«Cancel culture»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G.B.
Interventi: 491
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

«Cancel culture»

Intervento di G.B. »

I traducenti della Guichipedía italiana cultura dell'annullamento, cultura della cancellazione persuadono?
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3745
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Cancel culture»

Intervento di Carnby »

C’è anche la cancellanza, almeno secondo «il Post».
Avatara utente
G. M.
Interventi: 540
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Cancel culture»

Intervento di G. M. »

Carnby ha scritto: ven, 14 mag 2021 18:49 C’è anche la cancellanza, almeno secondo «il Post».
Per i non abbonati sono disponibili solo le prime righe dell'articolo; può riportare il brano interessato?
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3745
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Cancel culture»

Intervento di Carnby »

G. M. ha scritto: sab, 15 mag 2021 18:08 Per i non abbonati sono disponibili solo le prime righe dell'articolo; può riportare il brano interessato?
Non sono abbonato neppure io, anche se leggo tutti i giorni gli articoli, per così dire, «liberi».
Avatara utente
G.B.
Interventi: 491
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Cancel culture»

Intervento di G.B. »

In inglese moderno,
M-W, «Words at play», «What It Means to Get 'Canceled'» ha scritto: [t]o cancel someone (usually a celebrity or other well-known figure) means to stop giving support to that person. The act of canceling could entail boycotting an actor’s movies or no longer reading or promoting a writer’s works. The reason for cancellation can vary, but it usually is due to the person in question having expressed an objectionable opinion, or having conducted themselves in a way that is unacceptable, so that continuing to patronize that person’s work leaves a bitter taste. [...]

The idea of canceling—and as some have labeled it, cancel culture—has taken hold in recent years due to conversations prompted by #MeToo and other movements that demand greater accountability from public figures. The term has been credited to black users of Twitter, where it has been used as a hashtag. [...] The cancellation is akin to a cancelled contract, a severing of the relationship that once linked a performer to their fans. As Jonah Engel Bromwich writes in the New York Times, the word echoes the trend of on-demand subscriptions of content, from which a user can opt out just as easily as they opt in.
In italiano, cancellare non ha (ancora?) questo significato. Piú compatibile semanticamente è il significato «iconoclastico» («[d]alla censura di Biancaneve e altre favole Disney all'abbattimento delle statue degli eroi coloniali, dall'abolizione dei classici greci nelle università americane ai Golden Globe cancellati dalla Nbc», Paola Rosa Adragna, Repubblica, 09/06/2021), che poggia sull'espressione cancellare dalla memoria. E infatti, pare che in Italia quest'accezione di cancel culture sia maggiormente diffusa, anche «per motivi polemici, o politici» (ibidem); questo, nonostante che il Treccani lemmatizzi l'anglicismo col significato originale.

Quindi ragionevole potrebbe essere di lasciare cancel culture per il significato originale (o di tradurlo con ostracismo, ostruzionismo, boicottaggio ad personam...) e dire cultura della cancellazione per il significato maggiormente diffuso.
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Canape lasco ctonio
Interventi: 135
Iscritto in data: lun, 10 gen 2011 23:21
Località: Roma

Re: «Cancel culture»

Intervento di Canape lasco ctonio »

G.B. ha scritto: mer, 27 gen 2021 10:04 I traducenti della Guichipedía italiana cultura dell'annullamento, cultura della cancellazione persuadono?
La versione attuale di Wikipedia riporta "cultura della cancellazione o cultura del boicottaggio" :?

Cultura della rimozione non vi sembra adatto?
Avatara utente
G.B.
Interventi: 491
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Cancel culture»

Intervento di G.B. »

Canape lasco ctonio ha scritto: mar, 13 lug 2021 10:15 La versione attuale di Wikipedia riporta "cultura della cancellazione o cultura del boicottaggio" :?
Non so se dietro a questa doppia possibilità vi sia un ragionamento affine a quello che ho fatto io oggi (non credo). In ogni modo, vedo che cultura dell'annullamento è stato tolto, pur essendo adoperato, come traduzione, da molti articoli (dovrebbe ricalcare il significato originale di «disdire il sostegno dato a un personaggio pubblico»).

Quanto a cultura della rimozione, va bene per il significato estensivo (di cui un aspetto è proprio quello della rimozione dei memoriali delle opere commemorative e dei monumenti), e forse anche per quello originale di «rimuovere il sostegno», ma attendo altri pareri.
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
marcocurreli
Interventi: 571
Iscritto in data: ven, 25 set 2009 22:36
Località: Cagliari

Re: «Cancel culture»

Intervento di marcocurreli »

Potrebbe essere: cultura dell'oblio, condanna all'oblio, obnubilazione?
Linux registered user # 443055
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti