché cercare di mescolarla ad altre cose, con un iperonimo che le fa perdere la sua identità culturale?
Ci sono le torte alla ricotta, e poi "quelle cose là, con latticini sintetici" che fanno all'estero. Trovargli un nome italiano? Perché no... ma lasciamo in pace la pastiera!

In fondo, non chiameremmo cheese-cake nemmeno le sebadas, eppure è un dolce italico a base questo sì di formaggio!

https://it.wikipedia.org/wiki/Seada

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4122
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 17 set 2016 15:46

Millermann ha scritto:Dolce al formaggio?
È la stessa proposta di Gabriel Valle in Italiano Urgente: «In italiano il cheesecake è conosciuto come dolce al formaggio». Se cercate dolce al formaggio su Google troverete la ricetta e le foto di quella che, ai miei occhi, è una cheesecake; l’alternativa è torta al formaggio, che ha però uno svantaggio: bisogna precisare il gusto della torta, dolce o salato.

Carnby
Interventi: 3540
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » sab, 17 set 2016 19:17

Qui ho trovato prisnazza che dovrebbe essere voce slava («illirica») vagamente italianizzata per ‘torta al formaggio’.
E infatti...

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite