Dialogo di vita quotidiana

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Miseria
Interventi: 84
Iscritto in data: mar, 05 lug 2005 18:05

Dialogo di vita quotidiana

Intervento di Miseria » dom, 25 set 2005 17:41

Alberto: Ehi, ciao!
Barbara: Ciao, che fai di bello?
Alberto: Ah, sto facendo un break per un sandwich, sai, uno snack in un raro momento di relax
Barbara: Eh, a chi lo dici… io invece sto facendo shopping, torno da una boutique, e tra poco vado al supermarket
Alberto: Sai per caso se questo ticket restaurant è valido anche in questo pub? L’ho avuto alla reception dell’hotel dove sono stato con la mia girlfriend per godere lo skyline della city, by night, con un whisky (o un brandy), e qualche hors d’oeuvre al buffet.
Barbara: Non so, al massimo ho avuto qualche pass lunch per un hot dog. E oggi? Ho sentito che c’è il grand prix… non ci porterai Laura, vero?
Alberto: No, no! Oggi la vado a prendere con la jeep dopo il jogging e andiamo al garden party di Anna, un’amica di Laura, hostess anche lei: suo marito, il manager di quell’équipe di stuntman, hai presente, no?, ci fa i würstel al barbecue.
Barbara: Ah, sí! Li ho visti proprio questo weekend al club del free climbing. Sono fanatici dello sport; se non sbaglio, lui allena la squadra di basket degli under 14, e lei ha organizzato il camping di quelli del football.
Alberto: Eh sí: e tutti i venerdí vanno in mountain bike fino al loro chalet in montagna. Comunque, la sera andiamo al drive-in a vedere un kolossal, una love story ambientata nel far west, tra cowboy e canyon, nel vero stile.
Barbara: Credevo che preferisse i film horror, ricchi di suspense come i migliori thriller di Dan Brown.
Alberto: A proposito, non mi è ancora arrivato il best seller che ho ordinato all’Internet book shop.
Barbara: Se hai pagato con credit card ti dovrebbe arrivare un’email di conferma della spedizione.
Alberto: Ah, okay.
Barbara: Adesso devo andare, altrimenti poi l’atelier chiude e non posso ritirare i fuseaux.
Alberto: Ci sentiamo in chat?
Barbara: Io sono online alle 17.00. Ciao!
Alberto: Bye bye!


Alberto: Ehi, ciao!
Barbara: Ciao, che fai di bello?
Alberto: Ah, sto facendo una pausa per un tramezzino, sai, uno spuntino in un raro momento di tranquillità…
Barbara: Eh, a chi lo dici… io invece sto facendo spese, torno da un negozio, e tra poco vado al supermercato…
Alberto: Sai per caso se questo buono ristorante è valido anche in questo locale? L’ho avuto alla portineria dell’albergo dove sono stato con la mia ragazza per godere la vista della città, di notte, con un guisco (o un brandi), e qualche aperitivo al rinfresco.
Barbara: Non so, al massimo ho avuto qualche buono omaggio per un panino caldo. E oggi? Ho sentito che c’è il gran premio… non ci porterai Laura, vero?
Alberto: No, no! Oggi la vado a prendere con il fuoristrada dopo la corsa mattutina e andiamo alla festa in giardino di Anna, un’amica di Laura, assistente di volo anche lei: suo marito, il direttore di quella squadra di cascatori, hai presente, no?, ci fa le salsicce alla griglia.
Barbara: Ah, sí! Li ho visti proprio questo fine settimana al circolo dell’arrampicata. Sono fanatici dell’agonismo; se non sbaglio, lui allena la squadra di pallacanestro dei ragazzini sotto i 14, e lei ha organizzato il campeggio di quelli del calcio.
Alberto: Eh sí: e tutti i venerdí vanno in bici fino al loro villino in montagna. Comunque, la sera andiamo al cinema in auto a vedere un successone, una storia d’amore ambientata nell’America dei mandriani e canioni, nel vero stile.
Barbara: Credevo che preferisse le storie dell’orrore, ricche di tensione come i migliori romanzi di Dan Brown.
Alberto: A proposito, non mi è ancora arrivato il vendissimo che ho ordinato alla libreria in rete.
Barbara: Se hai pagato con carta di credito ti dovrebbe arrivare un messaggio di conferma della spedizione.
Alberto: Ah, va bene.
Barbara: Adesso devo andare, altrimenti poi la sartoria chiude e non posso ritirare i pantaloni aderenti.
Alberto: Ci sentiamo in rete?
Barbara: Io sono in linea alle 17.00. Ciao!
Alberto: Ci vediamo!
Una donna ci aspetta alle colline.

Avatara utente
cuci
Interventi: 109
Iscritto in data: lun, 19 set 2005 3:29
Località: Varese

Intervento di cuci » lun, 26 set 2005 22:46

Uhm... un esempio del genere l'ho già visto da qualche parte... eh eh...
Bravo.
«Duva vidi moju zzappa fundu»

·Dum·Doceo·Disco·

Avatara utente
Miseria
Interventi: 84
Iscritto in data: mar, 05 lug 2005 18:05

Intervento di Miseria » mar, 27 set 2005 14:50

cuci ha scritto:Uhm... un esempio del genere l'ho già visto da qualche parte... eh eh...
Bravo.
Grazie, ho mutuato un autore che aveva stoltamente dimenticato di brevettare la sua idea…, sorry, che aveva dimenticato il copyright:shock: :lol:
Una donna ci aspetta alle colline.

Avatara utente
miku
Interventi: 133
Iscritto in data: lun, 21 feb 2005 19:33
Info contatto:

Intervento di miku » mar, 27 set 2005 15:14

Copyright, copyright: quasi quasi riesumerei colophon per i libri...

Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude » gio, 20 ott 2005 2:45

il manager di quell’équipe di stuntman, hai presente, no?,
Ma in "italiano" si dice stuntman? In inglese perlomeno si dice stuntsman.

Non so se sia molto corretto tradurre jogging con corsa mattutina, perché il jogging si può fare a qualsiasi momento della giornata. molte parti di America Latina si dice hacer trote o trotar. In italiano non si potrebbe pensare a una cosa simile?

Brazilian dude

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9560
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » gio, 20 ott 2005 13:10

Anche in inglese si dice stunt man o stuntman, parola del tutto inutile poiché in italiano abbiamo cascatore.

Per jogging, Arrigo Castellani proponeva trotterello (che si riallaccia al suo trotar). :D

Avatara utente
Miseria
Interventi: 84
Iscritto in data: mar, 05 lug 2005 18:05

Intervento di Miseria » gio, 20 ott 2005 14:45

Brazilian dude ha scritto:Non so se sia molto corretto tradurre jogging con corsa mattutina, perché il jogging si può fare a qualsiasi momento della giornata.
E invece in questo caso… Bisogna sempre considerare il contesto, si cade sempre nell’errore di cercare di tradurre un forestierismo con una sola parola precisa, quando invece a seconda della frase si può tradurre con un termine o piú termini diversi.
Una donna ci aspetta alle colline.

Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude » gio, 20 ott 2005 15:01

Ha ragione Miseria. Non ci avevo pensato. Comunque sarebbe sempre più facile (e pratico) se un traducente ci fosse per tutti i casi.

Brazilian dude

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9560
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » gio, 20 ott 2005 15:07

Sí, e nel caso di jogging non c’è da porsi mille domande: ha un solo significato e quindi va reso, come tutti gli sporti, con un traducente unico. Trotterello. ;)

Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude » gio, 20 ott 2005 15:39

Anche in inglese si dice stunt man o stuntman, parola del tutto inutile poiché in italiano abbiamo cascatore.
Sì, è anche vero. Mi sono precipitato ieri nell'affermare l'esistenza della s, alla quale ho fatto acenno basandomi sulla mia esperienza personale con la lingua inglese. Però, consultando due vocabolari (il che mi è sembrato sufficiente), non ho trovato la versione con la s, solo senza, quantunque esistano tante attestazioni su google della prima. Questo mi ha convinto che fino a oggi, perlomeno, si dà preferenza alla forma senza, e io farò il possibile per soppiantarla, forse fino al giorno in cui l'altra, la mia prediletta, si possa trovare in tutte le fonti linguistiche fededegne, però sempre ricorderò che la forma originale, gentilmente porta da Marco, è quella senza.

Brazilian dude

Avatara utente
cuci
Interventi: 109
Iscritto in data: lun, 19 set 2005 3:29
Località: Varese

Intervento di cuci » ven, 21 ott 2005 0:44

Marco1971 ha scritto:Sí, e nel caso di jogging non c’è da porsi mille domande: ha un solo significato e quindi va reso, come tutti gli sporti, con un traducente unico. Trotterello. ;)
Sarà ch'io sono fissato colle forme alterate che considero un'importantissima e preziosissima risorsa della nostra lingua, ma mi permetto di proporre corsetta: rende perfettamente e immediatamente l'idea, è sostituibile in ogni caso ed esclude ambiguità di tipo ippico.
«Duva vidi moju zzappa fundu»

·Dum·Doceo·Disco·

Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude » ven, 21 ott 2005 16:46

A me piace, ma mi fa pensare molto a corsetto.

Brazilian dude

Avatara utente
cuci
Interventi: 109
Iscritto in data: lun, 19 set 2005 3:29
Località: Varese

Intervento di cuci » lun, 24 ott 2005 0:17

Brazilian dude ha scritto:A me piace, ma mi fa pensare molto a corsetto.
Be', dato che il corsetto non lo si indossa quasi più...
Anche la parola "corsetteria" è stata sostituita da "intimo"; "corsetteria" si legge ancora in qualche vecchio mercato e a me piace molto, anche perché è esclusivamente femminile a differenza dell'intimo che può essere per uomo, donna o bambino.
«Duva vidi moju zzappa fundu»

·Dum·Doceo·Disco·

Brazilian dude
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 726
Iscritto in data: sab, 14 mag 2005 23:03

Intervento di Brazilian dude » lun, 24 ott 2005 18:51

Anche perché ci sono coppie in cui la forma finente per -a non è il femminile della forma in -o, tipo fosso - fossa, cesto - cesta, buco - buca, fico - etc.

Brazilian dude

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » lun, 24 ott 2005 18:55

Brazilian dude ha scritto:Anche perché ci sono coppie in cui la forma finente per -a non è il femminile della forma in -o, tipo fosso - fossa, cesto - cesta, buco - buca, fico - etc.
Non a caso però tutte queste coppie sono legate da una relazione molto stretta anche di significato...
Ad ogni modo, non credo proprio che corsetta possa provocare confusioni... :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Bing [Bot] e 1 ospite