«Tablet PC»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4179
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » gio, 31 mag 2012 19:04

Propongo un nuovo traducente: tavoletto. Ha il sapore di un adattamento fonetico di tablet, di cui mantiene il genere, e avrebbe anche il vantaggio di essere monoreferenziale, essendo un neologismo coniato appositamente. So già che alcuni storceranno il naso, ma forse lo storcono anche per toeletta

PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

Intervento di PersOnLine » gio, 31 mag 2012 20:08

Adattamento per adattamento, allora facciamo tabletta (tablet + tavoletta): più simile, più agile, più snello; e in linea con le altre lingue: tablette (fr), tableta (es), tablete (pt). In fondo sempre una -b- in origine c'era, derivando tutti e due da tabula – pensandoci bene, neanche tabula digitale sarebbe male.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4179
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » gio, 31 mag 2012 21:08

Non avevo pensato alle lingue sorelle. Tabletta mi garba. :)

PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

Intervento di PersOnLine » gio, 31 mag 2012 21:25

Io invece ci penso sempre alle lingue sorelle: mi chiedo sempre come risolvono loro il problema della traduzione, e molto spesso lo trovo buono anche per noi, in fondo sono culturalmente più vicini a noi degli inglesi.

Andrea Russo
Interventi: 763
Iscritto in data: dom, 23 ott 2011 22:37

Intervento di Andrea Russo » gio, 31 mag 2012 22:48

Io invece preferirei tavoletto allora; tabletta mi garba poco. Resta il fatto che se diventasse mai tabletta il traducente ufficiale non mi farei nessun problema! :wink:

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1644
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » gio, 31 mag 2012 23:15

Marco1971 ha scritto:P.S. Perché si nasconde? Non ha la coscienza tranquilla? ;)
Se avesse seguito il rimando che Terminologia le ha mandato, sarebbe finito sul suo sito, dove sotto la scheda Chi sono c'è nome, cognome e biografia di questo utente, che quindi non mi sembra abbia niente da nascondere, anzi, dà molte più informazioni su sé stessa di quante non ne diano tanti altri utenti che discettano qui di questioni terminologiche.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » gio, 31 mag 2012 23:41

Io so benissimo come si chiama questa persona, chi è e che apparenza ha. La questione era un’altra: chi ha un’identità che sceglie di divulgare in rete, che bisogno ha di mettersi come utente nascosto quando visita il nostro foro? Ma stiamo esulando dagli scopi di Cruscate.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1644
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » ven, 01 giu 2012 0:00

Ma non si è nascosta per niente. Chiunque si prenda la briga di guardare il suo profilo vedrà l'indirizzo del suo blog.

Secondo me la questione è un'altra: perché fare osservazioni come 'non ha la coscienza tranquilla' a un utente che fa osservazioni terminologiche che contraddicono quelle di tanti altri utenti nascosti che fanno osservazioni che le garbano?

Ma stiamo esulando dagli scopi di Cruscate.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » ven, 01 giu 2012 0:10

Perché faceva osservazioni oggettivamente irricevibili.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Zabob
Interventi: 912
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Intervento di Zabob » mar, 07 mag 2013 14:53

C'è anche il phablet (troppo grande per essere un telefonino, troppo piccolo per essere una tavoletta); se chiamassimo il tablet "tavoletta", non potremmo certo chiamare il phablet "favoletta". :P
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3634
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » mar, 07 mag 2013 15:00

Ovviamente no. Dovremmo semplicemente dire, molto piú italianamente, tavolettina. ;)

Avatara utente
Zabob
Interventi: 912
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Intervento di Zabob » mar, 07 mag 2013 15:07

Ci ho pensato 3 secondi e ho partorito "fonoletta" (di solito con le tavolette non si telefona).
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

valerio_vanni
Interventi: 932
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Intervento di valerio_vanni » mar, 07 mag 2013 15:22

Oppure "telefonone" (guardando dall'altro lato). Io a volte chiamo così quei telefoni al limite della tascabilità.

DMW
Interventi: 46
Iscritto in data: mar, 29 lug 2014 22:09

Intervento di DMW » mar, 17 mar 2015 12:14

Zabob ha scritto:C'è anche il phablet (troppo grande per essere un telefonino, troppo piccolo per essere una tavoletta); se chiamassimo il tablet "tavoletta", non potremmo certo chiamare il phablet "favoletta". :P
Per tablet, analogamente a cellulare e palmare, ci sarebbe l'aggettivo tabulare (De Mauro: "che ha una forma piatta come quella di una tavola"; Devoto-Oli: "Dalla forma appiattita") da usare come sostantivo, mentre per phablet si potrebbe usare tablòfono.
Ultima modifica di DMW in data sab, 21 mar 2015 12:44, modificato 1 volta in totale.

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1379
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 15:11

Intervento di Animo Grato » mar, 17 mar 2015 15:19

So che è un filone molto vecchio e quello che doveva produrre ormai l'ha prodotto, ma, visto che è stato riesumato, colgo l'occasione per far sapere che tra i miei amici sono riuscito, se non proprio a imporre, almeno a far accettare tavolozza per tablet: una parola già esistente, dal "suono simpatico" e con un accattivante rimando a un ambito creativo (intendiamoci, per me queste scemenze elettroniche non hanno nulla di creativo, ma bisogna lisciare un po' il pelo al cane per mettergli il guinzaglio... :twisted: ).
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite