«Aftermarket»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Teo
Interventi: 140
Iscritto in data: dom, 16 apr 2006 9:47
Località: Roma

«Aftermarket»

Intervento di Teo » mer, 18 gen 2017 22:49

Mi sembra che il termine aftermarket (scritto anche after-market o after market) non sia stato qui preso in considerazione da nessuno. Riporto la definizione che si trova su wikipedia, che propone anche un traducente italiano (post vendita):

https://it.wikipedia.org/wiki/Post_vend ... obilistico

Il post vendita automobilistico, altrimenti noto col termine inglese di aftermarket automobilistico, è il settore del mercato automobilistico che riguarda la produzione di componenti e ricambi, il riciclo, la distribuzione, la rivendita e l'installazione di tutte le parti dei veicoli, i prodotti chimici, le attrezzature, gli equipaggiamenti e gli accessori per le automobili, per i veicoli commerciali ed industriali. Questa parte si attiva dopo la vendita del veicolo al consumatore da parte del costruttore.

L'anglicismo si trova anche nel lessico finanziario, come si può desumere dal Sole 24 ore:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLi ... iew=Libero


Aftermarket

Letteralmente, "dopomercato". Ha vari significati. Si può intendere "dopo le normali ore di contrattazione". L'espressione si usa per indicare quelle transazioni che si svolgono dopo la chiusura del mercato. Se, per esempio, una società ha fatto un annuncio di utili o perdite o previsioni (guidance) a mercati chiusi, si possono creare prezzi relativi a quel titolo in contrattazioni aftermarket, che non sono però regolamentate come quelle del mercato normale.
Alternativamente, quando un titolo di nuova emissione inizia la quotazione ufficiale, i prezzi che si formano, dopo quello di emissione, vengono chiamati prezzi di aftermarket.
Infine, è un aftermarket quel mercato che è "tirato" da un altro: per esempio, la vendita di un software comporta la creazione di un aftermarket di servizi di supporto all'uso di quel software. Nel campo dei pezzi di ricambio per auto, l'aftermarket è quello dei pezzi di ricambio non genuini, cioè prodotti da altri fornitori.
Teo Orlando

Don Antonio
Interventi: 36
Iscritto in data: ven, 20 mag 2016 20:06

Intervento di Don Antonio » mar, 04 apr 2017 1:49

Mi vien in mente, come detto a Lei: post-vendita. Variazioni sul tema potrebbero essere:
- post-vendita
- post-mercato
- postmercato
- post-acquisto
- postacquisto
- aftermercato
- afteracquisto
Non saprei dire però quale possaessere il più immediato e di facile presa. aftermercato è sicuramente il più compresibile, ma post-acquisto e post-vendita anche, inoltre sono decisamente più italiani.

Antujo
Interventi: 48
Iscritto in data: ven, 05 giu 2015 12:16

Intervento di Antujo » mar, 04 apr 2017 10:18

Senza dubbio ad after si può rinunciare poiché in italiano lo sostituiscono degnamente sia dopo- sia pos[t]-.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3621
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » mar, 04 apr 2017 10:37

In italiano sono attestati sia pos(t)vendita (agg. inv. [CO] 1995 [fonte: GRADIT]) sia dopovendita (s. f. [CO], sec. XX [ibid.]), che però rimanda al primo, il che ci autorizza a ritenere che entrambi possano essere usati sia come aggettivi invariabili sia come sostantivi femminili.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite