Tre superstiti in «-illimo»

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

avemundi
Interventi: 24
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 5:37
Località: Bugella me genuit
Info contatto:

Arduo, ecc.

Intervento di avemundi » mar, 16 feb 2010 6:25

Vorrei aggiungere che l'italiano eredita dal latino anche l'assenza del superlativo per aggettivi con arduo, strenuo, idoneo, ecc., casi in cui il superlativo si può fare con le locuzioni "molto arduo", ecc. Dovrebbe rientrare in questa regola anche "europeo", se qualcuno dopo aver definito Trieste italianissima volesse azzardare un'analogia con Bruxelles dovrebbe dire che è arcieuropea.

PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

Magerrimo

Intervento di PersOnLine » mer, 08 set 2010 18:46

Consultando Si dice o non si dice, mi sono imbattuto in magerrimo, quale superlativo antico di magro, ma mi sembra strano che il GRADIT non lo registri: si tratta forse di un prestito occasionale dal portoghese, dove invece è un superlativo correntemente usato?

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9373
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » mer, 08 set 2010 19:04

Potrebbe dirci dove l’ha trovato in Si dice o non si dice? Ho cercato sotto ‘superlativo’ (pp. 154-156 nella mia edizione) senza trovare magerrimo.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

PersOnLine
Interventi: 1303
Iscritto in data: sab, 06 set 2008 15:30

Intervento di PersOnLine » mer, 08 set 2010 20:15

Ho una riedizione del 2009 (curata da un tale Paolo Pivetti), che alla voce "acerrimo o acrissimo?" (p. 13) afferma:
C'è poi anche chi oggi, scherzosamente, s'inventa altri superlativi dotti, come magerrimo o pigerrimo (!). In realtà magrissimo e pigrissimo godono di ottima salute.
Solo che pigerrimo non è un superlativo pseudo-dotto, ma dotto veramente, anche se antiquato; quindi pensavo che lo stesso valesse pure per magerrimo e che l'autore li avesse, per semplificazione espositiva, derubricati entrambi a neoformazioni scherzose.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9373
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » mer, 08 set 2010 20:39

Pigerrimo è attestato in B. Croce, citato nel Battaglia, che lo marca come letterario. Magerrimo non è né a lemma né menzionato sotto magro; non ne trovo esempi nella LIZ[a], ma esiste la variante antica màgero.

L’assenza di attestazioni giustifica quindi, mi pare, l’esclusione della forma magerrimo dai dizionari, anche storici.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude » mer, 08 set 2010 21:04

si tratta forse di un prestito occasionale dal portoghese, dove invece è un superlativo correntemente usato?
Magérrimo è un brasileirismo, un'innovazione brasiliana. Il correttisimo, però, è macérrimo (da macerrimus, superlativo di macer in latino), che non ho mai sentito né letto, oppure magríssimo, meno frequente di magérrimo.

Intervieni