«Speigero»

Spazio di discussione su questioni di lessico e semantica

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G. M.
Interventi: 288
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

«Speigero»

Intervento di G. M. »

Gentili membri del foro, l'aggettivo speígero, col significato di «che trasporta la speranza», può considerarsi ben formato?
Il termine vuole essere un occasionalismo aulico, nulla di piú.

Fausto Raso
Interventi: 1668
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Re: «Speigero»

Intervento di Fausto Raso »

G. M. ha scritto:Gentili membri del foro, l'aggettivo speígero, col significato di «che trasporta la speranza», può considerarsi ben formato?
Il termine vuole essere un occasionalismo aulico, nulla di piú.
A mio avviso dovrebbe essere speìforo. Qui.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3648
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: «Speigero»

Intervento di Infarinato »

Meglio speífero (o elpidòforo), ma insomma… :?

Avatara utente
G. M.
Interventi: 288
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: «Speigero»

Intervento di G. M. »

Infarinato ha scritto:Meglio speífero (o elpidòforo), ma insomma… :?
La sfumatura che cercavo di esprimere era «che trasporta (su di sé, come un oggetto)», non «che reca (ad altri)», per questo -gero mi sembrava più appropriato di -fero, vedendo alcuni esempi.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Google [Bot] e 1 ospite