«Cruscato»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Giorgio Pagano
Interventi: 30
Iscritto in data: gio, 13 apr 2006 20:14

«Cruscato»

Intervento di Giorgio Pagano » sab, 27 mag 2006 8:05

L'idea è quella di creare un loghetto che i siti web potrebbero mettere nelle loro pagine e che rinvii a "cruscate" ad indicare che in quel sito si utilizzano solo termini italiani controllati.
Insomma una sorta di "Marchio di qualità linguistica italiana".
Che ne dite?

Avatara utente
Incarcato
Interventi: 900
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 13:29

Intervento di Incarcato » sab, 27 mag 2006 10:21

Mi piace.
Sentiamo cosa ne pensano gli informatici e gli altri. Inizialmente, il marchio potrebbe essere inserito nei siti che i vari membri del nostro forum creano per contro proprio e poi di mano in mano diffondersi.

Avatara utente
Giorgio Pagano
Interventi: 30
Iscritto in data: gio, 13 apr 2006 20:14

E perché no?!

Intervento di Giorgio Pagano » sab, 27 mag 2006 10:53

E perché no?! Potrebbe essere pubblicizzato nei siti Ufficiali della Repubblica: Senato, Camera, Presidenza di Repubblica e Consiglio, Ministeri... e qui ci divertiamo... a cominciare da quello corrotto della impudica d-Istruzione. Ma anche Esteri, divenire riferimento degli Istituti di Cultura italiani all'estero...
Però anche tra i siti ufficiali dei partiti si potrebbero trovare adesioni.

Avatara utente
Incarcato
Interventi: 900
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 13:29

Intervento di Incarcato » sab, 27 mag 2006 11:13

Beh, ora non mi spingerei troppo oltre: prima di arrivare ai ministeri ce ne vuole... :(

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » sab, 27 mag 2006 13:10

Idea carina, ma sarebbe sempre una certificazione volontaria, ovviamente (come il marchio CE).

Comunque prima sarebbe utile fare una semplice targhetta o striscia pubblicitaria che rimandi a questo sito e fare qualche scambio di segnalazioni, ad esempio con l'Ipli.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9429
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » dom, 28 mag 2006 0:13

La proposta di Giorgio Pagano mi sembra ottima (anche se non so bene come coinvolgere tutte quelle istituzioni). Mi domando solo come mai CruscatO e non CruscatE. Semplice refuso, o...?

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » dom, 28 mag 2006 7:46

Probabilmente è un participio: significa qualcosa come "sottoposto all'azione della crusca", cioè dei cruscanti. Sbaglio, Giorgio Pagano?

Bue
Interventi: 862
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 12:20

Intervento di Bue » dom, 28 mag 2006 17:42

Federico ha scritto:Probabilmente è un participio: significa qualcosa come "sottoposto all'azione della crusca", cioè dei cruscanti. Sbaglio, Giorgio Pagano?
Beh l'idea che i Cruscanti si ergano a imprimitori di marchi d'origine certificata mi sembra un tantino presuntuosa. Mi piace l'idea del marchio, ma semmai per certificare l'approvazione da parte dall'Accademia o di qualche autorevole dizionario. Pensare che, tanto per dire, al Quirinale possano esibire con vanto i propri documenti suggellati dal Marchio d'Approvazione di Marco1971 e Infarinato, con tutto l'affetto e la stima per i sudettti mi sembra un pochino... lascio a voi l'aggettivo :mrgreen:

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9429
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » dom, 28 mag 2006 19:03

Non abbiamo certo l’autorità per imporre alcunché a chicchessia. Né mai questo è stato nei nostri propositi: la lista, lo ripeto una volta ancora, non ha carattere normativo, bensí propositivo. E voglio insistere ancora su questo: una parte non esigua dei traducenti è costituita da voci italiane già presenti nei dizionari con lo stesso significato dello xenismo, sicché essa lista (:D) ha anche una semplice funzione di promemoria di agile consultazione: «guardate che c’è già un termine italiano per questo o quel forestierismo». Per quanto riguarda poi le neoformazioni, sono meri suggerimenti; qualcuna piacerà forse, e forse un’altra dispiacerà. Nessuno è tenuto a adoperarle; vorrei soltanto far capire che prima di scagliarsi sul forestierismo ci si dovrebbe concedere un tempo di riflessione, e non escludere a priori che in italiano questo o quel concetto non si possa esprimere, ecc.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9429
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » dom, 28 mag 2006 19:11

Bue ha scritto:...con tutto l'affetto e la stima per i sudettti...
Cioè coloro che per le sudate carte sudano e balbettano? :lol: ;)

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » lun, 29 mag 2006 12:13

Bue ha scritto:Beh l'idea che i Cruscanti si ergano a imprimitori di marchi d'origine certificata mi sembra un tantino presuntuosa.
Ma certo, sarebbe pur sempre un qualcosa di puramente volontario: piú che un marchio, un modo di dire «guarda, in questo sito abbiamo potuto fare a meno di molti forestierismi senza troppe difficoltà (giudica tu se la sua leggibilità ne è stata danneggiata o non piuttosto migliorata): qui trovi una lista che ti può aiutare a compiere un simile "miracolo" e di cui ci siamo serviti anche noi» (be', in effetti è un messaggio un po' lunghetto per una targhetta :lol:).

Avatara utente
Giorgio Pagano
Interventi: 30
Iscritto in data: gio, 13 apr 2006 20:14

Esatto!

Intervento di Giorgio Pagano » lun, 29 mag 2006 12:42

[quote="Federico"]Probabilmente è un participio: significa qualcosa come "sottoposto all'azione della crusca", cioè dei cruscanti. Sbaglio, Giorgio Pagano?[/quote]

Non non sbagli!

Avatara utente
Giorgio Pagano
Interventi: 30
Iscritto in data: gio, 13 apr 2006 20:14

Guardate visto che l'idea piace...

Intervento di Giorgio Pagano » lun, 29 mag 2006 13:00

Guardate visto che l'idea piace continuiamo a lavoraci tanto non ci occupa più di tanto.
Intanto io professionalizzerei il dizionario dei termini inglese/italiano. Lo conoscete Glossword?
http://glossword.info/dev_term/glossword_1.7.0.xhtml
Io userei questo per il dizionario definito e poi qui potremmo continuare le discussioni finché... il mio amico Nino Vessella ne ha fatto uno italiano-Kiswahili che va abbastanza bene e mi ha detto che sarebbe diponibile a darci una mano perché anche a lui l'idea piace.
Adesso m'informo sulle tipologie di banner minimi e massimi ai quali dovremmo pensare.
La Crusca da sempre è conosciuta come "il cane da guardia" della lingua italiana quindi l'idea di un sito che sia "cruscato" nel senso di "rigorosamente in italiano" mi pare sia funzionale. O no?

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Re: Guardate visto che l'idea piace...

Intervento di Federico » lun, 29 mag 2006 14:18

Giorgio Pagano ha scritto:Intanto io professionalizzerei il dizionario dei termini inglese/italiano. Lo conoscete Glossword?
Interessante, ma non mi sembra il caso per la nostra lista, che non è un vero dizionario ma solo una lista di suggerimenti, indicazioni, per aiutare a trovare un modo di sostituire molti forestierismi...

Avatara utente
Giorgio Pagano
Interventi: 30
Iscritto in data: gio, 13 apr 2006 20:14

E che cambia?

Intervento di Giorgio Pagano » lun, 29 mag 2006 14:39

E che cambia? Continua ad essere la stessa cosa... solo che si ha uno strumento preciso e professionale piuttosto che un tread in questo forum.
Dobbiamo secondo me professionalizzare i nostri sforzi. Io sono per la massima qualità, ovunque è possibile.
Se posso fornire il mio servizio in modo più semplice, bello e professionale perché non farlo?
Perché windows vince su linux... non perché linux non è in grado di fare quanto e meglio di windows solo che la sua interfaccia strutturale è ostica ai principianti.
Gli italiani sono stati grandi fintanto che hanno creato... e non copiato.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite