«Crack» (informatica)

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
marcocurreli
Interventi: 463
Iscritto in data: ven, 25 set 2009 22:36
Località: Cagliari

Intervento di marcocurreli » gio, 17 nov 2016 22:35

Riapro il filone, anche se è un po' vecchio (ma sempre attuale).
Proprio ora ho effettuato una ricerca su questo forum sulla parola "cracker".
In certi contesti penso che possa tradursi semplicemente con "malintezionato", per esempio quando si parla di qualche "intruso" che tenta di forzare la mia password e intrufolarsi nel mio sistema.

Lo IATE lo traduce come intruso o pirata informatico

Il glossario informatico http://www.passamonti.biz/dizionario.htm (che tutto sommato mi sembra un buon glossario) ha invece le seguenti voci:
CRACKATO (programma) = Sprotetto
CRACKER = Intrusore (informatico)
CRACKERAGGIO = Intrusione, violazione
CRACKERATO = Violato (sistema)

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » ven, 18 nov 2016 2:26

Crackerato, in particolare, mi sembra una vera perversione. È come se in italiano, partendo da mangiare, si usasse mangiatore per coniare il verbo mangiatorizzare (ovvero fare ciò che fa il mangiatore, cioè mangiare) e da questo si ricavasse il regolare participio mangiatorizzato: tanta strada per tornare al punto di partenza con un elefantiaco sinonimo di mangiato.
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » ven, 18 nov 2016 9:55

Animo Grato ha scritto:Crackerato, in particolare, mi sembra una vera perversione. È come se in italiano, partendo da mangiare, si usasse mangiatore per coniare il verbo mangiatorizzare (ovvero fare ciò che fa il mangiatore, cioè mangiare) e da questo si ricavasse il regolare participio mangiatorizzato: tanta strada per tornare al punto di partenza con un elefantiaco sinonimo di mangiato.
Sembra peraltro essere una prassi corrente di "evoluzione della lingua"...
A me ad esempio dà fastidio il verbo "promozionare": cioè un prodotto che è oggetto di un'offerta speciale, ovvero "promozione", e quindi è "promozionato". Ho sentito anche "promozionatore" per chi si occupa o propone l'intera operazione. Il tutto, ovviamente, a partire da una forma inglese.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite