«Ciberrischi», «ciber-rischi»

Spazio di discussione su questioni di grafematica e ortografia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G. M.
Interventi: 568
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

«Ciberrischi», «ciber-rischi»

Intervento di G. M. »

Il mese scorso, il gruppo Incipit ha esortato nuovamente a preferire l'italiano ciber- all'inglese cyber-, nei composti.
Ha riproposto integralmente un suo comunicato stampa precedente, compreso un brano che già allora mi aveva lasciato assai perplesso (sottolineo la parte interessata):
Il gruppo Incipit ritiene che in italiano la parola «cibernetica», da cui si può far derivare il prefisso «ciber-» (che va pronunciato com’è scritto), indichi la strada preferibile per la formazione di neologismi: non vi è motivo di costruire ibridi linguistici con il prefisso «cyber»; quanto alla grafia, è opportuno privilegiare, quando non vi sono altri inconvenienti, la forma senza trattino, ad es. ciberdifesa, cibersicurezza, ciberprotezione, ciberminacce, ciberspazio e via dicendo.

La soluzione, che spesso è la più lineare, non può comunque essere sempre assunta come vincolante, e va evitata quando produca l’accostamento di due consonanti identiche, come nel caso di ciberrischi. Del resto anche ciber rischi dà luogo a una sequenza inusuale, per cui, in tal caso, sarà vantaggiosamente conservato il trattino: ciber-rischi.
Nei dizionari i composti analoghi con iper-, super-, inter-, eccetera, a quanto mi risulta sono sempre registrati univerbati anche quando si produca una raddoppiamento della r (es.: iperrealismo, superradianza, interregionale...). Parimenti, scriviamo normalmente attaccate parole dove la stessa cosa succede per altre consonanti: dissacrare, circummediterraneo...
Insomma, non riesco a capire il perché di questa indicazione, che mi sembra quasi contraria alla logica dell'italiano. :? Che mi dite?
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3797
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Ciberrischi», «ciber-rischi»

Intervento di Carnby »

Forse credono che possa essere rianalizzata dal parlante senza che emerga ciber-?
Avatara utente
G. M.
Interventi: 568
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Ciberrischi», «ciber-rischi»

Intervento di G. M. »

Carnby ha scritto: lun, 19 lug 2021 18:21 Forse credono che possa essere rianalizzata dal parlante senza che emerga ciber-?
Non saprei; ma, anche se così fosse, non vedo in che cosa il caso di -rr- si differenzi dagli altri precedenti, con -rd-, -rs-, -rm-, eccetera.
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite