«Pokè», «poké», «poke»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G. M.
Interventi: 517
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

«Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G. M. »

Visto che nella mia città sono spuntati almeno tre locali a tema negli ultimi due anni, mi occorre un'italianizzazione...
Dai Neologismi Treccani:
pokè (o poké, poke) s. m. inv. Piatto tipico hawaiano a base di pesce crudo, guarnito anche con cereali, verdura, frutta, salse e altri ingredienti; spesso in combinazione con la voce ingl. bowl (‘ciotola’). [...] Voce hawaiana, alla lettera ‘tagliato a pezzi’.
L'adattamento sembra facile: pochè.

———

PS. Un mio amico che conosce l'avaiano mi ha detto che il termine originale è poke, pronunciato [ˈpoke]. Mi segnala questo e questo per il significato (purtroppo in inglese).
Potrebbe avere più senso adattare in poche /pɔ̍ke/, fra l'altro anche più in linea col derivato pokeria (> pocheria)?
Avatara utente
G.B.
Interventi: 457
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G.B. »

Perché in Rete si scrive che la pronunzia è «poh-kay»?
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
G. M.
Interventi: 517
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G. M. »

G.B. ha scritto: dom, 06 giu 2021 16:13 Perché in Rete si scrive che la pronunzia è «poh-kay»?
Presumo sia questo.
Avatara utente
G.B.
Interventi: 457
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G.B. »

Ma quindi la pronunzia originale è quella indicata dalla Guichipedía inglese —e da altri siti, anche italiani, che probabilmente la ripetono—, /poʊˈkeɪ/, o quella indicata dal suo amico, /ˈpoke/? O sono varianti? Non capisco.

In ogni modo, sempre qui si dice che la pronunzia «poké» è un adattamento inglese (ma non ho verificato le fonti).
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
G. M.
Interventi: 517
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G. M. »

La pronuncia in avaiano dovrebbe essere quella indicata dal mio amico; /poʊˈkeɪ/ l'adattamento inglese della stessa. La scrittura col segnaccento, poké, nasce in inglese —presumo— per indicare che la seconda sillaba va pronunciata, non è muta come nell'altrimenti omografo poke (è uno stratagemma grafico che gli anglofoni usano a volte in poesia).
Avatara utente
G.B.
Interventi: 457
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G.B. »

Perfetto, la ringrazio. Direi dunque di scartare poké e al massimo incoraggiare pochè (tanto l'italiano è avvezzo a questi adattamenti tronchi che non rispecchiano l'accentazione originale: penso a caratè, giurí...). Ché poi qui poché si potrebbe anche confondere con questo poché. Il problema è la brutta tendenza della Rete a non far distinzione tra accento acuto e grave.

Se invece si sceglie la pronunzia originale suggerisco di scrivere póche, cosí da non confonderlo con questo poche (o col poche aggettivo).
Ultima modifica di G.B. in data sab, 19 giu 2021 8:06, modificato 1 volta in totale.
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Millermann
Interventi: 973
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di Millermann »

G. M. ha scritto: dom, 06 giu 2021 18:58 La pronuncia in avaiano dovrebbe essere quella indicata dal mio amico; /poʊˈkeɪ/ l'adattamento inglese della stessa.

Queste sono, comunque, le pronunce avaiana e inglese [americana], rispettivamente.
In italiano, invece, ascoltando alcuni video, mi è sembrato che si dica sia /ˈpoke/ sia /poˈke/ (sulle aperture vocaliche non ci giurerei). :?

In particolare, la prima accentazione si usa quando viene citata la poké bowl (che, per chi conosce i personaggi dei Pokémon, è pronunciata /ˈpokebol/ proprio come la "famosa" «Poké Ball» (in italiano Sfera Poké).

Ciò, in qualche modo, potrebbe favorire l'italianizzazione anche dell'altra espressione (poké bowl), che a questo punto, sfruttando l'analogia coi Pokémon, potrebbe essere ribattezzata ciotola poké. E in effetti quest'espressione è già presente in Rete. ;)

Per quanto riguarda l'adattamento completo, invece, devo dire che non m'entusiasmano né pochepochè, e tanto meno... pocheria (veramente poco indicato per un posto dove si mangia! :mrgreen:)
La cappa, in questo caso, non mi dà fastidio (trattandosi d'un piatto esotico) e anzi mi sembra indispensabile per evitare di leggere il termine "alla francese" (viste le già citate omografie). :)
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini
Avatara utente
Canape lasco ctonio
Interventi: 83
Iscritto in data: lun, 10 gen 2011 23:21
Località: Roma

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di Canape lasco ctonio »

È in sostanza un carpaccio avaiano o le carni crude non vengono né marinate né servite a fettine sottili?
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3697
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di Carnby »

G. M. ha scritto: dom, 06 giu 2021 18:58 La scrittura col segnaccento, poké, nasce in inglese —presumo— per indicare che la seconda sillaba va pronunciata, non è muta come nell'altrimenti omografo poke (è uno stratagemma grafico che gli anglofoni usano a volte in poesia).
Non solo in poesia; l’Ape Piaggio in India è chiamata Apé, probabilmente per non confonderla con ape, ‘scimmione’, ‘scimmia antropomorfa’.
G.B. ha scritto: dom, 06 giu 2021 20:08 Se invece si sceglie la pronunzia originale suggerisco di scrivere póche, cosí da non confonderlo con questo poche (o col poche aggettivo).
Perché póche è non pòche? Capisco che il secondo può essere pronunciato /ˈpɔʃ/, ma la pronuncia con /ɔ/ mi pare più naturale per un forestierismo.
Ultima modifica di Carnby in data mar, 08 giu 2021 10:40, modificato 1 volta in totale.
Avatara utente
G.B.
Interventi: 457
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G.B. »

Carnby ha scritto: lun, 07 giu 2021 7:55 Perché póche è non pòche? Capisco che il secondo può essere pronunciato /ˈpɔʃ/, ma la pronuncia con /ɔ/ mi pare più naturale per un forestierismo.
Mi sono basato sulla pronunzia originale [ˈpoke] indicata da G. M. E visto che in poche e in poche (aggettivo) la o è aperta, l'indicazione dell'accento acuto (póche) potrebbe essere un espediente per distinguere la pietanza avaiana da quei due.
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Canape lasco ctonio
Interventi: 83
Iscritto in data: lun, 10 gen 2011 23:21
Località: Roma

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di Canape lasco ctonio »

Canape lasco ctonio ha scritto: dom, 06 giu 2021 22:31 È in sostanza un carpaccio avaiano o le carni crude non vengono né marinate né servite a fettine sottili?
Trovato conferma che la carne di tonno è marinata, ma essendo servita a dadini è più logico tradurre con insalata di tonno avaiana (varietà tonno obeso, detto ahi in avaiano).

Quanto alla pronuncia, in questo sito dell'Autorità per il Turismo avaiano trovate un MP3 (poke.mp3) nella sezione "Food & Drink":
https://www.gohawaii.com/hawaiian-cultu ... uage-guide

Un po' scomodo estrarre il collegamento diretto all'mp3, scusate...
Avatara utente
G. M.
Interventi: 517
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G. M. »

Canape lasco ctonio ha scritto: lun, 07 giu 2021 11:18 Un po' scomodo estrarre il collegamento diretto all'mp3, scusate...
Eccolo qui per tutti. :)
Avatara utente
G. M.
Interventi: 517
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G. M. »

Millermann ha scritto: dom, 06 giu 2021 22:11 In italiano, invece [...]
Ho fatto un piccolo sondaggio in due gruppi su Facebook per chiedere alla gente quale fosse la loro pronuncia spontanea del forestierismo, senza sbirciare in un dizionario. Purtroppo non hanno votato in molti, ma i risultati sono interessanti e ve li riporto qui sotto.
Il primo è un gruppo di appassionati di linguistica, di cui abbiamo già parlato; il secondo un gruppo di oppositori dell'itanglese, non necessariamente appassionati di linguistica.
Almeno una persona è un membro di entrambi i gruppi e ha votato in entrambi (/pɔ̍ke/); io non ho votato.

Scelte possibiliVoti nel 1º gruppoVoti nel 2º gruppo
pochè /pokɛ̍*/211
poché /poke̍*/209
pòche /pɔ̍ke/65
póche /po̍ke/220
Altro02 (/pəʊk/* e... «ciotola»)
Mai sentito930
[*Il votante è un anglofono nativo; /pəʊk/ è la pronuncia di (to) poke 'pungolare'.]

Il campione statistico è chiaramente piccolo, ma trovo comunque un po' sorprendente (e interessante) il fatto che nel primo gruppo /pɔ̍ke/ sia arrivata ultima, mentre /po̍ke/, che anch'io come Carnby avrei detto meno naturale per un forestierismo del genere, al contrario è arrivata addirittura prima (pur senza uno stacco significativo).
Fra l'altro mi sembra che non abbiamo nemmeno una parola che finisca in /-o̍kV/ (con /V/ = una vocale qualsiasi), quindi il risultato non si può spiegare con l'analogia o la somiglianza. (...C'è sempre la possibilità che abbiano barato :mrgreen:).
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3697
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di Carnby »

G. M. ha scritto: ven, 18 giu 2021 18:16 trovo comunque un po' sorprendente (e interessante) il fatto che nel primo gruppo /pɔ̍ke/ sia arrivata ultima
Forse ha contato l’analogia con poche, femminile plurale di poco?
Avatara utente
G. M.
Interventi: 517
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Pokè», «poké», «poke»

Intervento di G. M. »

Carnby ha scritto: ven, 18 giu 2021 20:45
G. M. ha scritto: ven, 18 giu 2021 18:16 trovo comunque un po' sorprendente (e interessante) il fatto che nel primo gruppo /pɔ̍ke/ sia arrivata ultima
Forse ha contato l’analogia con poche, femminile plurale di poco?
Nel senso che la gente chiude la o per evitare la somiglianza, un po' come suggeriva di fare G.B.? Non saprei, è possibile.
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite