«Léttera» e «lèttera»

Spazio di discussione su questioni di fonetica, fonologia e ortoepia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3880
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

«Léttera» e «lèttera»

Intervento di Carnby »

Ieri sera, durante la puntata dell’Eredità, Flavio Insinna, non nuovo a interpretazioni «creative», ha affermando, tirando in ballo addirittura la categoria degli attori come esperti di dizione, il fatto che una lettera dell’alfabeto sarebbe una léttera, mentre una lettera da inviare per posta sarebbe una lèttera. In realtà, come attesta il DOP, si tratta di una distinzione inesistente, dato che entrambe le pronunce sono ben attestate, una a Roma e nell’Italia mediana, l’altra in tutta ala Toscana, perlomeno al giorno d’oggi, e ugualmente accettabili, essendo l'una la continuazione diretta del latino littera(m) e l’altra una pronuncia toscana prestigiosa, nata per l’associazione con lètto. Non so se la Crusca abbia già trattato l’argomento, ma forse sarebbe il caso di segnalarlo a qualcuno.
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 4150
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di Infarinato »

Carnby ha scritto: gio, 01 ott 2020 15:33 Non so se la Crusca abbia già trattato l’argomento, ma forse sarebbe il caso di segnalarlo a qualcuno.
Insinna? Really? :lol:
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3880
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di Carnby »

Infarinato ha scritto: gio, 01 ott 2020 16:21 Insinna? Really?
Intendevo la differenza inesistente tra i due significati di lettera. Non so se Insinna è l’unico che la sostiene.
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 4150
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di Infarinato »

Carnby ha scritto: gio, 01 ott 2020 17:37 Intendevo la differenza inesistente tra i due significati di lettera. Non so se Insinna è l’unico che la sostiene.
Allora aspettiamo. ;) Per il momento non mi sembra valga proprio la pena di scomodare la Crusca per una «risposta ufficiale» (:roll:) sull’argomento…
Avatara utente
Carnby
Interventi: 3880
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di Carnby »

Flavio Insinna did it again. :shock:
valerio_vanni
Interventi: 1093
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di valerio_vanni »

Bisogna riconoscergli la coerenza con se stesso... :-)
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 4150
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di Infarinato »

Ma la vera domanda è: perché una personcina cólta come Lei, caro Carnby, guarda L’Eredità? Forma di perversione masochistica? :lol:
Canape lasco ctonio
Interventi: 325
Iscritto in data: lun, 10 gen 2011 23:21
Località: Roma

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di Canape lasco ctonio »

Nel DOP leggo:
«nata più tardi la pronuncia aperta, dovuta probabilmente all’attrazione di letto [lètto] participio passato di leggere, ma anch’essa non meno antica della lingua letteraria italiana, essendo attestata esplicitamente da Leon Battista Alberti nella sua grammatica, avanti la metà del ’400, e confermata poi da tutta la tradizione lessicografica, oltre che di fatto estesa da Firenze a tutta la Toscana dopo scomparsa la pronuncia chiusa in una parte della regione, con centro a Siena, dov’era ancóra attestata fra ’500 e ’700»
Quindi nel senese, dall’800 si sentirà solo lèttera?
Fuori tema
DOP: «dopo scomparsa la pronuncia chiusa»

È linguaggio telegrafico con omissione di «essere/che è» o è corretto? «Avanti la metà» mi sconfinfera, ma «dopo scomparsa» un po’ meno. Grazie
Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 4150
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Léttera» e «lèttera»

Intervento di Infarinato »

Canape lasco ctonio ha scritto: gio, 13 gen 2022 12:42 Quindi nel senese, dall’800 si sentirà solo lèttera?
Perché lo chiede? Non è esattamente quel che c’è scritto? :roll: Léttera è un pronuncia inesistente da secoli in tutta la Toscana toscanofona.

P.S. Fuori tema in un filone a parte nell’opportuna sezione del fòro. Grazie. :)
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti